VIR(t)US

può accadere vi sia una buona idea,
non finalizzata al potere personale,
può accadere che quell’idea diventi di tutti.
può accadere
se vuoi.

 

 

(l’ho pensata
ora ed è già
tua)

 

 

 

NO LOGO.

 

 

 

 

italian factory

 

 

bersani-grillo-120521210519_big.jpg

 

 

berlusconi_fini01.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 PAPA.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
avete bisogno di guinzaglio e museruola
topocani analfabeti italiani, altrimenti
continuerete a realizzare enormi cazzate come questa.
Il Raìs è
il vostro

Dōjō.

 

 

 

 siete un’etnia senza patria, una razza

senza gloria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
you do need to leash and a muzzle
illiterate italians ratdogs,
continue otherwise

make huge bullshit like this.
Rais is
your

Dojo.

you are an ethnic group without a country,

a race

without glory.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(satira peninsulare)

wop* (handmaid rhetoric)

 

 

 

 

 

 

 

Is not Italian style just
an homosexual fashion piece,
it’s the West origin,
rush through your veins ,

 

Roman

 
Empire blood.

particolare uno small.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
not We are merely

TV’s feminized politics…

 

 

we are(& can be)

 

 

 

 

 

 

 Studio-per-centrale-elettrica_1914_-_SantElia.jpg

 

 

 

 

 

 
michelangelo
 

 

 

 

 

 
anatomia_leonardo_da_vinci.jpg

 

 

 

 

 

 

 21631-4423365-7.jpg

 

 

 

 

 

 
77106-ferrari-ferrari-1web.jpg

 

 

 

 
ITALIAN.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
*From Wikipedia, the free encyclopedia
http://en.wikipedia.org/wiki/Wop

Wop is a pejorative racial slur used primarily, but not exclusively, to refer to people from Italy. It is also used to slur Italian-Americans, and it is similar to the word ‘Wog’, used in Australia.

It originated between 1910 and 1915 in the United States. One theory is that it stands for “without papers” (abbreviated WOP).[citation needed] According to Merriam-Webster its first known use was in 1908. The commonly accepted etymology is that it originates from a southern Italian dialect term “guappo”, meaning swagger, derived from the Spanish term guapo, via dialectical French, meaning ruffian or pimp. This also has roots in the Latin vappa, meaning wine gone flat. This theory holds that the term was brought to the U.S. by early Southern Italian immigrants from the region of Campania, who named those suspected to belonging to the Guapparia “Guappi“, in a similar fashion Sicilian people used the term “Mafiosi”.[citation needed] Widely used in Chicago where most immigrants from Campania settled,[citation needed] it was confused by non-Italian people to indicate Southern Italians in general, like the word “paesano”.

Although the history of the word wop is not entirely certain, it can be found in various forms throughout pop culture. One memorable example is the bar fight scene in the film From Here to Eternity.http://en.wikipedia.org/wiki/From_Here_to_Eternity
 

 

 

 

 

 300bearvt7.gif
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Leonardo, Michelangelo, Dante, Bernini, Gacometti, Caravaggio, The Magnificent Lawrence,
Modigliani, Caesar, Marinetti, Pasolini, Sergio Leone, Carmelo Bene, Boccioni etc etc…
American cowboys they were … of course,
their shooting bullshit in American style, a bit ‘as the self shelling of the twin towers… ahahahahahahahahahahahahahahahahahahah (american style)

ye believe it!
 
 

 diota3gl0.gif 

 

 
this man is your excuse to your planetary historic tortrure obama.png

 

never forget

 

 

 

 

 

 

(Saxonian satire)

brame di femmina(speculum)

guardarsi allo specchio e…

aspettarsi che risponda.

 

 

 

 

 

 

 

il web sconosciuto è lo specchio

tradotto in ogni rapporto

come messaggio pecoreccio

ricevuto in autobus

(m’ami? non so,come ti chiami? mbo siiii t’amo!)

sull’ipod, facebuc, blogging etc e corrisposto

in eguale caratura l’immagine speculare

della propria vaquità confermata

dall’insipienza dei media, tv, web cartellonistica stradale

alla ricerca totale di contenuti; d’autore… lei se lo aspetta

con lo stesso palinsesto e fragore dal padre, fidanzato, marito

figlio, così che muiono in poche settimane,

fidanzati

mariti,

figli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

i padri

non ci sono mai

(evidentemente)

stati.

al nord poi; il padre

latita da secoli.

 

Arte

l’oggetto artistico è privo di significati:
è in quanto tale(significante),
autonomo nell’inesorabile sublime inutilità,
un po come la matematica pura, o Mozart.

“Ciro Severino”
Aforismi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

la retorica ve la regalo.

 

 

 

 

 

 

 
A natale.

 

 

 

 08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif

nel comparto assistenza vive la moderazione

nel momento in cui un blogger chiede assistenza, c’è un robottino che dai suoi trascorsi ecumenici paleocattolici, ti dice in primo luogo che: sei un blogger approssimativo, ti offende, dopo aver sfogato la libidine dell’inadeguatezza bacchettata dall’io padrone, è rimasto direbbe freud “alla fase anale” ancora su se stesso alla ricerca di un buco dal quale raggiungersi… fai della psicanalisi da solo è evidente tu non abbia gli strumenti per giungere a quel poco nascosto nel poco del tuo inconscio da chierichetto… dicevo dopo poi nel guano dantesco della sua purga deontologica intravede qual’è la funzione per la quale lo pagano, “l’arrotondamento” e si risveglia dall’ipnosi perpetua in cui soggiogante l’ES lo schiaccia e ti chiede: hai premuto ctrl-shft, o enter? che pasticcio hai combinato?.(ecco riproporsi l’aneddotico agere della vittima schizofrenica narcisista da postalmaket, ammaestrata da un corso per leadership o sheep[probabilmente il significante acquisito]… te le sei cambiate le mutande prima di “assistermi”?)-

che differenza potrà più fare per me ciò che ho premuto, se non ciò che mi preme ora; la differenza la faccio io, dopo l’interazione avuta col simbiante Signor Bonaventura, che magari s’è improvvisato “Autore” al pari di altri facchini, e di quella militanza, attivismo ateleologico ha(nno) impregnato un pleonastico, affaccendato muoversi verso il “finito”. Quegli “oggetti” non muovono mai da soli sono, come dicevo, sempre subalterni facenti capo ad un mesto(lo) caposcuola che nel momento “buio” si riunisce al branco ed uno sostiene l’altro sempre con una certa gerarchia “archeologica” archetipica, mossa dalla prosopopea da supermarchett, palestra, o osteria nei casi più fortuiti… in quel coacervo di “speranze”disattese si manifesta l’ovulo invisibile, mai nato, disperso, perchè scordato nella sua soggettività, ognuno ha un ruolo predeterminato che gli permetterà d’essere(ho studiato 15 anni! ho una famiglia da mantenere, io vado a lavorare… non comment[latino]), al fin della fiera, un felice consumatore(di cacca confezionata da multinazionali, del latte, della carne, dell’informatica, dei farmaci e non per ultima dell’educazione pubblica e privata i cosiddetti universimentifici…), un prototipo… un “oggetto”.
Quanta retorica c’era negli oggetti “articolari” della pop art, raccontavano di una realtà seriale che appiattiva l’individuo. Oggi quel materiale che alcuni chiamano arte(non io; l’arte “esiste” o non esiste[la seconda], non rappresenta, non è retorica narrativa.) ha preso vita nell’archetipo-prototipo dell’HOMO SUBIECTI(suddito) fautore di mansioni comandate…
quei “totem”, quei “golem” articolati prima da una società e civiltà fintamente autarchica che vuole il benessere di 6 alle spese dei restanti 6miliardi di replicanti, raccontandogli con la retorica dei Subiecti(i politici) che è un’opera di bene, sono al loro volta schiacciati e manipolati dal buon vecchio inconscio(che è soggettivo ma  manipolato, arrestato dal subliminale dei media(TV) dunque oggettivo, resta la schieggia d’anima che lo scienziato, lo psichiatra nomerà psicosi) di Freud, Jung e  Lacan, che esce fuori quando s’impernacchiano in clamorosi happening di primordiale imbecillità. E’ d’uopo dire: tutti sanno parlare ma pochi hanno coscienza di

quel che dicono.

fonzienw8.gif

 

 
p.s.
ho ricevuto anche questa minaccia, da qualche minuto

minacce.PNG

quanto riderò in tribunale… non saprei “concettualizzarlo” se non con una metafora: Apre l’uecch.

08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif

come vedi o vedete è evidente il mio indirizzo mail(ne ho uno perchè non ho da nascondere)che è già stato comunicato alla polizia postale, insieme al resto 😉

riconfermerei
fonzienw8.gif

t’amo

 

 

corpo;

di fatto

menti…

 
tra le gambe un cosmo…

penzola in-sondabile psyché

gocciolante inconsapevolezze che

non meriti

 

ed io..!!?

 

non posso più,

permettermi.

 

 

 

grossi disagi nel preparare la moka…

vorrei aver bevuto tanto e di te trovare un saluto, sullo specchio fumante insieme al contatto, l'ultimo conosciuto, un fisso a gettoni, e poi cercarmi, ritrovare un dito e fare il numero del telefono col filo che squilla nella piazza più bella l'unica cabina rimasta è del colore del tempo che con un soffio di vento ti porta il mio nome, torpore, amore, forse… sto sognando d'un sogno senza di te e senza…

Caffè.

coso strano.gif

spleender

ho letto tra i blogs… laconica perla(una delle tante) lanciata nel firmamento dell'etere(etilico!):
"l'assenza presuppone presenza" che in "volgare" vorrebbe, pare, esprimere una dietrologia intelletualistica inaspettata, ordita dall'autore(trice!) in anni passati, nello sforzo escretorio a 45°, in toilette, nell'intento fisiologico-filosofico di produrre una di quelle, veramente grosse, tracce da un'intuizione sulla vita terrena e, perchè no, ultra-terrena, con fare aristotelico peripatetico(dal cesso alla tastiera sgocciolante), sempre nella medesima posa defecatoria a 45, consona ai più come culla d'ottime letture, nella fattispecie, invece gravida d'avvistamenti lucidi sul modus vivendi e agendi che svelano all'inerme e naufrago net-surfer la retta via:

Aho!
Se n'annato…

saludos1if8.gif
(ma prima c'era)
('hovvisto io!!)

morta l’ispirazione l’arte è un vibratore.

Uno dei più grossi limiti od errori dell'era contemporanea è il voler monetizzare, oggettivizzare le competenze.

(Remeron)*

*per coloro che s'avventurassero in questi lidi per la prima volta(ma cosa fate, misericordia, via, via!!), aforismi, tesi, antitesi, ipotesi, assiomi e dogmi riportati in questo blog sono frutto di una profonda riflessione, che accompagna l'autore, me medesimo, sin dalla tenera età, come direbbe Sartre:
L'infanzia di un Capo.

è state

o del mio cuor a pezzi(?)

2 estati.
o 4..
l'agosto è sempre una costante.
dopo il luglio,
e poi..
settembre o quell'altro; ottombre, novubre,
uno vale l'altro, davanti all'immanente immensità del mio trascendere,

toc toc, chi è? io..
prego, avanti! ricominciamo.

bambina (mal) progredita
come nessuno rechi in te 'l marchio,
origine, le tue vestigia tribali, brutali
tra le gambe, il ricordo, rifugio, che ci riparò
arcaico da fulmini di dei molesti.
La caverna.

unta e bisunta.

nuda non ti sporger
nello scorgerti del porger
lesta l'altra chiappa,
quella bella;
sicchè favella non ci dica
della tua muta fica
lo strombazzar d'intenti tra le dita
io! che non ti sento; non vedo
che lo struggere del tempo
che della giovinezza tua
così preziosa fa
granelli per il vento
e ciò ch'è per lo specchio ora
tra un minuto secondino
violentato addiverrà,
scardinato via dal…
silenzio momento,
non mento!
 

omo ridenz

frullati

bevo per dimenticarla…
sono sensibile alle bionde
il cognome vuole sapere pure
ma non credi d'essere morbosa/o?..
cmq

Budweiser.
(si ho corretto un orrore ortografico)

questo post è una puttanata di medie dimensioni,
un remake post litteram della pubblicità della tubbbbbborg anni '90 (perchè mo er copiraig tte lo cercano pure ne' e mutande, salvo, poter aggiungere a pubbbbblicità, "puoi scaricarlo quanno voi o da I tunes…  tiritì taratà questa è una minchia per gente che beve beve holllllllllandia!!du pack, tri pakc) ma va chac khare;

no ssei proprio origginale li ggiovani so ddiversi dda come ttu li descrivi sei un eremita con la calamita e attiri tutte l'energie negative invece dovresti liberatene magari con la medicina orientare oppure sperimettando l'esplorazione anale, il sesso anale non è solo una mera…
scusa macchecc'hai?
no niente tranquilla dicevi del sesso anale?
si dunque noi in comunità sia ragazzi che ragazze ci sottoponiamo settimanalmente alla "seduta liberatoria",
e lo sai da noi ci sono anche tentati suicidi, gente che viene da altri posti irrecuperabile,

si certamente, so tutto,
e quindi anche i ragazzi, con una certa riluttanza devo dire, non ho ancora capito perchè; si sottopongono "all'inculata di gruppo" che il maestro chiama così scherzosamente, ma non ha nulla a che fare col sesso nonostante sia sesso! capisci che figata?
E si capisco si… senti Giulia mi avevi detto si trattasse di un'associazione no profit nord africana mi pare,
be all'inizio, ormai son passati 5 anni, ed ha preso piede, ora si paga un abbonamento abbastanza caro ma dipende sempre dai trattamenti richiesti perchè la struttura s'è allargata ed offre anche servizi di ristorazione, con eventuale "seduta liberatoria" tra un programma e l'altro che, non c'è bisogno neanche di metterla in scaletta, vai alla reception chiedi a Giolimpio e ti dice subito qual'è l'istruttore libero, dunque ti fai il tuo massaggio liberatorio

Je suis qui tu es mort..

peace and love

…andiamo nei paesi del terzo mondo per annientare scovare, neutralizzare l'orrore, solo perchè sotto gli occhi del mondo, di cui nostri concittadini occidentali si nutrono(turismo sessuale) ed il 3° mondo è qui, sotto casa che c'è venuto a trovare, invisibile, per offrirci quei frutti proibiti senza più il bisogno di rendersi intercettabili transvolando oceani, traducendosi invertebrati in Thailandia, nelle isole Marchesi, in Brasile… si offre al patibolo spontaneo per farsi macellare; il buon selvaggio, la notizia non fa scalpore non è sensazionale, non fa ne prima ne ultima pagina sul giornale(l'importante che niente si sappia), nel serpeggiante perbenismo di facciata dell'orco borghese che condanna il clandestino sull'autobus, lo vorrebbe castrare e violenta i suoi figli, in strada, nelle case, nelle auto(blu), col bene placido dell'opinione pubblica, il babbo dov'è?
è andato a fare il massaggio!
dalla thailandese 14enne…

t8pv5z.gif

selvizio completo signole? 

Duo suggestion

l'unica importanza nella, presunta, presenza dell'altro sta nella distrazione-distanza-diserzione da se,
nell'aprir una finestra per guardare fuori ma è una meschina illusione una media algebrica di illusioni,
sinossi di sperimentazioni millenarie empiriche e scientifiche, sceniche… da qui i tradimenti di per se ipoteticamente infiniti se valutati con la chiave prestige delle intenzioni, innocenti, galeotti, grotteschi se considerati con l'altra quella del sentimento che tutto e niente ha a che fare con la noia; secolare maledizione del focolare; ma con la carne (alla brace del tempo); invece, quando Copernico spostò il centralismo umano, tolemaico, lo degradò a quello supposto, illusorio di miliardi di altre anonime galassie, Narciso morì e con lui la coppia, il binomio distrattivo, l'esorbitante e pietosa caritas alla presenza del dio minore vis(ita)to nell'altro, lo specchio, distorsivo l'immagine di se stessi, già manovrata di per se dal filtro dell'inconscio da qui l'Idra di Lerna:  Freud e tutti i suoi figli, le sue teste, divorate e moltiplicate dalla filosofia, in metafisica, psicanalisi, psicologia, psichiatria, sessuologia e 21esimo secolo, il nostro tempo è la summa di tutto quel che abbiamo vissuto, quello che siamo stati prima e quel che ancora dobbiamo.

in tante mi contattano appena rotti gl'indugi dell'iscrizione allo splinder channel molte rimangono deluse quando apprendono, topografiche, che sono alto circa un metro e 70, come se un uomo come il sottoscritto si potesse misurare col cm, dopo l'eventuale mia crisi convulsiva cercano di risalire la china ma ormai è troppo tardi, perchè sono ferite o disilluse e perchè hanno capito che mi stanno girando a mille, sono un intellettuale, non scrivo per accattare la tua attenzione donnina, mi basta camminare per strada, nonostante i centimetri, per catturare sguardi che poi conservo nel conservatorio, sono un dandy, le sarte vanno col cm, è il loro lavoro, le sarte
non m'interessano.

Questo blog fa volentieri a meno del contributo delle sarte.
(se non per misurar(mi) la minchia, attività che avviene però solitamente in un secondo momento, dopo una certa intimità, che non implica(nonostante precisioni nanometriche) l'uso del materiale (radio)attivo in questione… Occhio!!!)

forever after

domani m’ammazzo, mi spiace solo per Carmelo e, per quel che resterà di me, le squallide esequie…
senza funerali di stato, senza il presidente della repubblica che dopo solenni lacrime, di circostanza, ripeta, replicante, l’immenso solito, inequivocabile:
era un coglione.


dopo: concerto sinfonico di Amedeo Minghi, con capelli giallo frumentino e riflessi fucsia fluorescente.

evo
(si; è di un anno fa ora sono gonfio di birra, vedi video successivo)

 

homo sapiens

ci si evolve ogni 15000 anni,
lo dicono gli evoluzionisti…
(il resto son fuochi d’artificio)

è triste morire senza figli…

avere coscienza nel limitare le nascite

è certo
un sacrificio troppo grande
da chiedere alla donna
emancipata
evoluta
dilaniata da una realtà maschilista
esotericamente veramente poco strega
molto "troppo" poco "vacca"(porntube, cuckUld, ed oltremodo amorali "prostituzioni" televisive, carrieristiche e/o [geo]politiche al soldo del potere a parte)
libera di decidere sulla gravidanza
e/o sulla propria carriera eppure..
proprio oggi, come nel dopoguerra;
in un momento di crisi
quando cioè certi valori dovrebbero
reggere almeno le apparenze
la "femmina" umana si lascia andare
a(ll’istinto) quel maschilismo, storico e storiografico,
(che lei e noi abbiamo condannato nelle crociate 68ine, 77ine etc etc)
che la vuole "vacca", "fattrice", catena di montaggio
cacatrice di fasci da fasciare, da mandare al fronte(quale?) a zappare(dove?)
d’un’ ottica medievale nella quale si ricade
ahinoi, nonostante, la teoria della relatività,
ogni qualvolta ci sia una recessione(dicono i giornali) economica.
Si ritorna alla brutalità.
Tutto(i) va, appunto, a puttane.
E…
perché invece

prima?

morsi

mi mandò via l’alcologa;
quando di soppiatto
tra una terapia ed un pettegolezzo mitragliò a bruciapelo:
perchè bevi Remeron?!!

"Questo mondo non è fatto per me", la(conica) risposta
determinante l’attimo,
ciò che si definisce solitamente
istinto
con l’overclockato "senno di poi".

poi


comprai una birra ed
un cane.

che mi ascoltasse, senza,

ribattere.

senza…

thcoffeescreen5183915gn9.gif