nel comparto assistenza vive la moderazione

nel momento in cui un blogger chiede assistenza, c’è un robottino che dai suoi trascorsi ecumenici paleocattolici, ti dice in primo luogo che: sei un blogger approssimativo, ti offende, dopo aver sfogato la libidine dell’inadeguatezza bacchettata dall’io padrone, è rimasto direbbe freud “alla fase anale” ancora su se stesso alla ricerca di un buco dal quale raggiungersi… fai della psicanalisi da solo è evidente tu non abbia gli strumenti per giungere a quel poco nascosto nel poco del tuo inconscio da chierichetto… dicevo dopo poi nel guano dantesco della sua purga deontologica intravede qual’è la funzione per la quale lo pagano, “l’arrotondamento” e si risveglia dall’ipnosi perpetua in cui soggiogante l’ES lo schiaccia e ti chiede: hai premuto ctrl-shft, o enter? che pasticcio hai combinato?.(ecco riproporsi l’aneddotico agere della vittima schizofrenica narcisista da postalmaket, ammaestrata da un corso per leadership o sheep[probabilmente il significante acquisito]… te le sei cambiate le mutande prima di “assistermi”?)-

che differenza potrà più fare per me ciò che ho premuto, se non ciò che mi preme ora; la differenza la faccio io, dopo l’interazione avuta col simbiante Signor Bonaventura, che magari s’è improvvisato “Autore” al pari di altri facchini, e di quella militanza, attivismo ateleologico ha(nno) impregnato un pleonastico, affaccendato muoversi verso il “finito”. Quegli “oggetti” non muovono mai da soli sono, come dicevo, sempre subalterni facenti capo ad un mesto(lo) caposcuola che nel momento “buio” si riunisce al branco ed uno sostiene l’altro sempre con una certa gerarchia “archeologica” archetipica, mossa dalla prosopopea da supermarchett, palestra, o osteria nei casi più fortuiti… in quel coacervo di “speranze”disattese si manifesta l’ovulo invisibile, mai nato, disperso, perchè scordato nella sua soggettività, ognuno ha un ruolo predeterminato che gli permetterà d’essere(ho studiato 15 anni! ho una famiglia da mantenere, io vado a lavorare… non comment[latino]), al fin della fiera, un felice consumatore(di cacca confezionata da multinazionali, del latte, della carne, dell’informatica, dei farmaci e non per ultima dell’educazione pubblica e privata i cosiddetti universimentifici…), un prototipo… un “oggetto”.
Quanta retorica c’era negli oggetti “articolari” della pop art, raccontavano di una realtà seriale che appiattiva l’individuo. Oggi quel materiale che alcuni chiamano arte(non io; l’arte “esiste” o non esiste[la seconda], non rappresenta, non è retorica narrativa.) ha preso vita nell’archetipo-prototipo dell’HOMO SUBIECTI(suddito) fautore di mansioni comandate…
quei “totem”, quei “golem” articolati prima da una società e civiltà fintamente autarchica che vuole il benessere di 6 alle spese dei restanti 6miliardi di replicanti, raccontandogli con la retorica dei Subiecti(i politici) che è un’opera di bene, sono al loro volta schiacciati e manipolati dal buon vecchio inconscio(che è soggettivo ma  manipolato, arrestato dal subliminale dei media(TV) dunque oggettivo, resta la schieggia d’anima che lo scienziato, lo psichiatra nomerà psicosi) di Freud, Jung e  Lacan, che esce fuori quando s’impernacchiano in clamorosi happening di primordiale imbecillità. E’ d’uopo dire: tutti sanno parlare ma pochi hanno coscienza di

quel che dicono.

fonzienw8.gif

 

 
p.s.
ho ricevuto anche questa minaccia, da qualche minuto

minacce.PNG

quanto riderò in tribunale… non saprei “concettualizzarlo” se non con una metafora: Apre l’uecch.

08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif

come vedi o vedete è evidente il mio indirizzo mail(ne ho uno perchè non ho da nascondere)che è già stato comunicato alla polizia postale, insieme al resto 😉

riconfermerei
fonzienw8.gif

salute dell’uomo

pensa il nevrotico.

 

 

 

non cogito ergo

sum.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fumo.

(molto)
 

 

 

 

 

 

 

 
non sono un blogger “professionista” a detta dell’assistenza del Wolkspress, Warning! alcuni scritti potrebbero essere “pensati

 

 

 

 
08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif