non mi rappresenti una minchia

si… la morte.
la fine…
la mia eventuale sepoltura mi piacerebbe fosse un funerale di stato,
per uno sconosciuto, sarebbe un happening grottesco, e contemporaneamente ipermediatico,
mi piacerebbe oltre al prete(uno qualsiasi) che l’unico ad intervenire dialetticamente nelle esequie fosse il presidente, in carica, della repubblica e che dicesse solo 3 parole:



era un coglione.

saluto a salve dell’esercito, sotterramento, baldorie, fuochi artificiali,retoriche lacrime delle "chiangimuerti*".

*maschere tragiche viventi,
donne che nel "salento"(messapia: magna grecia o pressappoco)
 vengono invitate ai funerali per "chiangere"(piangere) "li muerti"(i morti), per sopperire, attoriali, indispensabili, laddove non s’intraveda una "magistrale" commozione cerebrale/emotiva, l’eventualmente, mi ripeto, prevista, lungimirante, disattesa immedesimazione che profonda, amare lacrime naturali per il deceduto.

Annunci

3 pensieri su “non mi rappresenti una minchia

  1. vabbè rafè.. se devo chiamarle tutte io a te che te tengo a ffa?
    (la preFica è una varietà di fico d’India senza spine selezionata direttamente da Raffaele…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...