del “caro” amore

(sull’oggettività mancata del sesso)

http://www.boxstr.com/templates/default2/images/icons/player.swf

liberamente tratto ed interpretato da Remeron
da "La vita agra" di Luciano Bianciardi(1962)

Annunci

8 pensieri su “del “caro” amore

  1. grazie remeron,
    ascoltato il brano e poi subito preso informazioni su bianciardi, di cui avevo sentito qualcosa forse all’epoca dell’anti-meridiano e tuttavia mai letto alcunché – il testo offerto sprofonda nell’epoca sua, cultura=marxismo, escavazione terminologica e analisi che mi ricordano, nell’humus stesso, i testi della scuola di francoforte, ma il tutto è al contempo sollevato dalla mera agricoltura scientifico-oggettiva in una lingua più alta, più sentita; ecco una scrittura che svetta e quindi una lettura che scandisce dall’alto fino a picchiare sui tasti della cogitazione… leggendo bianciardi dunque, tu lo riscrivi – e questo riporta lo scrittore “qui tra di noi” più dell’immondo servizio d’archivio, reperibile su youtube, più dello standard romanzesco di certi altri brani letti dall’autore in persona, così descrittivi di un’azione, di una trama – in questo che ci proponi, all’opposto, risuona la contemplazione dell’intellettuale di rango, la lucidità dell’alcolizzato di lusso, il presago della bottiglia tenuta accanto, e dell’instancabile sentimento della storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...