l’oppio dei popoli (come nasce l’odio)(prosit)

il mio caro amico Bosforo(una delle poche menti pensanti di spleender), ha un blog privato(e te pareva!), al quale io partecipo, su invito masochista, nelle vesti di commentatore-sommozzatore(probabilmente indigesto) idraulico/elettricista. Siccome sono un esibizionista, posto il mio ultimo commento in tema di religioni; si sostiene, giustamente o a torto, nel post del "Bosforum" commentato, che la religione cattolica abbia troppo "spazio"(birichina) nella vita culturale del nostro paese, il che si sente particolarmente alle porte della festa più occidentale e pagana immolata sulla croce di un fondamentalismo cattoconsumista tragicomico tipicamente italiano(in tempo di crisi poi…)… io invece vedo nell’ingerenza  che "le religioni" hanno sulle libertà individuali l’occupazione di uno spazio già vacante(il cervello dei credenti) che si rende dunque colpevole, in preda all’oppio dei popoli, delle frenesie religiose più efferate, di ogni stampo(cattolico, islamico etc) solo perchè carente in storia dell’arte, storia, filosofia, letteratura, erudizione, in parole semplici si occupa con dio lo spazio che dovrebbe essere dell’Uomo(fede e/o religione invece di umanismo, 2 al prezzo di 1, quest’anno i saldi iniziano prima). Insomma oltre all’escamotage d’abbassare la soglia alcolemica, dallo 0,5 allo 0,2% bisognerebbe misurare con un religiometro anche il tasso di "oppio dei popoli" che scorre nelle vene dei nostri piloti, sicuramente lo stato italiano troverebbe la maniera di far cassa molto più velocemente appurando, di grazia, anche il "tasso" d’imbecilli(d’ogni religione ed etnia*) che circolano indisturbati nelle strade del bel paese, e dopo
tutti a brindare con una birra piccola, anzi piccolissima…

remeronfuck


il (mio) commento al Bosforum:

"e pensare che in Italia si da la colpa alla presenza del vaticano, per molte delle "nostre" posizioni bigotte e conservatrici, sicuramente condizionanti rispetto al pensiero liberale del resto d’europa, eppure aldilà dell’oceano c’è un paesino(u.s.a.) dove il 44% dei cittadini sposa la teoria del creazionismo(ancora peggio), contrapponendola a darwin, crede fermamente alla creazione del mondo in 7 giorni per mano divina, e vota, ed ha comandato per anni con i vari bush, reagan etc, ora c’è da chiedersi, è davvero la prossimità fisica del vaticano a creare le condizioni, o non è piuttosto una voragine culturale, la solita vecchia mamma ignoranza che miete vittime nel popolicchio, (l’oppio dei popoli) così nel lazio, in emilia romagna, sicilia e lombardia come sulle rive del mississippi… il nord europa è equidistante dal vaticano e da New York(anche se viene considerata un’isola europea al centro dell’america) e non per una questione meramente chilometrica ma culturale. D’altronde, la stampa ripete che più che dei francesi, spagnoli o tedeschi noi italiesi siamo cugini degli americani, si ripete che in tema d’alleanze, la nuova america di obama da per scontato(come quella di Bush)lo zerbinaggio del delfino italiano, si sa che chi potrebbe puntare i piedi sono germania, spagna e francia.. come dire il pensiero europeo…
che aggiungere; durante le grandi guerre(due paesi schiacciati dal totalitarismo)il genio italiano ha esportato in america la mafia, la germania ha esportato il bauhaus(costruendo new york) e la bomba H(costruendo lo scenario geopolitico attuale) ci sono cose che pesano sulla storia, la religione è solo una conseguenza."

(*questo blog è per la libertà di culto, di tutte le religioni, nel rispetto dei diritti umani)

Annunci

6 pensieri su “l’oppio dei popoli (come nasce l’odio)(prosit)

  1. azz’…ma sei proprio politico!!! cmq hai ragione su ciò che dici…anche se penso oramai tra religione e politica non c’è un grosso divario, sono la stessa cosa assemblati amalgamati in modo grottesco!!!
    1 bacione
    ps: fetente vai a commentare gli altri e da me dico da me ti ho visto solo 2 misere volte……non trovo la faccina per pugnalarti….naggia

  2. sull’invadenza vaticana, sull’atmosfera da gangstermovie dei conclavi, sulla chiesa che, cito, “non va avanti a suon d’ave maria” (marcinkus, se non erro), si sa – c’è una sorta di pudore anche solo a parlarne… lo stesso fattore “riempitivo” della fede, che non si può considerare al di fuori della imbecillità dottrinaria, è condivisibilissimo. c’è poi la questione della presunta superiorità culturale, l’occidente cristiano che si erge a modello, a paradigma di civiltà: ma è una baggianata da giornalai. una fede illuminata è una contraddizione in termini – e non a caso, i motivi d’orgoglio occidentali, psicologici e politici, son proprio nell’affrancamento illuminista dalla religione; questo a dire che il cristianesimo è di impedimento alla cultura dell’individuo esattamente quanto l’islam.

  3. la condivisione è piena Bosforo, come al solito, la mia d’invadenza è dettata dagli sbalzi d’umore e dall’impeto amicale che ritrovo come una sorpresa molto gradita quando il cielo si schiarisce, credo saprai contenermi, per quanto la vastità non ti manca(assolutamente)
    ^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...