transitorieta della vita

questo blog è morto, così come splinder la piattaforma che lo ospitava, continuare oggi a scriverci o scriverne è un nonsense senza fascino alcuno, così come tutti gli altri cadaveri traslati sulle altre piattaforme pro-muoveranno, continueranno la loro attività di comarato(le comari) s’un altro balcone, barcone, baraccone di contenuti esuli di forma e significato, benchè significanti la pochezza del nulla cosmico che ci assale quando di fronte ad una rigida tastiera ci sentiamo nevroticamente  “autori”, copywriter, nevrasteniche comparse di una commedia avvilita consumata tutta nell’infradita della pantofola scalcagnata di una vita aimè troppo trita e ritrita, immaginarsi sul palco a fronte dell’orchestra sembra terapeutico per la maestra, la signorina, l’ostetrica, la barista, la ciofecona menefreghista il baldo giovane e l’artista di un’arte sopraffina ma così fina che non s’è vista. Così parlò BellaVista.

Annunci

4 pensieri su “transitorieta della vita

  1. bellissimo 🙂
    ma povero splinder! ha fatto quel che ha potuto, il resto ce l’abbiamo messo/mettiamo noi
    sono indecisa sulla categoria dove potermi infilare
    neanche a dirlo tu sei BellaVista
    cià

  2. certo che ero splinderata (lì e qui ‘giovanotta’), wordpress mi pareva una piattaforma per intellettuali o comunque gente che aveva da dire qualcosa quindi d’emblée lo evitavo.. poi invece ho visto che è pure facile da usare (è sempre il qualcosa da dire eventualmente che difetta).
    BellaVista non nel senso di De Crescenzo (Così parlò) ma perché mi suona un po’ nome di uno che scherza ma si sente sicuro di sé. Remeron è stato inghiottito o è vivo e lotta ancora insieme a noi?

  3. Remeron stava per essere inghiottito patriotticamente dalla defunta piattaforma titanica, nel senso dell’affondo irriguardoso delle mille vite splinderate, poi invece i ragazzi del support di wordpress mi hanno traslato qui con tutto il vecchio blog, dunque ho cambiato identità ma per finta… il mio BellaVista era solo per fare rima ma anche sicuramente di decrescienziana memoria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...