oblivion

Se abbiamo un’Anima…

è fatta dell’amore che condividiamo

non offuscato dal tempo

estraneo alla morte.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

a volte ce li ho verdi

 

solo quando

sto per

 

 

21631-505291-7

 

MUTARE.
non farmi aspettare
 
cicoria!
 

 

 

 

 

 

 

 

mi ritrovo

nudo

in mutande
sporcate

di

sangue.
(le mestruazioni)
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

perchè la carne(mi), fa male…

 

giuro non volevo
diventare un
cane.

colpa tua
che mi trascuri
zingara.
coi tuoi occhi
scuri da

ZINGARA!!!

2011

la religione permane oppio dei popoli, la psicologia* è ‘na cannetta..

*da non confondersi con la psicanalisi, cose molto, molto diverse… 

spleender

ho letto tra i blogs… laconica perla(una delle tante) lanciata nel firmamento dell'etere(etilico!):
"l'assenza presuppone presenza" che in "volgare" vorrebbe, pare, esprimere una dietrologia intelletualistica inaspettata, ordita dall'autore(trice!) in anni passati, nello sforzo escretorio a 45°, in toilette, nell'intento fisiologico-filosofico di produrre una di quelle, veramente grosse, tracce da un'intuizione sulla vita terrena e, perchè no, ultra-terrena, con fare aristotelico peripatetico(dal cesso alla tastiera sgocciolante), sempre nella medesima posa defecatoria a 45, consona ai più come culla d'ottime letture, nella fattispecie, invece gravida d'avvistamenti lucidi sul modus vivendi e agendi che svelano all'inerme e naufrago net-surfer la retta via:

Aho!
Se n'annato…

saludos1if8.gif
(ma prima c'era)
('hovvisto io!!)

ottico miliardario maledetto

quand’ero piccolo pensavo che la vita, era addivenire, pensavo molto
che la vita fosse un divenire; immaginavo
come potesse essere
e la vita era già
li, con me. La vita
non c’è mai quando la vuoi
la vita
è lontana,
come lontane son le lettere
sul muro dell’oculista basta
un culo di bicchiere e s’avvicinano
enormi.

cane salt.gif

eclettismo?

(esticazzi)

Ho letto s’un Famiglia Cristiana*, di 7 mesi fa,
(presso il CentroSalutiMentali) che Morgan, annovera tra i suoi innumerevoli interessi "artistici" anche l’uncinetto(!)

e..


cos’è


MORGAN?

è un "oggetto" o "ente" funzionale a qualcosa; "una risorsa" ad esempio per le esigue nuove generazioni che s’affacciano sulla miserabile voragine esistenziale, economica; politica, religiosa? laddove quei quattro bischeri che sono stati votati da altri bischeri pagati(con il terremoto; se c’è un dio ogni tanto si fa vedere) ora(toccherebbe all’Etna e alla provvidenza) cercano di mimare, volgarmente mascherare con l’avanspettacolo; le barbarie della skenè, la prostituzione abominevole del dietro le quinte, dove tu 14-15-16 enne sei considerato cacca(se ti va bene nel non incappare nelle grinfie del presidente di turno…) fino ai 18 anni e dopo il vo(mi)to (fittizio); carne da macello, fino alla prossima campagna elettorale perché il padrone c’ha tenuto a tenerti in cattività; nell’ignoranza della scuola dell’obbligo, nel fanatismo religioso o di una destra di periferia barbarica(l’ignoranza!) che manda i figli a morire "ultras" o "poliziotti" nelle arene degli stadi, della scuola, delle strade, della memoria che non avete… bestie!! per "loro" voi siete l’additivo che rende DOP il parmigiano rispetto al tedesco "parmesan"(per i crucchi "caseari" invece sono i marocchini[l’additivo], i pakistani; laddove "i colorati" convinti di fottere le donne dell’ariano; non s’accorgono, poveretti, d’essere dei vibratori in carne "umana"; wrustell viventi, materiale da cazztube o meno), i pomodori, i mandarini! la mozzarella, "a pizza". Lo "zampone"; il cotechino della macelleria del centro rispetto a quello confezionato(ce rimbarza..), a porchetta romana; se magna! in quella vetrina, di salumiere, sei tu la scrofa brasata; la porchetta taroccata(con la rosetta in bocca), la mortadella! che compra, inevitabilmente, se stessa… il tortellino, rispetto al cinese "turtlechen" che sarebbe anche più credibile nel dialetto della bassa padana e tutte le altre aberrazioni culinarie migliori o peggiori dell’originale che provengono sempre dalla stessa speculazione secolare, orizzontale, speculare, mafiosa, che produce forse un prodotto d’una alt(r)a qualità ripetibile all’infinito, non dissimile dinamica per lo sfruttamento della manodopera, inquadrata; clandestina, sommersa, umana & sub-umana e quindi a fronte d’un prodotto, ad esagerare, migliore d’un 5% c’è il medesimo(leggi sommerso, non dichiarato, mano d’opera extracomunitaria anche nelle grandi industrie) sfruttamento di risorse umane non retribuite sindacalmente ed umanamente, che producono dunque; nonostante i controlli: Morte DOP(con buona pace dei sindacati, che ormai; come tutte le propaggini del potere s’inchiappettano col padrone), campi di concentramento finalizzati(paradossalmente?) alla merendina della figlia dell’africana sportiva della pubblicità(del pubblicitario creativo quanto un lombrico)che fino al giorno prima mangiava carrube ed ora sponsorizza prodotti fabbricati da suoi connazionali trattati nelle terre italiane(agricoltura e derivati) alla stregua(se non peggio) degli schiavi che nel 1560 remavano navi a ritmo di frusta e tam tam (da lì blues e rock & roll) dall’Africa sulle rotte dell’America…
Questa parodia d’un romanzo di P. K. Dick chiamasi 21esimo secolo;
una realtà
post-umana,
post-
(almeno nell’interpretazione/anticipazione deviata che i caproni dei paesi dell’est potevano dare) comunista;
post-capitalista (dove la Chrysler diventa statale in USA! altrettanto capre ma aperti, a quanto pare ad un’evoluzione)
in questo coacervo futurista, marinettiano, che un pallino pinco di nome "Morgan"(che ripeto; ignoro "cosa" sia) dichiari che nel proprio "tempo libero" lavori all’uncinetto?
(sferricchia!)
ma e
allora "sante" maria teresa di calcutta,
Giovanna d’arco;Maria Goretti; Moana Pozzi?
icone; oppio dei popoli, del cattolicesimo contemporaneo dove le mettiamo?

Famiglia Cristià(o Donna Oggi)(o qualsivoglia rotocalco non laico)
la religione è allo sbando, de-raglia, come la politica;
non considera più i capisaldi; i mostri sacri, le sante della cultura "cattolica"( non "cristiana";
quella è un’altra cosa)
e per risalire la china da risalto a "mascherine" clownesche; assemblaggi, fuck-simili, che oggi ci sono e domani(pure)?

jesus.gif

*o simile settimanale cattolico

quando l’azione pressa(one time)

l’ennesima(cazzata)

ci sono attimi; fugaci, giorni; enormi,
uno; crede di poter dire o fare ogni cosa,
fosse come governato da un’occulta forza che
da coraggio, volontà, temperamento, ecco;
è in quei momenti che urge lo star zitti, immobili
mettersi a letto chiudere la porta ed ingoiarne la chiave,
spegnere tutti i telefoni, luci, stelle, stalle, il sole.
Picchiare con la fronte spigoli, farsi male.
Sanguinare.
E’
ora
di morire
per-enne
ore.

(12 – 24 – 48 – 4568)

eutanasie (bis)

(gli animali siamo noi, siamo in tanti)

"Ricapitolazione". Pietro dormiva, aveva un mezzo sorriso candido; inclinava la testa da un lato: pareva volesse carezzarsi la guancia contro la spalla. Eva non aveva sonno, pensava: "Ricapitolazione". Pietro aveva preso d’un tratto un’aria idiota e la parola gli era colata fuori dalla bocca, lunga e biancastra. Pietro aveva guardato avanti a sé con meraviglia, come se vedesse la parola e non la riconoscesse; la sua bocca era aperta, molle; qualcosa sembrava essersi spezzato dentro di lui. "Ha balbettato. E’ la prima volta che gli capita; se n’è accorto, d’altronde. Ha detto che non raccapezzava le idee". Pietro emise un piccolo gemito voluttuoso e la sua mano fece un gesto leggero. Eva lo guardò duramente. "Chissà come sarà quando si sveglia". Era ciò che la tormentava. Non appena Pietro dormiva, bisognava vi pensasse, non poteva impedirselo. Aveva paura che si svegliasse con gli occhi appannati e si mettesse a balbettare. "Sono stupida, – pensò, – questo non dovrà cominciare prima d’un anno, Franchot l’ha detto". Ma l’angoscia non l’abbandonava; un anno; un inverno, una primavera, un’estate, il principio d’un altro autunno. Un giorno i suoi tatti si altererebbero, egli lascerebbe pendere la mascella e aprirebbe solo a metà due occhi lagrimosi. Eva si chinò sulla mano di Pietro e vi posò le labbra: "Ti ucciderò prima".

Da "Il Muro", in particolare
dal racconto "La Camera"
di Jean-Paul Sartre

…per dire che nel 1939 si narrava, le "Menti" contemplavano, l’eutanasia, immaginavano come la morte potesse, avrebbe potuto anche, essere un gesto d’amore e, la vita, con il fardello millenario di pietas cristiana, una tortura abominevole.
Noi ora, con l’attuale governo di pupazzetti di pongo, siamo capitolati all’indietro; nel baratro del tempo, di circa 100 anni per ciò che riguarda l’etica dell’esistenza(per non parlare del resto), per quel che concerne il rispetto per la vita che può significare umanamente anche "toglierla".
La chiesa o la politica non possono avere poteri coatti di morte ne di "vita" se
di vita si può parlare in determinati, atroci, risaputi tristissimi casi.

Una volta un tipettto tutto particolare disse:
La civiltà di un popolo si vede da come tratta i suoi animali
era Ghandi
io non chiedo, a questi burocrati, borghesi piccoli piccoli, nani trogloditi, volgarissime riesumazioni degli osceni yuppies anni ’80, di osare tanto, ma almeno guardare al bene comune dei propri simili, umani e, di smetterla di confondere, asini, il significante col significato.
I somari vi hanno votato e, da somari ci state trattando, ma c’è una buona metà, d’italiani che ha un cervello e una coscienza e che vi giudica:
Morte non è sempre il significante(il fonema) d’un brutto significato, può voler dire anche liberazione, emancipazione dal dolore e da una vita che non è più degna d’essere chiamata tale.
Morte può significare anche Amore.

(non sono allineato, ma alienato)
dal qualunquismo, e dall’apatia che mi circondano
molto diverso
molto diverso

p.s.
La massa informe, il popolicchio italiano brutale, quella buona porzione di ignoranti etici, giovani e vecchi non fa differenza, che non ha una memoria storica o che co(i)llusa col potere, che vaga nei meandri dell’idiozia, degli egoismi, della mafia quotidiana senza discernere, non va assecondata, ma educata, formata, informata, un governo degno di tale nome non funziona con frustino e carota(di parata), ma come un ente (poco)burocratico, politico e principalmente morale(voce agl’intellettuali… a destra dove sono?), non si può lasciare andare alla deriva una nazione d’imbecilli, che testimone la storia, vaga, "rimbarza", da una parte all’altra, da un padrone all’altro con l’indolenza delle vacche al macello, la responsabilità di questo blob che si chiama Italia, da nord a sud, non può essere delle pecore italiane, non avete coscienza, a differenza di un Europa intera che si è evoluta(senza considerare purtroppo i paesei dell’est), che ha modellato i propri principi facendo tesoro della storia, i corsi e i ricorsi; non sono una regola ineluttabile; è la cultura, l’unico diktat; la lettura della storia, in chiave di "libretto delle istruzioni", in modo d’avere chiaro come (al solito) e perchè si muore(dentro e fuori), anche restando in "vita".

village people(morto che mena)

son morto
(non ero un bambino
e non son morto
con altri cento
e tanto meno
son passato per il
camino e adesso
non sono nel vento)

ma

l’ombra

mia

vivacchia.*

ho sognato un village people che mi gonfiava come una zampogna,
calci, pugni nella panza, schiaffi in faccia, eravamo sul treno, destinazione "sticazzi",
lui le ha prese, anche,
l’ho lasciato a terra esangue; 157 tallonate sulle tempie poi
gli ho pisciato addosso prima che arrivasse la polferr,
dopato son scappato col terrore d’averlo ammazzato:
nandrolone, stanozololo, rum; un neanderthal.
Dopo anni onirici ho ripreso quel treno
tutti sapevano,
qualcuno m’ha avvertito che village people m’aspettava
aveva incrementato notevolmente
la sua potenza di fuoco;
è ormai il guru ferroviario sulla tratta "sticazzi":il verbo.
se mi trova mi uccide, mi son svegliato pieno di lividi
la mia caviglia slogata è gonfia e
non posso correre…
non posso correre
da quando avevo 23 anni.
e

ho paura.

*nost-algica

la differenza(you’re lost little girl)

la differenza tra me e te , insita "nell’agere" di qualsiasi cosa io "metta in moto" sta nell’essere:
io non "tengo" un’attività scultorea: io sono "il lavoro" che modello, sono scultura.
io non incido il rame per poi cavarne una stampa calcografica, io sono rame.
io non metto a frutto la mia voce per esprimere testi o concetti: io sono voce(senza il "barocco" concetto).
io non "tengo" un blog come vorrebbero il 99% dei giornalisti(edicolanti edipici) italiani riferendosi col giusto ritardo della stampa o dell’opinione pubblica(vent’anni) in merito ad un fenomeno contemporaneo:
io sono blog.

io non "tengo" qualcuno che mi spari ‘n testa; un dito che spinga il grilletto:
io sono proiettile che (mi) fracassa le cervella.
senza pistola, dito e proiettile.

BoooooM


io non
tengo una seduta di sesso, una scopata, una pippa: io sono sesso

io…

tu… che cazzo sei?

vino mistico… come dice zio Jim

come…

come posso dormire?

ridotto
veramente male
a quest’ora…
gesasdfx6

(in compenso sono un autoproclamatosi
BlogAutore… e non è poco rispetto a voi teppaglia)
ihihihihihihi!senza gif coadiuvanti…

c’è gente che fa numeri;
io faccio
miracoli..
prestigiatori ah ah ah ah!
mestieranti
improvvisati…
io sono già storia
(cartelle cliniche sterminate, per non parlare
della mia presenza incombente)

voi croni(ca)storia;
quella spicciola
giornalistica
dell’oggi e del semmai…


…sia(e)te veramente esistiti(?).
(non è l’incertezza nel congiuntivo
ma nel considerarvi presenti[o viventi]…)

(il mio cuoio capelluto puzza d’ascelle,
io posso
permettermelo… domani mi
alzerò alle 16.00 alle 17.00 dalla psicologa ASL!!
 impiegato/a me la suchi… non so se rende l’aforisma..)

Un aforisma non ha bisogno di esser vero,
ma deve scavalcare la verità.
Con un passo solo
deve saltarla.
Karl Kraus

io la salto la vostra (verità),
con un passo solo,
perchè la vita mi ha morso;
zoppico!


(ogni cosa che dico,
faccio, cago
è arte
non posso farci niente
se sono così estremo,
morirò prima indubbiamente,
d’altronde ti somiglio
pinocchia/o ma; non ho
una data di scadenza predefinita
sono un cyborg
e non un replicante…

cosa non si fa per i dindini(slpeender genocida)


quando si spera che l ‘orrore sia finito inizia il b movie
c’è sempre qualcuno o qualcosa che ridà vita e vigore al sensazionale,
il trash business, la notiziola prezzolata giornalistica da baraccone che specula
non conosce morale e pudore, spleender se ne accaparra, contenti tutti, la sua fetta
io non ci sto con questa speculazione di mmerda, splinder vattela
a pigliare nel culo,
è morta una persona. una
come fossero 5 miliardi.

merda


vergognatevi.



io ho una dignità,
ritrovate la vostra.
magari fuori dalle
logiche di marketing…
fatevi pagare dunque
dagli scrittorucoli ai quali
date il deretano, senza arte
ne parte, come il bel paese
v’insegna.
anzichè becchinare cadaveri
come i peggiori avvoltoi che
vi fanno mangiare gli avanzi
delle iene… puking


(e stai calmo, perchè
io sono clemente
ma EasyCapture
non ha pietà,
tesorodipapà^^)

gesasdfx6

stanislavskij

 

rispetto ad una serie di farse e imitazioni,

recuperi, studio, lavoro, trainings, ginnastica e
speranze di proto-agonismo collettivo
io

sono
una mezza figura,
ma;
non è,
la mia, Maschera:

perdo
me stesso
di persona.

 

 

e poi… (ah nanni! coprite pure te..)

me so coperto, ingarbugliato e, ho chiamato tutti l’amici mia, che sanno che so quello "spregggiudicato" der recottaro e ridono(pure se non fa ride’, anzi li pago ch’e ricotte), ma nun me faccio vedè perchè poi domani chi le venne ‘e mozzarelle?
menomale che c’è nanni che mme fa na pippa,
lui colla sua prosopopea de reggista dde roma ,
de quella roma che po’ ddì e che po ffà senza che nessuno lo scanna come un maiale alle 4 de matina(pasolini), senza che nessuno je dice: a nanni ma come cazzo te sei ridotto(tu) [la sinistra politica è n’artra cosa, lassala stà e ffai li film e nun ce romper cazzo; a morto de sonno!!!]?

anche questa è la little italy che esportiamo nanni(a rischio d’oscar!), questa è la piccola italia che amiamo, dove tutti dicono, tutti sono e nessuno ha responsabbbbbbilità, de sta roma caput mundi*.


anche se
ti voglio tanto bene,
tanto, tanto.


*

ma de quale "caput" stiamo parlando, sarebbe più logico sostituirci una K, distillando un disastroso kaput; vedasi il degrado della periferia, "de la capitale", dove il branco inneggia, si erge a difesa del lupetto che ha stuprato, poveretto(lui), una ragazza sol perchè un po brillo a capodanno, e la tv cosa fa? da risalto a queste manifestazioni tragiche di sottosviluppo, andando ad intervistare quegli escrementi sottoprodotti di una subcultura suburbana subnordamericana(la fogna)(fauna da stadio), personaggi che sembrano balzati fuori da un film di Ettore Scola; Brutti, sporchi e cattivi.. con la tracotanza del più provinciato accento romanesco, distintivo d’un’appartenenza tribale, come i tatuaggi dei maori, ma che del carisma e dell’onore di quest’ultimi non hanno neanche un "pelo de culo", così come degl’avi gladiatori..
io, vi farei entrare, un po brillo a capodanno, in quelle "camere", di cui parla il negazionista prete de Treviso(don Abrahamowicz), tanto per darvi na "disinfettata", dopo le escoriazioni, porelli, de ‘na bella scarica de carci ‘n culo…
magari dopo vi viene un po di senso civico, sennò se ricomincia "ch’e mazzate", na medicina quotidiana gentilmente offerta dall’assistenza sociale, dell’ASL di quartiere, non dopo na bella denuncia per favoreggiamento ed istigazione alla violenza, quindi riformatorio, botte, ed inevitabile stupro anale da parte dei commilitoni, giusto per capire di che cosa "state", parlando. La violenza non viene solo dalla Romania, in Italia "siete" maestri d’amoralità, c’è terra fertile, pascoli sterminati per allevare "animali", bestie, da macello.

  

asteroidi (speculazioni in orbita)

avevo sogni avevo…
guardavo lo specchio e
sognavo
ti guardavo…
ridevi

vorrei svegliarmi urlando
che fossi tu a farlo
mi baciassi e poi..
E’ solo un brutto sogno
amore…


quell’amore che non c’è più
per uno
che non c’è mai stato
di una
che non mi ha mai
neanche

immaginato.

mentegatto

 

non riesci neanche ad immaginarmi
strooooooooooonza!!!!
remeronfuck
(tarata, mentecatta!
ma dove devi andare…
baffanculo va
che io
almeno…

so sognarti)


non sono pazzo!

igormu0
sono
un tipo

Love Will Tear Us Apart

When the routine bites hard
and ambitions are low
And the resentment rides high
but emotions won’t grow
And we’re changing our ways,
taking different roads
Then love, love will tear us apart again

Why is the bedroom so cold
Turned away on your side?
Is my timing that flawed,
our respect run so dry?
Yet there’s still this appeal
That we’ve kept through our lives
Love, love will tear us apart again

Do you cry out in your sleep
All my failings exposed
Get a taste in my mouth
As desperation takes hold
Is it something so good
Just can’t function no more?
When love, love will tear us apart again


Ian Kevin Curtis

non ho una moglie
una casa

non una cucina
tanto meno una rastrelliera

alla quale "appendermi"
dopo aver ascoltato
quell’idiota di Iggy Pop…
non ho più 24 anni.
ma la leggenda del genio
adolescente di Caroli*?
i 37 sono all’orizzonte
lontani…
l’anno
è appena iniziato.
testa di cazzo!

il piccolo,
il mediocre
cerca, millanta la grandezza
per confutare l’impressione(corretta)
che ha di se,
l’arrendevole pochezza del proprio io profondo,
anzi sprofond(at)o.

Il grande non cerca,
trova.


splindere (loving little Italy) II, la pantomima continua

avviso per i "fu" utenti "iscritti" e successivamente s-cancellati, volenti o dolenti, dal mio blog apocalittico; questo è il secondo ed ultimo appello che (vi) faccio, rizzate l’orecchio:
non ho ben capito per quale grottesco motivo periodicamente splindere(dovrebbe esservi palese che non sia io ad aggiungervi ad i miei iscritti…) vi ri-aggiunga tutti, sembrate "L’armata dei Morti Viventi"(prossimamente su Remeron Channel), ma, io si sa, sono immune a qualsiasi sconvolgimento, fisico e metafisico quindi me rimbarzavate da vivi, sarebbe più opportuno "vive", figuriamoci ora carnevalescamente riesumate dal vostro sonno eterno per mano de sSplindere l’azzeccagarbugli… questa mia soave è per dirvi che non mi (im)picchierò più di ri-bloccarvi per ri-farvi ri-sparire dai miei i-scritti e qu-i-ndi vi ri-troverete i-miei scri-tti nei vo-stri pre-feriti se-nza null’altro poter fa-re che pi-angere, p-regare, im-p-recare, vo-mitare, be-stemmiare e tutti gli altri più spudorati e patetici "are" che la vostra mente a sangue freddo(putrefutto direi) possa suggerare, per ora potete andare a cagare, per ulteriori aggiornamenti… guardare..


nei preferiti.

se cercherete di contattarmi in qualche modo vi eliminerò fisicamente


col DDT.

moscamh6fc9
insetti
!

p.s.
il livore misantropico espresso nella missiva non si esaurisce in una seppur giustificabile smania di sterminio, ma in una dietrologia, di richieste sfacciate, che vede "donne", che autonomamente si sono iscritte al mio blog ed in un secondo momento pentite, dopo la cura Remeron, ossessionarmi in pvt per essere s-cancellate, in quanto il loro bagaglio informatico, più un fardello direi, non permetteva loro di s-cancellarsi autonomamente e definitivamente dalla faccia(del cosmo) dei miei iscritti, cioè da in goppa alla faccia dei miei iscritti, puntualizzo in slang vesuviano per la frangia partenopea che vuole giustamente essere cagata in egual misura, dicevo, dunque i miei modi bruschi sono ampiamente motivati e giustificati da una sorta di persecuzione psicologica, un mobbing ridanciano e volgare (che mme rimbarzicocola) esercitato dallo squadrone di megere col cervello in pappa succubi della incombente matriarcale schiavitù estrogenica menopausica…
non c’è pietà, neanche nell’etere, l’ormone comanda…
io l’ormone me lo magno a colazione.
(non lo sapevate?)

 


dopato!!


scusate ma…

i miei amici mi aspettano…
gesasdfx6

518514510549550555

relazionarsi civilmente con una iena… è possibile?


molte ragazze m’hanno lasciato dopo averle schiaffeggiate…
perchè(gli ricordavo il babbo?)?

dov’è il marcio!!!?

"essere o non essere"
non è il problema,
l’importante è fingere,
è un anatema?
non credo…
è uno stratage(m)ma..

molte ragazzei hanno il quoziente intellettivo di un tacchino…

(vi amo)

bevo tanta birra senza fottermene del caro petrolio.

supermenne

per quanto tu possa pensare di fottermi
io sarò sempre ad un livello tale d’incoscienza
in cui il tuo lavoro sarà riconducibile alla metà del danno
di una sigaretta + una birra doppio malto

(meno una bustina d’immun’age) [meno 20 mg di fluoxetina]
[meno 280 mg di caffeina] (meno 8 mg di testosterone endogeno)
(+ 7,6 mg di criptonite che non sai dove trovare… sei una fallita.)

superman.gif

*questo post non è 
dedicato a te spiqquera: ridimensionati!
però ho un po esagerato con le cattiverie
ieri sera mbriaco e punzecchiato, mi dispiace, perchè
la spiqquera è una colonna portante
di questo blog…
(crediamoci tutti)

quello che credi


sono odore dolce e pungente nell’afrore
il sapore acre e secco dello sperma
sono l’aspro ricordo dell’ansimare sordo
il passaggio nascosto tra occhi e cuore.
sono sangue succhiato in camere ad ore,
sono l’amore.


the director’s cut

sono odore dolce e pungente nell’afrore
il sapore acre e secco dello sperma
sono l’aspro ricordo dell’ansimare sordo
il passaggio nascosto tra occhi e cuore.
sono sangue succhiato in camere ad ore rotte,
l’amore, il rimpianto, l’angoscia, 
sono il lubrico sogno di una notte.