Velut aegri somnia

mi hai telefonato s’una linea preferenziale…
che d’andare a badare il cellulare(onirico) non
m’accorda l’universo,
siamo distanti.
sono diverso.

Presentata al solito in veste di
pietanza… La
tua laurea in giurisprudenza
ormai arruolata dal tirocinio
con squali veri, un
posto di lavoro assicurato in tutt’italia anzi
nell’euro..
Solita, laconica domanda sulla quale
cadi, inequivocabilmente:
Sei fidanzata?

NLS la tua affatto inaspettata risposta,
(ad effetto che ha poco effetto)
cioè ho una relazione con uno…

Lo stesso di quando ci frequentammo quasi
9 anni fa?

no, guarda che io sono
cambiata e, ho avuto altre relazioni

Peggio!… tenendo sempre il santino
nella manica!?

Non è colpa mia se vivo nel sud dipinto di
sud a casa coi miei.

Ok, l’autista autistico
a disposizione
, affabile, aperto,
bendisposto, comprensivo, gentile, sensibile, che
mi descrivesti “insignificante
un poveretto che scalda il letto
è cambiamento.
Indagare la tua
spititualità come l’avresti
definito?..

chi sta da sola da queste parti
dopo i 26-7(mila) o è una zitella frigida
o una puttana.

 

 

 

 

 

 

 

 

nel silenzio si esprime il capo.
e l'(e)orrore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dell'(e)assenza; zitella;
frigida, puttana o
banana…
Banana_delfino.gif3SE0o3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
te la dedico forever and ever, nevermind:

Scazzamurieddhru

Rumpicuperchi si chiama il demone domestico, lo gnomo che m’scassat’u cazz:

http://www.ilvillaggetto.it/miti-e-leggende-salentini/13-lo-scazzamurieddhru

Lo scazzamueriddrhu, Conny

non è che non l’ha visto, l’ha mangiato più volte

solo che da quel vomito verde io dovevo esorcizzarlo e non lavarlo col lisoform e buttarlo nel cesso, dal quale poi è uscito inequivocabilmente e continua a rubarmi gli accendini, mi nasconde il portafoglio, lo zippo, quando conny vomita inspiegabile ritrovo lo zippo, biglietti da 50 euro quando andiamo per strada,

lo gnomo lei l’ha digerito e gli ha rubato poteri,

ragazze est europee che di solito hanno paura dei cani grossi; stupende mi fermano per strada e mi fanno tutta una serie di domande assorte sui cani, come possedute,

“anche io ci o cane solo più piclolo(lo gnomo che tte divora l’anima!)

“si posono accarzzare”

si certo ma sei vestita così bene, poi ti saltano sopra e ti sporcano, ipnotizzate
fanno tutto quello che le dico, ma vogliono
comunicare con me continuiamo anche per
un quarto d’ora mentre i cani fanno piroette poi
quando lo gnomo che le muove si stanca se ne vanno,
dopo che gli dico, scusa stavi andando da qualche parte?
-io no! stavo venendo a qui.
a be allora sei arrivata ma ti devo salutare,
perché mi sono rotto il cazzo di fare il circo, lei no
continua ma che razza eno sti cani? posso tocarli
sine toccali, quando li tocca poi se ne scappa e dice
-io paura di cani grossi, ma questi cani tuoi mi piace molto
che razza éno

-Cane Corso

-ma che mangiano?
-rumpicuperchi…

ed è li che scatta la follia, dopo lo gnomo svergognato
allora inizia a sparlare,

-tu questo cano mangia le persune!
-ma sei sicura un secondo fa te lo volevi portare a letto..
-prima hai detto una parola che forse no ha capito beno.
-si rumpicuperchi, rumpicuperchi, rumpicuperchi reumpicuperchiiiiiiii! urlando.
che fa lei? se ne dovrebbe andare dopo uno sclero senza senso del genere
invece resta paralizzata e mi guarda fissa, tutta la gente che era ferma da mezz’ora alla
fermata del 13 che ormai passano uno dietro l’altro non salgono, pacherebbero il biglietto per continuare ad assistere al folklore…
dunque dopo avermi guardato dalla testa ai piedi come un automa per 1 minuto buono esplode:

-tu sei no zingaro come fai a sapere queste cose di me?
io zitto,
-capelli neri, ciglia e baffi nerissimi
tu sei zingaro e sai l’arte!
io zitto.
Ci squadriamo insieme ai 48 occhi della fermata ed allora lei
si avvicina e cerca d’abbracciarmi(prima aveva terrore dei cani)
Cornelia fa un salto di 2 metri e la scalcia sul petto, lei

non si smuove di tanto
ma arretra poi riprende fiato e mi dice
-tu no sei uomo
sei una bestia
-lei ti ha fatto così lei è santana
-tu sei perduto,

a questo punto interviene
anche Cesare ed inizia

a borbottare mai fatto in presenza di esseri
umani anche i più stupidi e meno allenati alla presenza canide.
Lei la biondona continua a fissarmi: baffi belli ma non sevono.
E poi arriva un autobus con 15 minuti d’anticipo, sale e se ne va.

io mi giro tranquillo per andarmene LEI apre il finestrino e grida:
non ero arrivataaa!!!!

scrivo queste cose per esorcizzare sdrammatizzare o che ne so;
la morte non mi fa paura e nessuna volontà esterna
che voglia piegarmi, vuoi fottermi gli accendini? prendili
vuoi fottermi la figa? prenditela
ma i cani ti mangiano e ti cagano
non me li fotterai mai.
Perché il corso purosangue
è stato allevato per difendere
l’uomo da qualsiasi insidia;
terrena ed ultraterrena,
povero chi ha i moribondi
incrociati con cani che non conoscono
e combattono da millenni li
rumpicupierchi.
A rumpicupè è na vita che cerchi
cani o senza cani, di annichilirmi…

perdi sempre ahahahah

sei lo scazzamurieddhru
cosa puoi contro un DIO

cultura pop

pisscialetti

 

i nostri padri,
nelle cui mani si ritrova
questo paese sono stati dei grossi
dilettanti nelle grinfie dei massmedia,
dei poteri forti, delle industrie farmaceutiche.
Solo per il fatto d’aver strizzato l’occhio
a destra o a sinistra
si sono ritrovati una laurea
in scienze politiche, medicina, veterinaria,
ingegneria, architettura etc etf
senza aver mai aperto un libro di testo
(meglio, forse, perchè scritti da baroni
pilotati dalle multinazionali petrolifere),
quando hanno rintracciato Intra moenia una
realtà politica da “leggere” e “ritenere”;
una nazione vera aldilà del campus, del partito
del patronato si sono chiusi
in una valigia come i santoni indiani
è dunque entrato in campo il buffone,
non meno tale di loro, che
sono cresciuti ad happy dais,
boncompagnismo, grande fratello
(regia eredi Craxi),
e via dicendo, considerare un’alternativa
in un popolo di “politici” che si è nutrito
in maniera subliminale dalla stessa cultura
significa fare un autodafè, impegnarsi
antropologicamente molto
per voler riconoscere davvero che
in italia esista una destra ed
una sinistra,
grillo è la conferma del mio argomentare
e coscienza inconscia
(non c’è una coscienza politica o sociale in italia)
di questo popolo di pecorelle,
per non dire pecorari,
pecorari è meglio
perchè gli agnelli finiscono,
in tempo di pasqua incaprettati
all’ingresso delle macellerie dei piccoli borghi,
ove ancora i bambini
possono vedere lo scempio e fare
obiezione di coscienza(o meno umani sono!),
in città arrivano come salami, e

da salami
son comprati e mal-digeriti…

 

 

 

In città i bambini credono che
le bistecche crescano sugli alberi, che
il latte che bevono sia della loro mamma

manager,
che dio esista(come babbo natale),
vanno al catechismo,
fanno skate, la mamma affettuosa
gli da: l’ipoddd, il cellulare,
il portatile, i centoni, pastiglie
che contengono setralina,

paroxetina, ritalin
(invece del latte dalle proprie tette
cauterizzate dal silicone e di 2

schiaffoni
che neanche lei ha mai avuto

[purtroppo]) poi però

non gli ha mai dato amore,
non gli ha mai dato un padre,
non gli ha mai dato
una dignità ed una dimensione da
Homo Sapiens,
quando
intervengono i servizi sociali
gliela restiruiranno…
menomale
che esiste

l’SSN…08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif

logorio mafioso di una politica (a pecora) del farmaco brevettato…
non che si senta parlare più
un medico, che consigli al paziente(oggi utente):
veda lei signora dovrebbe vivere in un clima più secco
(o più umido) dovrebbe mangiare frutta verdura fresaca

biologica cruda ed
eliminare carne, latticini, cerali(tipici ed

adottare eventualmente farro a kamut) e legumi…
laddove il medico di famiglia assurge a prete
(e qualsiasi altro laureato morto-vivente)
ogni consiglio è fede,per cui il moribondo/agnello

intollerante, allergizzato, nevrotico,

diabetico, epilessico, celiaco etc

è indirizzato, dopo una serie interminabile

di tests fasulli neanche riconosciuti dalla stessa sciemenza medica;

verso i farmaci di sintesi
che il simpatico signore con la valiggetta,
entrato prima di voi, all’ambulatorio
ha imposto con

una mazzetta,
magari quella
della
leroy merlin

così da
trovare oltre alla chemioterapia

anche
il mangime più adatto per gatti
(e non quello che fa venire il tumore
consigliato dai vet-erani nella valiggetta

venduto al s.market).

 

 

 

 

 

 

 
300bearvt7.gif

 

 

 

 

 

 

 

 

 Dottore ho il mal di gola!

dice la vecetta 90 enne
cal caggnulen
(incollatogli dall’ASL)

 Signora ma quando crepa?

scussci non ho ben scientito

Signora, gentilissima
con il suo cagnulen
che sta abbaiando da 3 quarti d’ora
le chiedevo: lei(ed il suo cagnulen) quando creperà?

Ha sci no ma non creerà me l’hanno dato castrato…

 

 

ahahahah!
e si figuri se glielo davano intero…
qui in farmacia non sarebbe passata mai cry sfondo nero.gif

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
cav_matrix.gif

la manovella

c’è, vicino la mia casa, quasi attaccata, una fucina di oggetti luccicanti non identificati, un’officina meccanica che però non è ne un elettrauto, ne un gommista, ne un meccanico ne… non è… Potrebbero essere delle ottime prospettive, per un opificio letterario(il caffè no, troppo dandy demodè), o che so, uno di quei posti dove entra un furgone biango ed esce tutto colorato di graffiti metropolitani, oppure semplicemente rosa, o fosforescente, giusto per distogliere l’attenzione della polizia che lo inseguiva, il detective!! Ma… non è nulla di tutto ciò, nella borgata, che non accetta la propria dimensione da purgatorio(le case costano come in centro ma non se le compra nessuno..) vi è un’officina con una scritta al neon enorme, che acceca con un concetto non ben definito ma sublime tipo “PIONEER”(però è solo una copertura, ‘na metafora!!)… ogni giorno ad una certa si sente il subwoofer dell’ultimo concerto dei POOH(riesumati) che l’hanno montato in un’automobile, se così si potesse, poi, più definire… in effetti l’idea del “camuffatoio” alla Grand Theft Auto o A-Team, pocanzi azzardata si manifesta in altre lussureggianti forme inaspettate; arrivano dei ragazzetti(18-40 anni), con delle macchine normali, utilitarie si dicono, e ma… quando escono sembrano dei disco volanti del luna park! e tutte immancabilmente hanno montato il woofer dei PooH nel portabagagli, che mamma poi non ci può più fare neanche la spesa, o mettere il topocane, marmitte!! grosse come i tubi dell’acquedotto, led, condutture fluorescenti disinvolti alla SUPERCAR(ma non sono guidate da Maicol Night, menomale dico io) e su tutte queste OPERE D’ARTE immancabilmente c’è appiccicato uno stampino grande quasi quanto la macchina, vanifica dunque completamente il lavoro di led, alettoni, minigonne precedentemente elaborato sulla carrozzeria(ma non trattasi di svista grossolana o baracconata piuttosto di una strategia top secret alla 000000007), sul quale è stampigliata la rivoluzionaria, militante, appassionante dicitura

 

IL TUNING NON E’ REATO!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grand_Theft_Auto_logo_series.svg.png

Il tuning non è reato!

 

Arte

l’oggetto artistico è privo di significati:
è in quanto tale(significante),
autonomo nell’inesorabile sublime inutilità,
un po come la matematica pura, o Mozart.

“Ciro Severino”
Aforismi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

la retorica ve la regalo.

 

 

 

 

 

 

 
A natale.

 

 

 

 08ff183bbe23985f51d7c9233210dfa4.gif

transitorieta della vita

questo blog è morto, così come splinder la piattaforma che lo ospitava, continuare oggi a scriverci o scriverne è un nonsense senza fascino alcuno, così come tutti gli altri cadaveri traslati sulle altre piattaforme pro-muoveranno, continueranno la loro attività di comarato(le comari) s’un altro balcone, barcone, baraccone di contenuti esuli di forma e significato, benchè significanti la pochezza del nulla cosmico che ci assale quando di fronte ad una rigida tastiera ci sentiamo nevroticamente  “autori”, copywriter, nevrasteniche comparse di una commedia avvilita consumata tutta nell’infradita della pantofola scalcagnata di una vita aimè troppo trita e ritrita, immaginarsi sul palco a fronte dell’orchestra sembra terapeutico per la maestra, la signorina, l’ostetrica, la barista, la ciofecona menefreghista il baldo giovane e l’artista di un’arte sopraffina ma così fina che non s’è vista. Così parlò BellaVista.

spleender

ho letto tra i blogs… laconica perla(una delle tante) lanciata nel firmamento dell'etere(etilico!):
"l'assenza presuppone presenza" che in "volgare" vorrebbe, pare, esprimere una dietrologia intelletualistica inaspettata, ordita dall'autore(trice!) in anni passati, nello sforzo escretorio a 45°, in toilette, nell'intento fisiologico-filosofico di produrre una di quelle, veramente grosse, tracce da un'intuizione sulla vita terrena e, perchè no, ultra-terrena, con fare aristotelico peripatetico(dal cesso alla tastiera sgocciolante), sempre nella medesima posa defecatoria a 45, consona ai più come culla d'ottime letture, nella fattispecie, invece gravida d'avvistamenti lucidi sul modus vivendi e agendi che svelano all'inerme e naufrago net-surfer la retta via:

Aho!
Se n'annato…

saludos1if8.gif
(ma prima c'era)
('hovvisto io!!)

morta l’ispirazione l’arte è un vibratore.

Uno dei più grossi limiti od errori dell'era contemporanea è il voler monetizzare, oggettivizzare le competenze.

(Remeron)*

*per coloro che s'avventurassero in questi lidi per la prima volta(ma cosa fate, misericordia, via, via!!), aforismi, tesi, antitesi, ipotesi, assiomi e dogmi riportati in questo blog sono frutto di una profonda riflessione, che accompagna l'autore, me medesimo, sin dalla tenera età, come direbbe Sartre:
L'infanzia di un Capo.

è state

o del mio cuor a pezzi(?)

2 estati.
o 4..
l'agosto è sempre una costante.
dopo il luglio,
e poi..
settembre o quell'altro; ottombre, novubre,
uno vale l'altro, davanti all'immanente immensità del mio trascendere,

toc toc, chi è? io..
prego, avanti! ricominciamo.

bambina (mal) progredita
come nessuno rechi in te 'l marchio,
origine, le tue vestigia tribali, brutali
tra le gambe, il ricordo, rifugio, che ci riparò
arcaico da fulmini di dei molesti.
La caverna.

unta e bisunta.

nuda non ti sporger
nello scorgerti del porger
lesta l'altra chiappa,
quella bella;
sicchè favella non ci dica
della tua muta fica
lo strombazzar d'intenti tra le dita
io! che non ti sento; non vedo
che lo struggere del tempo
che della giovinezza tua
così preziosa fa
granelli per il vento
e ciò ch'è per lo specchio ora
tra un minuto secondino
violentato addiverrà,
scardinato via dal…
silenzio momento,
non mento!
 

omo ridenz

Matteo 7:2

because the way that you judge others
will be the way that you will be judged,
and you will be evaluated by the standard
with which you evaluate others.

perché col giudizio con cui giudicate
sarete giudicati, e con la misura
con la quale misurate sarete misurati.

ed io vi giudico con il metodo
con il quale giudico me stesso
e devo esser giudicato, al di sopra
di qualsiasi magnanimità divina
io mi torturo, supero il corpo
lo stupro per estorcerne agonizzante
la falsa confessione d’essere umano:
un lamento irriproducibile
inascoltabile, inesistente; l’arte.
Chi, quale essere terrestre potrebbe mai
anelare il giudicarmi
ci avesse provato nel presente
futuro o passato
a mia insaputa non è dato
di sapere quali fattezze
abbia avuto o avrà; lo scellerato
d’umano,
l’
extra terrestre accelerato
o dio inve(r)te(b)rato.

smile rimbarz nero.gif

e come un verme schiacciami
ma non come vivo giudicami
perchè del fare umano non
sei fiero ne tanto meno della bestia
che non ha pensiero ne pietà alcuna
e segue l’istinto come vuol la legge
di natura.
Quella stessa madre che v’ha reso
tutti uguali e che vi fece schiavi condannati
a morire ed a ripetere perpetui la stessa agonia
per l’eternità.
La vita non è un dono
ma
una punizione…
nascere e far nascere è illusione
ancestrale speranza di vita eterna,
che non fa che confermare invece
ad ogni bestiale vagito del neonato
il rintocco del tempo cadenzato
che guida a ritmo del cuore, dell’amore,
tam tam rituale,
metronomo del sacrificio,
il ballo tribale
nell’inesorabile abbraccio
mortale.

terra eri e terra
ritornerai.

saludos1if8.gif

sono solo un mostro, non averne paura

(al maledetto, maledetto, maledetto me stesso)

lo ammetto, sono schizofrenico:
quando bevo si attua lo sdoppiamento stevensoniano ed attacco il primo capro(o capra) espiatorio che passa per la testa, non ho, bersaglio, un odio particolare, singolare, ma un’ affettività plurale, molteplice, per il genere umano, per la natura dell’uomo, così lontana dalla mia, che si manifesta, catalizzandosi a "caos" s’una donna, uomo, cane o vegetale che ho amato(non nel vile senso sessuale), una, per tutte, matrioska, continente d’individualità, pretesti, allucinazioni.

l’unica "assenza" che m’ossessiona è
Remeron
l’unica femmina

è
lei
luna_piena1

la mano armoniosa dei millenni
l’ha resa tonda; feconda
di quelle virtù sensuali
che mai avrà
alcuna donna.
(Remeron Remerotti)

La luna di Laforgue
(non una luna qualunque)
.


"non trovo altro diletto per passare il tempo se non di guatare l’ombra mia nel sole e intesser variazioni sulla mia deformità."
Michelangelo Florio (in arte William Shakespeare)

detto tra noi; vile"not set"; sei venuta a trovarmi sei volte,
non credi io sappia che sei tu?
credi abbia bisogno d’indirizzi IP per capir chi è nello specifico,
l’ognuno, che viene a spiarmi?
Non comprendi,
questo è il (tuo) dilemma,
che sono mente eletta (capretta):
posso scorgerti ovunque, vigliacca marionetta.
Così come tutte le tue colleghe/i,
comparse della vita (a voi) incomprensibile
flusso, d’un secolo, del quale percepite solo
il presente in mappa
di pappa e cacca.
il codice binario me fa ‘na pippa..

vivo il mio tempo in presa diretta
tu/voi
in presa per culo (che disdetta!).

l’Italia, e specialmente il centro sud della stessa, è la culla della civiltà, della cultura occidentale.
Prendetene atto cavernicoli padani, e nordeuropei  in toto. Vi abbiamo insegnato a parlare l’inglese.
L’inglese scritto, non lo slang della borgata celtica analfabeta, è opera di un italiano, basta solo considerare quanto latino è conservato nell’idioma. e baffanculo ai tedeschi che comunque sempre là tendono od dipendono; da chi gli ha insegnato a parlare, l’evoluzioni, personalizzazioni, aggressioni linguistiche barbariche nazionalistiche si sono manifestate in toto nell’ultimo conflitto mondiale, con ovvie ed evidenti de-cadenze latine, sia nella struttura linguistica che in quella res publica nazi-fascista che si rifaceva svergognatamente all’impero romano dell’anno 27 a.C. ai tempi dell’imperatore Giulio Cesare Ottaviano… il primo Kaiser della storia.

William Shakespeare è made in Italy,

quando noi dibattevamo tematiche sul diritto costituzionale, e legiferavamo sulla repubblica, costruivamo acquedotti, voi non avevate un alfabeto.

La mente è sempre nel posto più caldo(sud), in quello più freddo(nord) ci sono i coglioni(per refrigerare lo sperma; è biologia elementare, non demagogia da urlatore di piazza.)

post scriptum decontestualizzato
(la lingua batte dove picchian le [parole] matte)

sei così effimera da farti ossessionare da una persona fisica inesistente, una comparsa virtuale(purtroppo virtuosa); io nella fattispecie; protagonista di 2 scopate e d’insostenibili, telefoniche, bollette salate, quando la tua principale preoccupazione dovresti essere te stessa (e quel semi uo(m)vo che hai sposato ah ah ah, basterebbe questa consuetudine istituzionale archetipica a descriverti nell’asservimento fisiologico verso una realtà brutale, bigotta, campagnola e provinciale che ti governa in toto); ti circondi di falliti; maschere tragiche, di "figurine" per tenere in apnea, confondere in scena il protagonista,
sommozzatore fognario magistrale,
autologo fallimento di donna
priva; quale sei,
dell’essere tale:
madre
.(seguo solo il tuo elementare, ragionamento biologico, che muove le gesta della donna: la(illusoria) ripopolazione fisica di un pianeta metafisico(il tuo significato sulla terra, la tua mente disabitata), solo voi avete la mostruosa possibilità di materializzare le frustrazioni, i fallimenti, la vacuità della vita; in un essere vivente: un bambino(che date le premesse sarà un aberrazione, un capro espiatorio, colpevole solo d’avervi avuto in madre); Freud docet,
non per niente l’autore del "mostro"
Frankenstein, protagonista del romanzo "Frankenstein, or The Modern Prometheus", fu (Mary Shelley) una donna…)
ammesso che un essere umano pensante possa
esaurirsi nella riproduzione… come una vacca(femmina bovina).

meditiamo.

vino mistico… come dice zio Jim

come…

come posso dormire?

ridotto
veramente male
a quest’ora…
gesasdfx6

(in compenso sono un autoproclamatosi
BlogAutore… e non è poco rispetto a voi teppaglia)
ihihihihihihi!senza gif coadiuvanti…

c’è gente che fa numeri;
io faccio
miracoli..
prestigiatori ah ah ah ah!
mestieranti
improvvisati…
io sono già storia
(cartelle cliniche sterminate, per non parlare
della mia presenza incombente)

voi croni(ca)storia;
quella spicciola
giornalistica
dell’oggi e del semmai…


…sia(e)te veramente esistiti(?).
(non è l’incertezza nel congiuntivo
ma nel considerarvi presenti[o viventi]…)

(il mio cuoio capelluto puzza d’ascelle,
io posso
permettermelo… domani mi
alzerò alle 16.00 alle 17.00 dalla psicologa ASL!!
 impiegato/a me la suchi… non so se rende l’aforisma..)

Un aforisma non ha bisogno di esser vero,
ma deve scavalcare la verità.
Con un passo solo
deve saltarla.
Karl Kraus

io la salto la vostra (verità),
con un passo solo,
perchè la vita mi ha morso;
zoppico!


(ogni cosa che dico,
faccio, cago
è arte
non posso farci niente
se sono così estremo,
morirò prima indubbiamente,
d’altronde ti somiglio
pinocchia/o ma; non ho
una data di scadenza predefinita
sono un cyborg
e non un replicante…

metafore

quando ti dico: "me la suchi"*
non significa che tu debba
necessariamente
succhiarmi il cazzo,
è più una metafora,
una figuratività-retorica
per esprimere
di rimbalzo
il fatto che
"me rimbarzi"

*è l’inverso quando dico che me rimbarzi

post a tempo determinato(l’unione fa la forca)

questo post rispetta un linguaggio appositamente "aulico" e raffinato
per venire in contro alle necessità parodistiche dei blog che mi
satireggiano in maniera sub-elementare.
un po come dire: l’oca che fa il verso all’aquila…
si può fare, magari in gruppo, ma è difficile…
molto.

          puking

e buon lavoro.

       

p.s.
la zingara, stamane, mentre suo figlio (nano altezza pube)
mi ravanava nelle tasche(vuote^^)
m’ha detto: "che belli capelli hai, neri neri, no tutti capelloni sono belli, tu sei(la sufficienza?..),
devi tagliare 1 cm ogni luna piena, così sempre bello e forte".
poi è sparita dietro la siepe.

ma
non ho capito,
"bello e forte" il capello
o il Remeron Channel in tutta la sua fiera
sansoniana intierezza ?

leggimi la mano piano che prendo appunti,
ma non son mancino!!
che poi non si leggeva la sinistra?
Zingara!!!
perchè sei sempre così
enigmatica?

 

checcazzodicose
Hdono…

http://www.boxstr.com/templates/default2/images/icons/player.swf

non ho mai pensato alla donna come ad un traguardo conteso o ad una valvola da sostituire nel mio tv cerebrale, un transistor emozionale da implementare nel terminale corporeo, una batteria di riserva, un viatico per affrontare l’infinito(presente) un’aspirina, una vitamina c, un prozac, un caffè(solo qualche volta lo giuro!) una metà del mio prezioso costato, una costata, una bisteccona, una manza…
ho sempre immaginato la donna come una persona, un essere
al quale preferisco non pensare.

(fermo biologico)

vendo ricci di mare pescati con le bombe
(atomiche)

ho perso l’anima nella metropolitana
seduto affianco a un pellerossa
affianco a un pellerossa

mi muovo perpetuo
nella polaroid scolorita

Remedon (ha vinto eglia?)

ciao

ho contattato la spiqqquera in privato… mi ha detto "scordatelo!" poi io gli ho detto "vabbè non ti montare la testa, ma, mandami una foto chissà che; anzi no! non voglio darti culo…"* lei mi ha detto che il culo non gli piace perchè preferisce il cazzo! be ma io… comunque ora è uscita, per cui magari non lascerà altri commenti sotto le mie foto "eloquenti" mi ha detto poi che "baci e abbracci" e per rimarcar l’offesa e prendersi una rivincita, cogliendomi come un bimbetto con le dita nella nutella mia ha chiamato: Remedon(storpiando il mio pseudonimo divino come io a mio tempo feci col suo)
se questa è vita… (quanto veleno covava la spiqqquera ed io che volevo solo…) (mi ha teso un tranello ed io ci son cascato dentro come un salamello, e che ne sapevo io, che ne sapevo…io
delle strategie spiqqueritiche)

e per non dimenticare mai
a grande richiesta del fanclub
va ora in onda Armandino Ghezzi
per rimarcar l’onta del Q.I. di spiqquera
che si sfracella
contro il mio sovraumano sapere..

dev(o)e buttare l’immondizia…
(sto "convincendo" mia madre ad uscire col pigiama)


"non preoccuparti io lo faccio spesso,
questo è un quartiere geriatricospedalizzato.."
(ce l’ho in pugno!!
)

                                                                                                    

                                                                                                                                                                                              

                                                                                                                                                                                                                                               
se non mi sparano come Lennon camperò cent’anni.
(per favore, non sparatemi)

                         

chi è quello?

sto mangiando lo zampone

fanno i saldi… (alla coop)

(sogno sempre che qualcuno mi lancia un grosso zampone bollente da parare, io me la faccio addosso perchè ho una fifa matta di scottarmi, ma quando è ad un cm dalla mia faccia apro una bocca enooorme e lo ingoio intero, poi con una lingua da Yeti mi lecco i baffi, la barba e le sopracciglia mettendo dopo in bella mostra un sorriso a 65 denti tutti molari, anche gl’incisivi.
Ho raccontato il mio sogno al primo che ho visto stamane, uno che stava nello specchio… sembrava lo Yeti, non la smetteva più di sorridere e leccarsi le sopracciglia… )

da grande posso fare il sommelier?

valium

vorrei fugare… una figaretta

ah..

ah ah..

ah ah ah!

monstersm
In fila alla posta…
(sto imparando a dormire in piedi come i cavalli (ho suppergiù anche lo stesso odore),
poi mi sveglio di soprassalto e sono appoggiato alla signora
con la permanente turchina che puzza di naftalina e
mi sorride complice, io sono terrorizzato (dalla gaffe!) e sbavato
ma cerco di ricambiare
mescolando un’ espressione agghiacciata da psicopatico
con una pranoterapica da chiropratico… non sono simpatico da vedere..(vedi foto)
la faccia schiacciata da un lato
i capelli cotonati a bandiera dall’altro
un occhio semi chiuso
un altro spalancato, un altro…
sudore sulla fronte,
bava alla bocca,
sotto a chi tocca!
brufoli, conati…
incontri ravvicinati!
del tipo!*,
il1° e il2° non l’ho mai capito!
)

signora da quanto tempo le dormo addosso?
mo no sciaranno quei zinque – diezi minuti sci vede ch’è sctanco…
il suo sguardo complice destabilizza e mi regala brividi anali, ma
non riesco a restare sveglio, ho bisogno d’appoggiarmi
a qualcosa per arrivare allo sportello… faccio per incedere trafelato
ma sto per cadere e la fata turchina(!) mi prende sciotto brazzio!

mo sctai fermo che te la prendo io la raccomandata cocco!!
poi però mi porti la scpescia!!! ih ih ih ih!!

Oddio ma questo è un incubo, no la prego signora (mi) lasci stare
cosc’hai detto tescioro?
la prego così m’intimorisce
mi dia del lei!! cof! cof!
mo tescioro coscia dizi non scento mica, sctai bene? sciudi ma cosc’hai?
cosc’hai fatto ieri scera he?.. ih ih ih!
mo la zia ti prepara lo zabaione va là!
io io
mo scta buono che dopo la coop scialiamo al scettimo piano a piedi e la zia ti fa le "uova"
sctrapassciate…

  mettiamo il lisssio meglio della baleraaaaaaa!!

vertighio             (ma… non era lo zabaione?)

*su Remeron Channel…

n.b.
è consigliabile per la vostra incolumità
leggere i miei post la sera a stomaco pieno
perchè fino a sera ci aggiungerò e stravolgerò
sempre qualcosa, quindi voi pensate d’aver letto
ed io fo un dispetto… non so se mi spiego.

nn.b
cerco d’essere più didascalico per le
povere anime che non mi capiscono
che accoglierò comunque nel mio
gregge avendo per loro un occhio
di riguardo(quello grosso!),
fatevi avanti pecorelle
ed esponete le vostre incertezze sarò
un pastore per voi, ligio nell’indicarvi
il giusto cammino….

non ce la fate proprio senza il Remeron….

mamma che botta, che cosa non mi sono calato per dormire stanotte…


che cosa?

menomale che ho la mia nuova moka da 9 tazze…

bombe chimiche, su Remeron channell!!come-sono-oggima sogno o son desktop?

pecoreccio stamattina…

(devo usare un carattere più grande
sennò "quella" si "cieca" povera donna)

ma ci stai provando con me?
no guarda che io ho il sesto senso!!
brava
ho capito che ci stai provando
brava
vedi che ci stai provando allora!?
no
allora che stai facendo?
brava
(…)
non so più chi sono
(…)
no?
bo

se sopravvivo a questo particolare momento storico della mia vita sarò morto


c’è uno che mi ha commentata sul blog e mi ha detto di difendermi da te
che scrivo commenti sul tuo blog e li cancelli
che mi prenderai e mi userai fin quando vorrai
e poi mi butterai
perchè lo fai?
che cosa mi vuoi fare?

che cosa
ci fai alle povere donnine tu?

a grande richiesta:
che cosa ci! faccio alle donn
ine(sposate!)?,
su Remeron Channel…

voleva fare la tresca lei con l’artista, però con bimbo e marito a carico…
la lumachina che trascina, viscida, la sua casettona
neanche l’ha fatta nascere sta creatura, già vuole invischiarsi di nuovo…
lumaca,
fumi?

terrificante gnomo scrutatore

gnomo

un mostro ti scruta mentre mangi, bevi! guardi la tv, mentre ridi!! fai l’amore!! sei costantemente controllato a vista dal terribile gnomo scrutatore, il suo sguardo indagatore pietrifica, prende appunti, fa disegnini!! il suo gioco preferito è alitare e scorreggiare mefiticamente
non saprai come difenderti!aito!!!

msn victims

non ce n’è una che mi abbia cancellato, tranne un paio di buona volontà…
perché siete così ostinate mi chiedo.
No, no, non c’è speranza!!
Ficcatelo bambina in quella testa bacata.
bacata!!!!