lei, neanche trent'anni, ha lasciato la nazione ed è andata via altrove(coi soldi de mammà), fuori, lontano, Bristol? Birmingham, Chunningan, Chewingum?
io 35fonzienw8.gif  sono qui a "riflettere"; è morto il cane(Uccio), ho incontrato(perchè "conoscere" è parola grossa) donne d'ogni parte dell'italia, anche esteret8pv5z.gif ah ah ah…
stavo male,
stavo male anche con lei, stavo male anche prima di conoscerla, e prima di prima..
è costituzionale star male, si nasce "mali", e così il destino trova il parafulmine che accoglie le coltellate della collera universale, la rabbia delle galassie, l'inerzie de(i)l Big Bang(s)!.
Congelato, seduto s'una sedia(a rotelle) d'ombre sfalzate, come il fotogramma che trabalza dov'è attaccato l'altro pezzo della pellicola..
ogni fotodramma del film è incollato con la sputazza dietro l'altro, e traballa la trama, l'ncipit; lo scorrere è nebuloso e la pellicola s'inceppa si brucia: di nuovo é scatarrare per appiccicar l'altro capo.
è arrivato anche un'altro anno, nuovo, son passate 4 o 5 estati, e questa èstata consumata in una stanza,
della città vuota,
della casa e
del cielo sgombro
delle nuvole tenebrose che
gettano la rossa
nelle mani della bassa,
é la nebbia che sale a coprir il sole,
scende più in là a velar l'inverno lungo
delle nostre vite vergognose, delle "vostre"
sarebbe più opportuno, perchè io son nato li
dove il sole non si risparmia, nel dar colore e forme
alla bellezza del creato.
In queste lande dio cela l'orrore del vuoto,
la fatiscenza travestita da scienza,
la nausea nascosta dal benessere, e la noia
mascherata da troia o viados sul marciapiede del "weekend"(con tutto il rispetto per entrambe le categorie)…

è arrivato anche un nuovo cane, distrazioni, fatue o vane; com'eri tu, sarai
cambiata?
"si cambia, si cresce e si matura", dicono,
io m'astengo
dall'approfondire,
nella fattispecie e, nel generale, non esiste la 2a volta.
Neanche la prima, se non come "precedente"; trastullo,
transito, trance della mente, cambiamento, ritualità;
è bello meccanizzare, mendicare; anche le sensazioni,
le aspettative, i sentimenti,
con una spruzzatina d'ignoto, d'incognito e
'na spazzolata d'inevitabile: la ricetta;
questa è la mente dell'uomo, un fumettone, e questa è la tua vita.
La mia
è la pellicola incollata con la sputazza,
non sai dove brucia, dove si spezza, dove

inizia.

Annunci

4 pensieri su “

  1. Accendo il mio incenso per spargere espressioni da dedicarti come mantra color avorio.
    Sospiri nella notte mentre un’artista suona le sue note.
    Una melodia sinuosa, elegante, fantasiosa.

  2. non posso far altro che commuovermi e mettere la prima cosa che trovo tra i denti (un osso Pedigree®) perchè il brivido, nella convulsione emotiva che m’hanno scatenato le tue pungenti e ardimentose vibrazioni letterarie, mi squote in una crisi epilettica e son a rischio d’amputarmi la lingua, che così tanto ferì cuori di donna più della spada che perì ainoi nella roccia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...