Fonz

Fonzarelli un giorno disse: Hei.
E fu la creazione.

Poi dette un cazzoto al jukebox
e fu la vita.
(Hei)

THE_CHURCH_OF_FONZIE

Annunci

Basta egemonia femminile Il maschio deve ribellarsi

Éric Zemmour, autore di un provocatorio pamphlet che ha diviso la Francia: «C’è un nuovo totalitarismo, la società è plasmata sui valori delle donne»

Il titolo Le premier sexe (ora tradotto in italiano da Piemme: L’uomo maschio, pagg. 143, euro 11,50) richiama volutamente il testo fondante del femminismo francese Le deuxieme sexe di Simone de Beauvoir, la compagna di Jean Paul Sartre che lì, nel ’49, scriveva: «Ebbi una rivelazione: questo mondo era maschile, la mia infanzia era stata nutrita da miti forgiati dagli uomini». Ecco, Èric Zemmour, giornalista e polemista de Le Figaro, ha avuto la rivelazione opposta (scatenando una bella polemica intellettuale in Francia). La società è plasmata sui valori femminili, gli uomini (poiché non si può dire «maschi» senza scivolare nel ridicolo) obbediscono ai modelli etici voluti dal feminily correct, l’estetica maschile è, né più né meno, un’applicazione di quella femminile. E le donne? Stanno ancora peggio: «Si sono de-femminizzate. Mentre l’Europa è femmina, i valori sono femmine, ci siamo tutti trasformati in una gigantesca e piagnucolosa Madame Bovary».
Zemmour, quindi la «femminilizzazione» della società è un problema tanto per l’uomo quanto per la donna.
«Per entrambi. Gli uomini non sanno più chi sono e le donne soffrono della mancanza – fisica, psicologica – degli uomini. Le donne traducono bene questo tormento. Vogliono tutto: uomini virili, ma non dei “machi”. Il problema è che devono scegliere. Quanto agli uomini, apprendono, sotto la pressione della società, a respingere i loro istinti più profondi».
Si dice: le donne stanno conquistando la loro libertà.
«Certo, si sono emancipate dal padre e dal marito. Ma sono cadute sotto il dominio della pubblicità. Tutte le loro scelte, fino al loro corpo, sono costrette in norme rigorose. Hanno gettato il corsetto nelle pattumiere della storia ma, sotto la pressione commerciale della moda, impongono ai loro corpi costrizioni ben peggiori di quell’oggetto d’antiquariato».
Viviamo ancora in un’epoca femminista come negli anni ’70?
«È un nuovo femminismo. Il femminismo degli anni ’70 voleva che le donne vivessero come uomini, pensassero, lavorassero come uomini. Il femminismo d’oggi esige invece che gli uomini vivano come donne. La donna non è più un sesso ma un ideale».
Eppure le donne lamentano di vivere in una società che, soprattutto nel lavoro, privilegia ancora gli uomini. Non è così?
«L’entrata delle donne nel mondo del lavoro è fondata su un’ambiguità. È stata presentata come un progresso, un’emancipazione, una liberazione. Ma non si è voluto vedere e dire che questo processo, all’inizio degli anni ’70, ha permesso ai datori di lavoro di fare pressione sui salari dei dipendenti uomini. Ciò non è dovuto a un caso. È ciò che Karl Marx chiama “l’esercito di riserva del capitalismo”. Di solito, questo ruolo è attribuito agli immigrati. È per questo che i salari delle donne sono inferiori a quelli degli uomini. Non è discriminazione. I proprietari hanno assunto donne per questo: per abbassare il costo complessivo del lavoro».
In che modo i valori femminili dominano la società?
«Tolleranza piuttosto che conflitto, consenso piuttosto che autorità, precauzione piuttosto che rischio, intuizione piuttosto che ragione, in tutti i settori questi valori femminili sono portati al vertice. È tutta la società che si abbevera a questi valori femminili».
Ma come sarebbero arrivate le donne ad avere questo potere?
«L’identità dell’uomo è legata da millenni alla guerra. Rischiava la sua vita ma era un eroe tutelare. Ma, con la guerra del 1914-1918, lo sguardo degli uomini cambia. Con questa guerra terribile, questa macelleria, non sono più eroi. Il costo è troppo elevato, vogliono abbandonare la loro condizione d’uomo, troppo pesante da portare. Non è un caso se i primi movimenti femministi datano a quel momento. Sono una conseguenza e non una causa. Le donne si impadroniscono di un potere che gli uomini non vogliono più».
Lei descrive questa egemonia femminile come un totalitarismo. Addirittura?
«Mi riferisco alla volontà di prendere in carico la vita privata degli uomini e delle donne e cambiare i loro comportamenti fino nell’intimo. È l’obiettivo di qualsiasi “totalitarismo”, religioso o politico».

 

fonte:

http://www.ilgiornale.it/news/basta-egemonia-femminile-maschio-deve-ribellarsi.html

Apoptosi

Donne: molta finzione poca funzione, eravate isteriche perchè una realtà, un tempo vi chiedeva d’essere fattrici silenti, e vietava l’adulterio, Freud, un mediocre neurologo verso gli ultimi anni della sua carriera(50 anni) s’inventò l’inconscio con tutte le relative istanze obbligate che non sto qui a dettagliare come un prete fa in messa, vi ha liberate, sdoganate dalle vostre prigioni patriarcali con giochi di parole, Jung per primo, le sperimentò sulle sue pazienti isteriche, poi se le trombava e miracolosamente guarivano tutte (vedi la pellicola A Dangerous Method di Cronenmberg) c’è stata la rivoluzione sessuale pilotata e voluta dai servizi segreti americani, dalle multinazionali che vi hanno fatto credere che vi stavate liberando dal padre oppressore, in realtà, stavano cercando reclute, nuovi schiavi oltre al maschio da inserire nella catena di montaggio, vi hanno illuso con la libertà economica, l’indipendenza data dalla stessa, lo stipendio, ma siete passate da un padrone(il marito) ad un altro il capoufficio che cosa è cambiato veramente in soldoni nella vostra realtà biologica? Nulla siete comunque serve di un uomo, si forse avrete acquisito l’apparente libertà del tradimento, ma è una facoltà che avete sempre avuto, siete solo passate da un padrone ad un altro. Chi ne paga le conseguenze sono i figli, e voi stesse, in dignità, non ci può essere su questo pianeta, femmina senza maschio, almeno nel genere umano, e disumanizzandovi non avete fatto altro che decretare una gabbia ancora più stretta, nella quale avete rinchiuso anche i vostri figli senza padre. Non si può evadere dalle norme matematiche della biologia. non si può trascendere se stessi a meno di non essere un dio. e non siete dei, ma prosciutti appesi.

devo dormire l’ora è tarda ma se ora è già domani; dormire a cosa serve?

a non vederci doppio? già sarebbe una vis.

 

e invece mi faccio una moka da 3 tazze di qualità rosssa ed un grammo e mezzo di vit C e poi dormo a pomeriggio!! sono già sveglio.

 

femmina tu mi puoi salvare ma… poi paradossalmente dopo il coito non ce la faccio, non ce la faccio a sopportare la tua presenza gravosa nel letto; tu che pretendi di addormentarti sul mio petto aggrappata, ed io che devo aspettare sin quando non prendi sonno per “scrollarmiti” e migrare dall’altra parte del letto e quando sto per prendere sonno; come piovra nuovamente m’assali e mi chiami amore nel sonno, io non sono amore a sto punto ma termosifone, e mi slaccio e più mi slaccio più ti allacci…

“Buongiorno; ciao amore stanotte ho dormito benissimo”,

si lo so,

“in che senso?”

no lo immagino anche iooo…

“non dormivo così bene da anni… e tu?”

no ho fatto degli incubi…

“stringimi forte amore sono rinata… e tu?”

io ti ripeto ho fatto incubi orribilissimi,

sognavo un letto matrimoniale a tre piazze,

per andarmene nella piazza più lontana a fare baldoria

(cioè dormire senza la piovra addosso)

“e poi ch’è successo?”

Noi non possiamo più vederci.

Pianti, lacrime, acqua come se piovesse.

“Ma che t’ho fatto?” no

tu niente sono io che…

“e non possiamo trovare una via di mezzo?”

ahem l’abisso?

“ma che dici non ti capisco”….

Alla stazione:

“stanotte è stato bellissimo e per te?”

e nsomma…

“cioè cosa vuoi dire?”

te l’ho detto incubi.

“quando sogni io ti sento che sbatti fai ti rivolti,

e ti stringo forte so le cose che hai vissuto e voglio

sempre stare abbracciata con te”

appunto…

“Quand’è che faremo di nuovo l’amore?”

MAI.

parte il treno, lacrime me ne torno a casa e dormo finalmente in santa pace dopo una settimana… Non ce la posso fare le mie relazioni di coppia dipendono da un matrimoniale, e da una che non s’aggrappi per addormentarsi; senza dormire non si può stare.

“sei troppo comodo addormentarsi tra le tue braccia è comodo”…

Realisticamente non dovrei apparir tale io sono un personaggio scomodo, anche a letto!!!Una personalità direi più che un personaggio.

 

 

 

 

 

 

sto morendo hai fatto una puzzetta?!

“no è stato Cesare(il cane)”,

002

FALSA!!!!

mai fatto puzze in vita sua il mio ragazzo in quasi 3 anni di convivenza tranne quando proprio non stava per scodellarla a casa, quindi sei stata tu… che c’è di male nell’ammettere che scoreggi? posso andare oltre ma incolpare Cesare per la tua puzza che mi sta facendo andare in coma apoplettico è ‘na cattiveria enorme!!!

ahahaha…. sto scherzando ma… (mica tanto eh!)

“perchè quando stai per addormentarti scatti come una molla?”

Perchè cerco d’intrappolare la zoccola che sta mangiando il formaggio…

“ma QUESTA non l’ho capita”.

Neanche io.

 

 

 

 

 

ho fatto 13!

 

ci hò 26 ani

s’ho spossata da

36 cioè de prima

che naschetti

m’ano fatta la macumba

envece d’esse sicula

s’ho nata umbra

ma

lo marito storpiato

me l’haggio comunque

trovato

ne volevo uno marziano

ar cazzo grosso

debole de mano

un vibratonre!

come devo dì…

 

e dall’ingrosso

cioà de quanno

aggrida ammezzo a

vucciria ch’er merluzzo

ha sproporzionato!

s’avvicina tutt’er

marcato ppoi lla realtà

un merluzzetto quanto n’acciuga

manco c’ha… ll’a natura ha

speso li cojoni pe ffa la voce

pe’ resto rtroppo la fava

nun se coce…

(ma sti so cazzi

mia che chiiiiiiiiiiiiii!!!

nun c’ariva, cosissia)

ma ch’à quarcuno me deve venì addì

hao! ma te stai a trombà ‘r macellaro?”

solamente pecchè me fa

a fettina fina fina?

pecchè mi marito all’anghelo

che venne la sardina

che ‘cha che nun va?

quando lui vuole troppo(riqualificazione ad est)

ciao
ciao
maaaa non dovevi partire in Romania?
Si! Sto partendo!
ah…e qua che cazzo ci fai scusa, se sono diretto?
Non mi hai chiesto neanche cosa andavo a fare?
scusssami amore ma… cosa vai affare in bulgaria?
Romania!
romania, scusa, si infatti mi suonava un po strano
Non te ne fotte un cazzo di me!
nooooooooo ma perchè sei così drastica ddai io ti v..vv.v
Che hai detto?
Ancora nniente, ma mi ricordo quando eravamo felici insieme
l’amore che mi trasmettevi tra’a ggente, il brivido del tuo corpo
mi dava vita, ricordo i peli ritti ma a quanto pare mo è f..
F? cosa?
stai annà!? scus sto perdendo mile punti..
Sei una merda! Io parto per la Romania per fare un aggiornamento professionale
non ci vedremo per mesi e tu sei li che giochi…

no scusa aspetta 
poooooooff… mi hai fatto perdere 7500 punti
Ti odio! è l’unica parola che mi viene in mente Ti odio…
SI ma gira la chiave quando esci per favore(dopo monto a serratura nova).
Slamp, trc trc.
…finalmentene ce famo sto giro di DOOM.

la zia, mort(a)e [commedia cittadina]


premi play e leggi.(soundtrack)

 

 

Non ho capito
che cazzo voglio
o non voglio,
che lingua
parlo o non
parlo,
leggo ma mi
fraintendo.
Oggi sono in sciopero
che qualcuno mi lanci
‘na scialuppa!
che qualcuno…
Che cos’ho?
sto soffrendo
cosa non ho,
molto.
Delirium tremens.
Quando son solo ti voglio
quando ci sei vorrei esser
solo un po meno
schizo
frenico…
dell’aria pulita! qui
c’è puzza(di socialisti!).
Garofani
quell’odore di stantio
che subisci al cimitero
ho sempre pensato fosse
degli ultramorti putrefUtti invece…
erano i fiori;
il profumo di
quelli freschi si mescola
ai decomposti, crea la
balbuzie sinestetica…
senza etica sensoriale.
Come l’odore, la scia! che
lascia la vecchiona(bisbeticoeretica) di qui
di casa mia! che
non si lavò mai
di coprire poi, cercò
riscoprire l’a(e)ssenza
del buon odore
con un profumo forte
da 3 lire
amalgama al corpo compianto.
La morte!!!
quando passa
oltre la scia lascia
un borbottio incomprensibile
fatto di
 
-“si, no, quante shcale devo f,
shta per piov, shcusa, prego, avanti, la schpesa pesa
chi sono? lo scoiattolo! anzi l’ho
scordato(lo), shalgo schiendo?”

Se ti blocca per le scale
resti pazzo;
paralizzato per ore
stordito dall’odor,
del fu fiore(del male)
più che altro dalle parole,
l’impianto scenico
apparentemente casuale senile
demenziale, bevo per
dimenticare.
Non ce la posso fare, per favore
devo andare,
-scusi signora
di 120 anni, le scale le fanno male?
salga in groppa a cavalluccio
la prendo in braccio, sto
vomitando
la porto io al
5°(elemento)piano
ascensore umano
-per carità però
stia zitta, che perdo la
forza la rincorsa,
della slitta sono
in apnea sto per collassare,
ad un passo dalla
fine, l’enfisema polmonare.

“Grassie giovane… buongiorno e arrivederZi caro.”

 

 

 

Onnoooooooooooooooooo
ooooooooooooooooooooo!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
he!no; la replica non ci sarà…
(…)
ahò befana…
(…)
ehi!!!

fazzio le scale sino al 5° piano le gambe mi fan male
devo portare la scpesa sono sola, sono sempre stata sola
confinata al 5° piano ho 121(mila) anni e dunque vado piano
all’epoca mia z’erano signori, uomini, ora mi sbattono
la porta in fazzia perchè scion veccia, brutta, ma vivo.

 

 

porcoddeaz nonna non puoi sequestrarmi con la tua poetica
divento un animale, m’imbizzarrisco come il cavallo mi
nasce naturale l’istinto
di protezione, salta in groppa anche se dopo
dovrò farmi la disinfestazione!!
chi son costoro che ti sbattono la porta in faccia!!
porcamiseria ladra chiamami telefonami così che io gli faccia, non so che cosa!!!
son tuo figlio, nipote, marito mai sentito,
l’acrobata che ti porta e regge s’un dito
la vecchiezza non è che il raglio, di ieri, della giovinezza
impressione onirica mentale. L’ospedale dove
ricoverati stanno i ricordi malati, però
se il futuro non esiste
cos’è dunque il passato?
un fiore “putrefa(t)to”?
Il rosso garofano
splendente oggi,
domani sarà morente,
puzzolente(come te) nonna
che non t’ho mai avuto,
dunque passato e futuro sono
niente, cosa conta dimmiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!

Sciolo il presciente(amor mio!).

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!
il presenteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!
amor miooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!
ho sempre

 

 

sbagliato

 

 

tutto nonna!.

 

 

 

 

-M che belgli occhi grandi
che z’ai! shembrano turtelen…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
ghoul

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

te l’avevo detto nonna
di star zitta
ora mi tocca
mettermi il tuo soprabito
reggiseno, e collaaaaaant
che schifo!.. solo per fare il
lupo frocio della favoletta
di Charles Perrault..
ma
io non sono frocio;
neanche lupo

 

 

sono

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

una favola.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cappuccetto.jpg

 

 
cappuccetto?
mi sa
aspettare…
grauuurrrr!
185cl.gif

critica d’arte: un significato a quel nonsenso, statale tributato.

non si può giudicare altri se prima non
s’è giudicato se stessi; ma se l’altro
è un artista e tu sei un giornalaio
dovresti prima trasmigrare divenendo
artista, giudicarti, poi dopo un suicidio degno
di Tenco ritornare nelle tue spoglie borghesi mortali.
Dopo tale passaggio potresti forse intendere il senso
intenso dell’arte e molto probabilmente non scriveresti
più niente, grafomane, la tua è una sottospecie;
di parassiti, che succhiano il sangue dalla poppa
di dio. (senza per altro edificare una propria
verità autarchica). Vi schiaccio come insetti
fastidiosi l’estate, con la paletta con la lampada
al neon colorato(l’arte) che v’attira e fulmina.
Non ci sarà uno scompenso nel peso specifico dell’universo
dopo la vostra esecuzione, anzi, volerà più alto
(l’aerostato Gaia, dopo aver scaricato zavorra).
il concetto d’infinito.

 

l’autore

 

da fastidio…
all’uomo piccolo, grande o medio borghese
a meno che non sia stato decretato tale(e dunque annullato)

attraverso i propri canali;
il filtro mercificante del media, che improvvisano una
paternità grossolana per poter speculare su ciò che
credono li farà balzare alla ribalta, nessuno

fa niente
per l’arte, perchè l’arte

non fa niente

per nessuno.
E’ la sua costituzione;

richiedere all’arte un impegno

è come aspettarsi una tigre

castrata che finge sotto colpi

di frusta d’esser un agnello,

salta in cerchi di fuoco,

si siede a comando ma

alla prima possibilità

divorerà il suo addestraTtore,

ed una fetta di pubblico balzando

inaspettata, dal’arena circense e

guadagnando gli spalti.

Ahahahahah…. prrrrrrr
L’arte come la tigre è selvatica, anarchica e

non è per un pubblico umano seduto compostamente, l’arte è
il significante senza significato:

in quell’abisso ontologico
apparente, verticale, antimaterico, ma vertebrato
si trasla la critica,

s’improvvisa figlia
di nessuno se non
del buco nero.

 

 

 

inevitabilmente anale.

 

 

 

 

Velut aegri somnia

mi hai telefonato s’una linea preferenziale…
che d’andare a badare il cellulare(onirico) non
m’accorda l’universo,
siamo distanti.
sono diverso.

Presentata al solito in veste di
pietanza… La
tua laurea in giurisprudenza
ormai arruolata dal tirocinio
con squali veri, un
posto di lavoro assicurato in tutt’italia anzi
nell’euro..
Solita, laconica domanda sulla quale
cadi, inequivocabilmente:
Sei fidanzata?

NLS la tua affatto inaspettata risposta,
(ad effetto che ha poco effetto)
cioè ho una relazione con uno…

Lo stesso di quando ci frequentammo quasi
9 anni fa?

no, guarda che io sono
cambiata e, ho avuto altre relazioni

Peggio!… tenendo sempre il santino
nella manica!?

Non è colpa mia se vivo nel sud dipinto di
sud a casa coi miei.

Ok, l’autista autistico
a disposizione
, affabile, aperto,
bendisposto, comprensivo, gentile, sensibile, che
mi descrivesti “insignificante
un poveretto che scalda il letto
è cambiamento.
Indagare la tua
spititualità come l’avresti
definito?..

chi sta da sola da queste parti
dopo i 26-7(mila) o è una zitella frigida
o una puttana.

 

 

 

 

 

 

 

 

nel silenzio si esprime il capo.
e l'(e)orrore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dell'(e)assenza; zitella;
frigida, puttana o
banana…
Banana_delfino.gif3SE0o3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
te la dedico forever and ever, nevermind:

sbagliai a giudicarmi profeta; solitamente si sbaglia ineluttabilmente ogniqualvolta si giudichi qualcuno.

Io non sono un profeta, ma un messia.

 

Salute, e tanta carne a tutti…

anche ai vegani, che castrano e sterilizzano i gatti ed i cani,

la carne non la mangiano direttamente, è una questione politica, biologica psicoanalitica…

 

per non parlare di quando obbligano un carnivoro predatore qual’è il cane, il quale quando copula col Lupo che è carnivoro, restituisce una progenie fertile, questo in biologia significa che Lupo e Cane sono lo stesso animale vestiti diversamente; dicevo quando s’impegnano questi individui che vogliono fare della loro rivoluzione gustativa una virtù; un impegno sociale, non s’accorgono che poi sono i più grandi torturatori e carnefici peggio di chi matta la vacca con la pistola transcranica al mattatoio; IL VETERINARIO, ufficiale medico addetto all’esecuzione o alla supervisione della stessa, il quale si erge a vessillo morale e rappresentante politico certificato, da una laurea tenuta su dalle multinazionali dei mangimi(colgate, palmolive etc), delle scimmie senza pelo erbivore… il quale è il macellaio che toglie le palle ai gatti eda ai cani, che svuota di utero ed ovaie le femmine di tali specie, e le viviseziona per tutta la vita perchè mangiano i mangimi, i pellets, delle multinazionali che lui stesso consiglia che gli faranno venire il tumore in ogni distretto, in quanto sono composti all’80% da cereali; il lupo in natura non mangia polenta, e non c’è nessuno che gli prepari una pagnotta di pane; potrà mangiare una mela, o dell’uva per acquisire della vitamina C, e per purgarsi, in quanto solitamente la vitamina C la quale è alla base della produzione del collagene, la materia di cui son fatti tutti gli organi, specialmente articolazioni, ossa, cartilagini, organi semirigidi etc etc(per questo i cani soffrono la displasia, perchè nessuno da la vitamina C alla mamma gravida ed il calcio ed il magnesio di cui avrebbero bisogno… e così i cuccioli nascono deformi, anche se su questa impalcatura “naturalista” ci sarebbe da elargire un’impronta biologica, nel senso della scienza biologica umana: in realtà alla nascita i cuccioli sono tutti sani, nessuno presenta deformazioni ossee, tranne in rari casi di effettiva displasia, come in umana, si nasce displasici, e non si diventa… in realtà la displasia all’anca del cane è un tonfo nell’oscurantismo medievale esoterico; alchemico, dove le leggi della chimica della biologia e della medicina(che non è una scienza ma, appunto una messa in scena, arte, teatro) vanno a farsi fottere e nessuno dice niente, tutti si ingollano quello che dice il vet che è più ignorante di una capra lobotomizzata, e deve fare cassa, egli afferma che un animale che nasce sano ad un certo punto della sua vita, ora in tempo di crisi, siamo arrivati ai 3-4-7 mesi per lastrare, manipolare e rovinare le articolazioni morbide, latitanti di un cane bambino in crescita, che sicuramente svilupperà qualche forma d’artrosi dopo che con un distrattore il vet, che vuole bene agli animali(è sempre lo stesso che da il colpo di grazia alla vacca, all’agnello, al puledro in mattatoio) gli ha strappato il legamento rotondo anche detto della testa del femore, che ancora appunto la testa del femore, cioè l’articolazione, la capsula articolare del femore con la superfice lunata dell’acetabolo(cioè la conca che accoglie la cupola), questi accertamenti prematuri non solo strappano il tendine fondamentale per la stabilità di un’articolazione ma sublussano o slogano alla grande la stessa, iniziando il processo artrosico che dopo 4 mesi verrà definito, unica specie in natura a soffrirne(il cane): displasia all’anca anterograda(l’aggettivo lo aggiungo io che sono una mente pensante)… da non tralasciare il labbro acetabolare fibrocartilagineo!!! il quale viene “sverginato” dalla lussazione del distrattore e predisposto ad innumerevoli successive sublussazioni: ecco a voi la displasia all’anca del cane… se il cucciolo fosse nutrito come un carnivoro predatore e quindi 80% carne, e 20 cereali o altra monnezza, sarebbe in grado di recuperare l’inutile stress, distruttivo del vet macellaio che deve pure sopravvivere e quindi pensare al futuro; dunque siccome l’equazione è inversa e cioè 80% cereali, terriccio, spazzatura e 20% carne o proteine di derivazione animale, dunque anche peli zoccoli, corna, tumori, animali autanasizzati, sangue, cacca, piscio etc(tutto contiene proteine!!) sti poveri carnivori(stesso discorso uguale per gatti e furetti) non mangeranno mai carne nella loro vita, è normale, se non inevitabile che un carnivoro in crescita che viene alimentato senza carne, presenterà delle deformazioni, il rachitismo; ritardi di crescita, artrosi, tonsilliti, criptorchidismo, otiti, atopia, irrequietezza, instabilità mentale et etc, tutto a vantaggio dell’elite che li dovrebbe curare ma che li ammazza e viviseziona lentamente. La stessa cosa avviene per l’insaccato essere umano, se sei un amante degli animali, fai girare questo post.

le irremovibili

una volta che le hai lasciate,

quelle insicure se ti rifai vivo

ti mandano fanculo, però

che caratteraccio… oddio!!

 

 

 

 

e poi ci sono le irremovibili

si mesmerizzano post conoscenza

(le ipnotizzerò… sarà…)

qualsiasi cosa le fai restano,

catatoniche, solitamente

sono quelle che mollo.

posso condividere il

mio tempo con un baccalà?

 

 

 

 

 

se io sono un mare in tempesta

avverto il bisogno

di un delfino in cresta (all’onda!)

al massimo di una

sirena(dell’ambulanza!).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

quello giusto!
mi dicono che
Loro sappiano
aspettare..

 

 

 

ap111314340709164608_big 
La Mummia Fanciulla
Museo Archeologico di Alta Montagna
Salta, Argentina

 

(sta aspettando quello giusto!)

ai borghesi

 

avete fatto gli uomini?

bene.

ora fate la Donna.

possibilmente

cambiando

Cliché

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bottegai!
non sapete
neanche l’arte
di far soldi veri.
senza la mafia delle coop..
e state comunque sempre in perdenza.
Patacca!
Quale sinistra devo votare io
quale ignobile imbecille che
rappresenterà i vostri interessi?
dammi un nome che lo v(u)oto
come un calzone, fracchia!

i danni della virtù

M’a rimbarzi

(so che l’ho scritto male ma

ma rimbarzi uguale)

qualsiasi specie, sesso,

nazione, pianeta, alieno, donna,
uomo, cane, demonio, dio, tu sia.

MA RIMBARZI; io so’ superman.gif

ho visto cose che voi esseri umani
(e non vorrei dover continuare
perchè la mia vita è già disumana
e ringrazio quel dio apotropaico
che me l’ha resa tale, perchè ciò
significa che sono importante ai suoi occhi
se mi ha preso in considerazione umiliandomi
ma m’arimbarza, per questo continua a
torturarmi)

 

 

le ultime parole del mio psicoanalista prima di rassegnarci:

“la metà delle cose che lei ha vissuto avrebbero annichilito il 90% della popolazione eppure

lei è in piedi, cammina, parla esprime dei forti concetti,

lei è un resistente;

cosa la tiene in piedi
non è dato di saperlo;

le consiglio all’uopo il testo di…”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 ma il testo di
ovviamente
MA RIMBARZA.
specie se me l’ha
consigliato uno.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

discendo
da parte di
mamma da
una piccola colonia
di soldati spartani profughi
scacciati da Sparta.
(cosa!! avevano
s-combinato?)
approdarono
con una nave scassata
in un porto salentino.
E ne fecero loro casa
la chiamarono…

 

 

 

 

 

 

 

 

Kallìpolis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

e…
nessuno/a mi ha mai espugnato.
(neanche dopo
fratture multiple
purtroppo acquisite
dalla vita)

 

 

 

 

e non so dire che sia
stato un bene.
Ma ci sto lavorando,
a tempo perso…

 

(haha lavorare che verbo
disintellettuale,
devitalizzante)
lavorare
gente
lavorare!!

il lavoro nobilita l’uomo!!
che non lo fa…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TFREF93.gif

le mie 475 ex hanno paura dei miei cani
più che altro dell’attenzione che gli dedico
la stessa che non fu secondo alcune pari o
superiore alla premura prestata alla loro persona…
Vi ho trombate e siete diventate poi attrici, scrittrici;
avvocate affermate..
(ho traslato in voi un millesimo del mio
potenziale nucleare)
Mi chiedo
con debito di risposta anzi;
un mutuo decennale:
Che donna sei
se come parametro di confronto
hai un
cane?

 

 

 

 

 

La donna vede nell’uomo
una macchina
un inseminatore
una casa
un’impresa
nel momento in cui
i tuoi affetti sono
collocati in un cane
si sente defraudata
perchè la sua arma ad effetto
era quella
“l’affetto”
per giungere alla idiozia
internazionale di non si sa
cosa, dove cazzo devi andare cosa!
e davvero che a te preferisco un cane(corso)
anzi DDDUE, siamo in tre il numero
perfetto è dato. Tu
datti al fanculo.
Io…
non sono un
uomo ma un cosmo
autarchico.

 

ANARCHICO.

 il fiore
che mi tocca;
sboccia.

 

 

 

300bearvt7.gif

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


quando il bruciore di stomaco ti tormenta
puoi provare con un fucile a canne mozze
alla tempia, non fa male, dopo starai benissimo
e ti consegnerai all’eternità.
gaviscron non è proprio la stessa cosa…

 

 

sempre ammesso che tu
abbia facoltà messianiche
se sei un omo medio
prendi i graviscond
e mejo.

Kurt forevernever

 

 

 

 

 

 

 

mind

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
na giorna mm’a siccido
bevendome na bottja sana de
graviscom,
dicci ca fuzziona?
o’ provo poi
te faccio sapè
da l’oltre toma.

storia di un impiegato

 

 

DIVENTERO’ EFFEMINATO SOLO

PER ESSERE POLITICAMENTE

CORRETTO(grappa E COCAINA) CON LA

(MIA!!) DONNA, CHE A LETTO

VUOLE ROCCO SIFFREDI

PER FAR LA COMARE VUOLE UN GAY

PER FUMARSI LE CANNE UN AMICO UOMO

(perche tu non fumi e mi fai venir paranoie!)

PER ANDARE IN VACANZA LE SUE

ODIATISSIME AMICHE…

INSIEME SULLE SPIAGGE

DEL MAROCCO…

 

Ma… posso venire?chienmdrbg31.gif

 

noOOO!!! è una meta spirituale

dunque il sesso maschile è escluso

 

ma solo il mio o anche quello degli autoctoni?

 

Sei il solito maschilista di merda, NOI!

FEMMINISTE FAREMO SEDUTE

DI ATUTOCOSCIENZA!!!

(in Marocco…)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
HO BISOGNO DI STAR
SOLA SENZA DI TE PER CAPIRE
QUANTO TROPPO T’AMO!!!

 

 

 

 

 

 

(NON SAPREI COSA AGGIUNGERE AMORE
D’ALTRONDE SEI TU CHE LEGGI HARMONY IO
SONO UN IGNORANTE ILLETTERATO)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
smile sperm.gif

arriva POI nella buchetta un dvd anonimo(la migliore amica che lo corteggia?) dove LA donna è nel bel mezzo di un’orgia, con le odiatissime amiche, AUTOCOSCIENZA(non si discute).

e quando LUI la molla,

dopo aver pubblicato il video su youpork

LEI gli lancia dietro tutta la famiglia,  anche

i carabinieri per divulgazione indebita di materiale personale sensibile,
che

egli stesso travestito da Mohamed avreBBE ripreso…
ma…

la sua faccia (della LEI) si nota vagamente a differenza del corpo,
ED il corpo, appunto, del reato è l’anello a 18 carati che
“spumeggiante” manifestava in soggettiva(una pippona!) ed il tatuaggio
sull’ossosacro(che originale…)

 

 

 

 

Danni e virtù della realtà virtuale sono mali
senza sale(nella zucca). Ma…
lui ne esce vincitore e lei
come se già non lo sap(r)essero tutti
continua imperterrita ad intERPRETARE
la “carriera” da manager autocosciente
indipendete anche dai suoi figli
senza padre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La parità sessuale; infelicità imposta
da un diktat dei poteri forti(per arruolare
anche le femmine nella macchina macinacarne
della catena di montaggio industriale, del lavoro o lavorio)
macina i più deboli, inconsci, determinati
nella loro allucinazione subliminale di
un progresso virtuale.
Non c’è emancipazione dall’ignoranza se non leggendo,
Dalla mignotta se non cambiando donna,
Dal dente putrefatto se non
facendoselo cavare.

 

 

 

conigliastro.gif

estinzione

 

Paleontologia, storiografia e religione
ci hanno consegnato un messaggio di enorme portata:

 

si estingue chi ecceda:
inutile; dannoso, non coadiuvante,
il sistema ecologico Gaia.

 

Da ciò il dilagare di tumori ed altre malattie incurabili

(detenute, speculate come
tali dal volere mediatico; messianico delle bigpharma,
L’istituzione democratico/borghese…

in qualche modo dovrà pure affettare sto salame spesso 7 miliardi,

che ha fatto stagionare per 100anni… e sennò come facciamo?)

FreddyKrueger.jpg;

 

 

 
Picasso, Montanelli(per citarne 3!) fumavano 2 pacchetti al giorno;

e bevevano tranquillamente il loro alcool;
sono morti pressochè centenari, erano utili

alla cultura di un’epoca;
altare dell’ARTE…

 

(il Karma!,e stai carma,
non t’eccitare
troppo, che ti viene
il tumore alla mammella
ahahaha.. a..lla favella…)

 

 

 

Muore l’egoista;
l’enorme infame
infantile ingordo

(il borghese Tirannosauro e

simili fossili vedi Steve blowJobs… windows

aprirà ancora, per poco, qualche finestra, che

pure tu ci hai rotto

il cazzo…)
perchè non trova mai abbastanza

nutrimento in Terra.

 

In quanto,

destino vuole, possa

saziarsi

solo:

particolare uno small.jpg

all’inferno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

bassotto-nano.jpg

 
ciao Lucio.

cittadini piccolini

 

un artista bolognese oggi è controcultura
fidanzato con una bolognese è

contronatura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(negazione dell’arte che di per se

non deve esser fatta)

svENImento teoretico

(PULSIONI SELVAGGE)

 

 

parlare per comunicare ad
un eventuale illetterato psicosomatico che attiva
l’orecchio solo ALL’ESIBIZIONE di certificato
di laurea in merito alle tematiche trattate
delle quali poi comprende comunque un fico secco.

 

 

 

« So bene che, per non essere io letterato, che alcuno prosuntuoso gli parrà ragionevolmente potermi biasimare coll’allegare io essere omo sanza lettere. Gente stolta! Non sanno questi tali ch’io potrei, sì come Mario rispose contro a’ patrizi romani, io sì rispondere, dicendo: ”Quelli che dall’altrui fatiche se medesimi fanno ornati, le mie a me medesimo non vogliono concedere”. Or non sanno questi che le mie cose son più da esser tratte dalla sperienza, che d’altrui parola, la quale fu maestra di chi bene scrisse, e così per maestra la piglio e quella in tutti i casi allegherò »

(L. Da Vinci, Codice Atlantico a 119 v)

 

Decline: The Maya Perspective.

 

the old ones are

the young and

the young are old,

from

completely Jurassic

illiterate despite

hyper-technological

media with which

they will

communicate

their hysterical
old age.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 smiley_emoticons_mttao_matrix.gif
 

era
ending sign.

le grafomani

hanno la portata di fuoco di

una candela… un cero da chiesa,

la corrente

che si crea aprendo la finestra; un rutto

le spegne.
assumono psicofarmaci, ma

non quelli giusti, perchè

non hanno le capacità di farsi valere

nella realpolitik e neanche dunque dal neurologo dove

migrano privatamente massoniche.
hanno mediamente

il peso specifico

di una megattera e quando

dovessi cercare di contattarle

saramno irragiungibili,

non perchè particolarmente

assediate/gettonate, più che altro
poichè

consce d’esperienze pregresse
in cui si fecero(ainoi) vedere nel loro
spumeggiante splendore fisico,

hanno pensato bene allor di
nascondersi dietro

un blog dietro
una confezione di nutella
da chilo, dietro

l’apprezzamento didascalico
di 37 commenti ricevuti da

altre balenottere o da fuchi scarsamente criniti…
cosa posso dire di voi..

pubblicate dei testi,

romanzi,

silloge di poesie vaginal-popolari,

antologie pre menopausa
(ci sono donne che già a 40 anni salutano l’estrogeno,
e l’osteoporosi è arrivata alla sinapsi!)

il mio pene enorme non si erige
leggendovi,

non si erige immaginandovi o

commiserandovi,

il mio pene è

 

 

 

 

 

 
la misura 

 

 
attraverso la quale
 

 

 
 

 

  

 

 
esistete. 

 
 

 
particolare uno small.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 no.JPG

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 fonzienw8.gif

 

 

 

 ruttato anche qui:

 http://selfp0rtait.wordpress.com/2008/08/12/le-grafemmine-scrittrici-radical-chic-ca-costa-pic-made-in-splinder/

frocio

insomma, la sensibilità ha un sesso, anzi, una sessualità o quasi..
se sono ipersensibile, e annuso prima degli altri come andrà a finire quest’epoca, la mia relazione, quel bambino all’angolo di strada, se mi cucio i pantaloni, dipingo, scolpisco, m’interesso di design, grafica, parlo con la figa…

 

sarò inevitabilmente una checca nevrastenica, altrimenti…

non sono credibile all’occhio dell’intellighenzia

 

 

frocia.

 

 

 

di questa contemporaneità isterica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
peccato ho tante cose da dire, da insegnare, disegnare anche se

non mi faccio venire un attacco di panico ogni 5 minuti,

se non sono effeminato, e

se non mi faccio inchiappettare da
un altro uomo, frocio,

sensibile artista
di conseguenza(ahah).

perchè pensa col culo(pare), e col
cartello che lo supporta anche se
ed anche se non avesse nulla da offrire, fa breccia
solo perchè si muove e parla come mia zia in menopausa..

 

 

 

 

 

 

 

 

cav_matrix.gif

 

 

 

 
parole famose:
io ho capito di essere froscio a 40anni.
…be l’importante è che tu abbia centrato
il bersaglio, anzi, che lo sia diventato…fifi.gif
(magari imboccato da uno spiccio psicologo cognitivista)08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif
hai pensato poi bene di recuperare le sedute a 100 euro a botta col…
culo. Perchè non hai considerato un altro organo,
che ne so, la neocorteccia, l’inconscio!TFR2D4.gif (l’orecchio!)

(il mio blog di satira sportiva)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

p.s.

chissà magari a 80 anni capirò di essere frosscio.
a 95!..
mi butterò dal 5° piano come

 

 

 

 

 

 

 

 

Monicelli, aveva capito di

 

 

 

 

 

 

essere una checcona…
c’è sempre tempo per rimediarsi un posto

 

 

 

 

 

 
all’inferno  
 ogre.jpg

pastore dell’aNsia centrale(nevrosi post-belliche)…

oggi in Italia ci sono fior fior di allevATtori che “allevano” in bugigattoli, gabbie, retrobottega, “giardini” villette etc bastardoni importati improvvisati da altre ere geografiche etologiche e politiche dove i cani esistevano 3000 anni fa, ed al passaggio di Alessandro Magno, Serse, e l’impero romano furono venduti a peso d’oro, 15 uomini per un cane, da quelle ceneri i “nostri” Mastino Napoletano, Cane Corso, Pastore Abruzzere, non rimase più nulla, ora in asia centrale ed in asia in genere i cani, quelli rimasti se li mangiano. Non abbiamo bisogno d’importare ciofeche dal nord europa ne tantomeno dall’oriente, i nostri ceppi sono alla base della cinofilia mondiale, sono i MOLOSSI(e non molossoidi). Qualsiasi bastardone castrato rilevato da un canile cresciuto a pane e acqua in un garage e poco o niente socializzato se non la ristretta cerchia di persone e/o animali che dovesse sorvegliare o difendere, sarà un cane da guerra. La genetica è rilevante nell’ordine di un 10%… il resto è condizionamento, altrimenti il pastore abruzzese non potrebbe(ailui) credere per tutta la vita d’essere una pecora; eppure ci sono “fior fiore” di allevATtori che fanno “l’abruzzese displasico” da cortile o appartamento o città(il quale non crede d’essere un ovino anche se mangia pellets come una pecora) che non viene inserito nel gregge, che dovrà accudire, in tenera età, dal pastore(senza fargli avere contatti con altri umani se non il pecoraio medesimo, la sua funzione è quella da millenni, ed è un cane/pecora felice)… qualsiasi cane rimosso dal suo contesto “funzionale” ed “allevato” dagli specialisti per far compagnia all’uomo è un cane resettato, rovinato, le razze originarie(biotipi morfologici funzionali alla mansione che li ha modellati) sono solo un tutù che veste lo stesso “bovino” massacrato da mangime, lastre, expò, veterinari, cinofili, standard, proprietari o compagni di vita, che scambiano il lupo per un pupazzo da ingozzare di crocchette ai cereali e vaccini. Il lupo mangia carne, non viene vaccinato da nessuno, appena sente l’odore dell’uomo a distanza di chilometri scappa. Il cane è un lupo deforme, manipolato dall’ignoranza di una scimmia superstiziosa e megalomane, ci sono testimonianze paleontologiche su come il lupo si sia avvicinato all’uomo, ebbene, non si è mai avvicinato, è stato catturato brutalmente ed attaccato ad una pietra, (la palla al piede) così con tutti gli altri animali “domestici” dopo due generazioni di pietra al piede diventavano più docili, immunodepressi e domestici… Non c’è un incipit francescano, tutti gli animali che abbiamo domesticato hanno subito la nostra volontà brutale, schiavi, così come si faceva e si fa tutt’ora anche con i nostri simili considerati animali da mercato, con gli africani (con la palla al piede) hanno costruito l’america, con i bovini l’olocausto caseario che si compie quotidianamente ai danni di migliaia di vitelli che nascono e vengono scannati perchè il latte se lo deve bere una rincoglionita di 70anni con le protesi all’anca e l’osteoporosi causata integralmente dal latte e dalla carne dei vitelli, nessun’anima muore invano c’è un Karma anche per gli anima-li…