coppia moderna

 

solo la donna che s’innamora d’un perdente

val la pena d’esser vissuta

 

 

 

 

 

 

 

 

da

un altro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

stunt girl


premi play e poi vattene*.

 

 

Ieri notte.

Abbiamo fatto l’amore

io; TE

mi annusi le ascelle scusa
ma…

si ti prego fammi entrare più dentro, col naso

non sai quel che fai

si, posso rimanere col muso qui

fin quando non nasce il sole?

…no, tra, “non so quanto”, devo andare.

e dove devi andare?

‘na parte.

ma… ci possiamo rivedere?

e non lo so sai… No.
Mai.

io voglio solo annusarti le ascelle per sempre

ma… tu,
(non),
sei pazza.

Non è mai successo, c’è

un’odore… tu…

Si,
Io non posso.

perchè?

S(u)ono.

Che strumento?

Silenzio.

possiamo farlo insieme?!!

no;
non mi piego.

Non sono stabile

neanche io!!!

ma…

Ciao, vado.

No! voglio venire; devo restare
con te

ahahah… il tempo cambia e
quanto
faranno perchè
mi lasci…

Lavorerò io, farò questo farò quello pur

di star con te purdistàaaaaaaaaaar!!

Hai solo 28 anni, non capisci;

non c’è modo, se l’amore è per sempre; annulliamo
sto destino falso che

finisca subito.
Questo; è il nostro.

ma ti fai tante paranoie io; domani come

farò senza le tue ascelle?

no, che piangi; non ho colpa

il mondo vuole così

domani morirò

non ho
neanche 40 anni.

vattene!
ma! ti vuoi staccare dal braccio?

NnO!

ma ti devo dare un colpo di Karate a 18 carati??

si, ma

 

uccidmi ti prego.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
non ucciderò nessuno
oltre me stesso
non ne avrei
facoltà.
tu non sei
una facoltà ma
un capriccio facoltoso.
Il quale non posso
permettermi “femmina”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
*quando si fa jazz in italia(che controsenso!!)
pare d’essere all’arena imperiale ma
non si comprende bene se
all’entrata dei gladiatori;
bestie selvagge, o sulla punta del pollice di Cesare:
la stessa nobiltà triviale ahahahahahahahahahahahahahahahah…
il vostro essere provincia mi fa ridere da
sempre, se foste stati una “legione” autoritaria
non avreste lasciato morire vostro fratello
padre, Luigi Tenco,
se foste stati…
giacchè il passato non esiste ed
il futuro è una chimera il condizionale
è il verbo per descrivervi.
Guitti, pagliacci!!

Velut aegri somnia

mi hai telefonato s’una linea preferenziale…
che d’andare a badare il cellulare(onirico) non
m’accorda l’universo,
siamo distanti.
sono diverso.

Presentata al solito in veste di
pietanza… La
tua laurea in giurisprudenza
ormai arruolata dal tirocinio
con squali veri, un
posto di lavoro assicurato in tutt’italia anzi
nell’euro..
Solita, laconica domanda sulla quale
cadi, inequivocabilmente:
Sei fidanzata?

NLS la tua affatto inaspettata risposta,
(ad effetto che ha poco effetto)
cioè ho una relazione con uno…

Lo stesso di quando ci frequentammo quasi
9 anni fa?

no, guarda che io sono
cambiata e, ho avuto altre relazioni

Peggio!… tenendo sempre il santino
nella manica!?

Non è colpa mia se vivo nel sud dipinto di
sud a casa coi miei.

Ok, l’autista autistico
a disposizione
, affabile, aperto,
bendisposto, comprensivo, gentile, sensibile, che
mi descrivesti “insignificante
un poveretto che scalda il letto
è cambiamento.
Indagare la tua
spititualità come l’avresti
definito?..

chi sta da sola da queste parti
dopo i 26-7(mila) o è una zitella frigida
o una puttana.

 

 

 

 

 

 

 

 

nel silenzio si esprime il capo.
e l'(e)orrore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dell'(e)assenza; zitella;
frigida, puttana o
banana…
Banana_delfino.gif3SE0o3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
te la dedico forever and ever, nevermind:

Scazzamurieddhru

Rumpicuperchi si chiama il demone domestico, lo gnomo che m’scassat’u cazz:

http://www.ilvillaggetto.it/miti-e-leggende-salentini/13-lo-scazzamurieddhru

Lo scazzamueriddrhu, Conny

non è che non l’ha visto, l’ha mangiato più volte

solo che da quel vomito verde io dovevo esorcizzarlo e non lavarlo col lisoform e buttarlo nel cesso, dal quale poi è uscito inequivocabilmente e continua a rubarmi gli accendini, mi nasconde il portafoglio, lo zippo, quando conny vomita inspiegabile ritrovo lo zippo, biglietti da 50 euro quando andiamo per strada,

lo gnomo lei l’ha digerito e gli ha rubato poteri,

ragazze est europee che di solito hanno paura dei cani grossi; stupende mi fermano per strada e mi fanno tutta una serie di domande assorte sui cani, come possedute,

“anche io ci o cane solo più piclolo(lo gnomo che tte divora l’anima!)

“si posono accarzzare”

si certo ma sei vestita così bene, poi ti saltano sopra e ti sporcano, ipnotizzate
fanno tutto quello che le dico, ma vogliono
comunicare con me continuiamo anche per
un quarto d’ora mentre i cani fanno piroette poi
quando lo gnomo che le muove si stanca se ne vanno,
dopo che gli dico, scusa stavi andando da qualche parte?
-io no! stavo venendo a qui.
a be allora sei arrivata ma ti devo salutare,
perché mi sono rotto il cazzo di fare il circo, lei no
continua ma che razza eno sti cani? posso tocarli
sine toccali, quando li tocca poi se ne scappa e dice
-io paura di cani grossi, ma questi cani tuoi mi piace molto
che razza éno

-Cane Corso

-ma che mangiano?
-rumpicuperchi…

ed è li che scatta la follia, dopo lo gnomo svergognato
allora inizia a sparlare,

-tu questo cano mangia le persune!
-ma sei sicura un secondo fa te lo volevi portare a letto..
-prima hai detto una parola che forse no ha capito beno.
-si rumpicuperchi, rumpicuperchi, rumpicuperchi reumpicuperchiiiiiiii! urlando.
che fa lei? se ne dovrebbe andare dopo uno sclero senza senso del genere
invece resta paralizzata e mi guarda fissa, tutta la gente che era ferma da mezz’ora alla
fermata del 13 che ormai passano uno dietro l’altro non salgono, pacherebbero il biglietto per continuare ad assistere al folklore…
dunque dopo avermi guardato dalla testa ai piedi come un automa per 1 minuto buono esplode:

-tu sei no zingaro come fai a sapere queste cose di me?
io zitto,
-capelli neri, ciglia e baffi nerissimi
tu sei zingaro e sai l’arte!
io zitto.
Ci squadriamo insieme ai 48 occhi della fermata ed allora lei
si avvicina e cerca d’abbracciarmi(prima aveva terrore dei cani)
Cornelia fa un salto di 2 metri e la scalcia sul petto, lei

non si smuove di tanto
ma arretra poi riprende fiato e mi dice
-tu no sei uomo
sei una bestia
-lei ti ha fatto così lei è santana
-tu sei perduto,

a questo punto interviene
anche Cesare ed inizia

a borbottare mai fatto in presenza di esseri
umani anche i più stupidi e meno allenati alla presenza canide.
Lei la biondona continua a fissarmi: baffi belli ma non sevono.
E poi arriva un autobus con 15 minuti d’anticipo, sale e se ne va.

io mi giro tranquillo per andarmene LEI apre il finestrino e grida:
non ero arrivataaa!!!!

scrivo queste cose per esorcizzare sdrammatizzare o che ne so;
la morte non mi fa paura e nessuna volontà esterna
che voglia piegarmi, vuoi fottermi gli accendini? prendili
vuoi fottermi la figa? prenditela
ma i cani ti mangiano e ti cagano
non me li fotterai mai.
Perché il corso purosangue
è stato allevato per difendere
l’uomo da qualsiasi insidia;
terrena ed ultraterrena,
povero chi ha i moribondi
incrociati con cani che non conoscono
e combattono da millenni li
rumpicupierchi.
A rumpicupè è na vita che cerchi
cani o senza cani, di annichilirmi…

perdi sempre ahahahah

sei lo scazzamurieddhru
cosa puoi contro un DIO

le irremovibili

una volta che le hai lasciate,

quelle insicure se ti rifai vivo

ti mandano fanculo, però

che caratteraccio… oddio!!

 

 

 

 

e poi ci sono le irremovibili

si mesmerizzano post conoscenza

(le ipnotizzerò… sarà…)

qualsiasi cosa le fai restano,

catatoniche, solitamente

sono quelle che mollo.

posso condividere il

mio tempo con un baccalà?

 

 

 

 

 

se io sono un mare in tempesta

avverto il bisogno

di un delfino in cresta (all’onda!)

al massimo di una

sirena(dell’ambulanza!).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

quello giusto!
mi dicono che
Loro sappiano
aspettare..

 

 

 

ap111314340709164608_big 
La Mummia Fanciulla
Museo Archeologico di Alta Montagna
Salta, Argentina

 

(sta aspettando quello giusto!)

ho

banane per tanto tempo poi…
montone, coniglio, uova, formaggi pecora.
ho una linea impeccabile
ciglio d’uomo che Trova nel suo sguardo(strabico),
grazie mamma, l’umore di un vulcano, un fiume in piena
il giorno dopo l’arido
di un secchio in tinta secca,
due cani, maschio e femmina(segretamente)
l’allevamento!!
il luogo ha dato dispersi
ragazze o donne (o) amici non so come,
appunto, è spinosa la questione, il capriccio
la passione ahaha…
quasi meglio di un film
dell’orrore  ;P

Se dentro avessi il fanciullino di…
disfa, fa e rifà le cose un po
quelle creature, illuse di potere,
inventate; avere un ménage, di sana pianta,
simile al carnale,sentimentale,

l’amicizia e il rispetto: la prima cosa!!
(amò però lo sballo è n’altra cosa…)
una casa senza tetto non è ospitale, quanto un ospedale
un salvagente alla mia suggestionata mente!
tanto me ne importa, quanto.
ho fumato per un mese.2 pacchetti al giorno,
non posso bere, non posso fare, questo o quello,
mi è preclusa l’arte
di ragliare far saltare in aria mobili,
sbandare,
sfondare muri, leggere il giornale,
dall’altra parte

strumentalizzare, notebook, manipolare… sciabattare
Portando a spasso i cani… ho perso

in spessore,
la periferia, della metropoli, del mio
malumore
padroni bastardi, neri cinesi rumeni
e topocani,
quanta gente che si sforza
di mostrare un lato d’animo coeso con
gli animali,
idiota!!
è lui che ti porta a spasso banderuola! lui e non l’opposto,
in casseruola.

l’opposto sono io con un lupo
abbaiao, mostro i denti e mordo,
canto, una nota triste

le idee
sulla mia età, che trotta a 1000km all’ora
fisso nel ruolo fanatico del reazionario, ricettatore
di consigli da “più grandi”, a cosa serve allora
crescere, interpretare un ruolo, il professore, il malato, l’artista,
l’apprendista sano, sordomutualista, il posto di blocco della vista
l’agguato del futuro: un piatto di pasta…

il dottore, lo psicanalista, i farmaci, le idee meccaniciste del cognitivista
il signor Bonaventura e ‘l Bellavista, spazzatura a sacchi rilegati
deficit a random non razionalizzati,
letture eccentriche a metà
lasciate in pace, castrate e andate.

mi rileggo e sto male come fossi stato
investito o abbandonato
nella rima cercare
una metrica patetica, tra il bordo e la cima,
il dopo e il prima la funambola che s’avvicina, novizia
con l’acquolina

si brucia poi s’annaffia, soffia graffia e sc(a)oppia (via):

tu sei pazzo, una brutta persona
simulatore, non hai un’anima ben definita, non
so cosa mai mi dirai, o s’è finita, se vicino a te
quella sia vita, non mi lasciare o però perchè si muore
d’amore, poi ti giri e sei freddo come un morto!
poi
 

 

 

ti svegli e sei

 

 

 

risorto.

la pace

il

calore

che sovviene col torpore è…
immaginario,

la mente del beato
morente
fugge via vergine,
chi è senza rimpianti, tumori,
vissuti pochi timori
rancori,
gli artisti godono vanità divina,
graziati dionisiaci,

da una sofferenza
tal grande che soverchia
anche le spalle larghe di un

baccante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

t’amo

 

 

corpo;

di fatto

menti…

 
tra le gambe un cosmo…

penzola in-sondabile psyché

gocciolante inconsapevolezze che

non meriti

 

ed io..!!?

 

non posso più,

permettermi.

 

 

 

estremita tattili

una volta
ho cercato di
capire poi..

 

sono morto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

mi masturbo

ma non vengo!

 

 

Vanilla Sky

E’ probabilmente più che una coincidenza che nelle vicinanze del periodo tardo
Cretaceo, quando accadde questo incidente genetico nei primati, ci fu un breve
intervallo in cui molti altri organismi incorsero in una severa attenuazione nella
diversità o si estinsero. Questo incluse molte forme di invertebrati e, da notare, i
vertebrati dinosauri, che scomparvero improvvisamente dai resti fossili. Russell e
Tucker nel 1971 suggerirono che l’esplosione di una supernova vicina, con la sua
liberazione ed assorbimento da parte dell’atmosfera terrestre di grandi flussi di raggi
gamma cosmici e di raggi x, potrebbero avere prodotto effetti climatici casì drastici da
causare l’estinzione di molti animali inclusi i dinosauri, animali a sangue freddo. Se si
verificò un tale evento astronomico, allora l’assorbimento casuale di parte di questa
radiazione ad alto livello energetico potrebbe avere dato un contributo decisivo alla
mutazione del gene dei primati per la sintesi della proteina enzima L-gulonolactone
ossidase, col risultato di un enzima disattivo.
Pertanto una mutazione letale di condizione (Gluecksohn-Waelsch) accadde a
questo primitivo primate.
La distruzione di un tale processo biochimico vitale avrebbe
avuto conseguenze letali se non fosse stato per il fatto che si presentò in un animale
arboreo che viveva in un ambiente tropicale o semi- tropicale dove erano disponibili
tutto l’anno molti cibi che contenevano acido ascorbico. La dieta del primate mutato
forse non forniva altrettanto acido ascorbico quanto quello prima sintetizzato nel
fegato, ma era sufficiente per sopravvivere. Bournenel 1944 mostrò che un
moderno gorilla, vivendo nel suo habitat naturale, otterrebbe 4.5 grammi di acido
ascorbico al giorno dal suo cibo.
Pauling nel 1970, basando i suoi calcoli sul contenuto calorico e sui livelli di acido
ascorbico nel cibi vegetali crudi, concluse che la gamma di assunzione ottima è circa
da 2.3 a 9.5 grammi al giorno. Egli notò anche che, mentre la gamma delle vitamine B
in 110 cibi vegetali crudi che forniscono 2500 Calorie era solo da due a quattro volte
la dose giornaliera raccomandata nella dieta, il rapporto corrispondente per l’acido
ascorbico era 35 volte quello raccomandato, 2300 milligrammi contro i 60
milligrammi al giorno.
Pauling nel 1968 indicò che questa mutazione può avere avuto valore di
sopravvivenza a suo tempo perché liberò la macchina biochimica per altri scopi e
conservava energia. Il valore di sopravvivenza fu perso non appena la progenie di
questo animale mutato, evolvendo verso il futuro genere, Homo, lasciò gli alberi, si
spostò verso climi temperati e cambiò la sua dieta in una in cui alti livelli di acido
ascorbico non dominavano per tutto l’anno.
L’uomo porta ancora questo gene difettoso ed esso non ha valore di sopravvivenza per
l’Uomo moderno. Infatti, nel corso della preistoria e durante i tempi storici, ciò ha
costituito un handicap severo e gli effetti collaterali di questo gene difettoso sono
risultati nella morte di più individui,  nella causa di più malattie e sofferenze ed ha
cambiato il corso della storia più di ogni altro singolo fattore.


 

 

 

 

 

 

 

 

tratto da “La storia naturale dell’acido ascorbico nell’evoluzione dei Mammiferi e dei
Primati e suo significato per l’uomo contemporaneo”
Irwin Stone

e poi non è vero

che il tempo… v(ì)ola

mangiammo una pizza, poi
fuori a sedere
sul sagrato della chiesa
e tu

guardando con labbra rosso cardinale gesasdfx6
 dicesti:
"quanto sei bello C…"
che..

dove
son finite quelle 2

mani che stringevano fredde il dicembre?

ed io!!?

cosa stringevo?

minuti d’occasioni banali ,
che ora… non saprei
così binari
un treno che parte via
l’apparente innocenza di un natale
galeotto; freddo criminale.

eri bella

hai abboccato

quando lei appare preziosa, si staglia leziosa
irraggiungibile, desiderabile, ineluttabile
orizzonte lontano, inestinguibile pensiero compulsivo,
non è strategia, non lei che muove
lo scacco; matto, non si fa sentire, vuole…
non(ha)è il carattere; la
sensualità più voluttuosa
del globo:
ha(è)un altro.
e tu
sei
un idiota.

(un "minchia")

superman.gif

amarcord ex tempore

telefonate che non t’aspetti
(uno sputo d’amore)

4, 5, o 10.000 anni fa, mi ritrovai a Barcellona, disperso; con una donna che mi, odiava, urlava contro ogni 5 minuti quanto fossi stato stronzo e codardo e vigliacco e traditore e(primariamente)etc. etc. in una particolare circostanza che, paradossalmente, gettò le basi per un rapporto lungo ed (in)stabile… oltre le urla e gli sputacchi ricordo che ogni tanto si rideva, poco, si faceva l’amore(abbastanza), si andava in giro, e… in uno dei "nostri" vezzosi pellegrinaggi da turisti "psichiatrici" ci ritrovammo catapultati davanti la gabbia di vetro di Copito…
Copito De Nieve, l’unico gorilla bianco al mondo…(stigazzi!) da una quarantina d’anni abitava lo zoo de Barselona, di più! n’era addirittura il simbolo, prima de Gaudì, Dalì… eeeeeh, ricordo che ci guardò con sufficienza; come un autoctono africano guarderebbe un gorilla, si cagò in mano e mangiò la cacca, esplicito messaggio d’aristocratica stirpe, gestualità mediatica, attoriale, mediata dal fetente oggetto-messaggio-feticcio "cacatonico":
preferisco la merda a voi!.. denunciò l’albina star, sorniona, col boccone della prelibata torta di mele autoprodotta… e
che dire, ricordo che, mesmerizzato, ruotai la testa di 90° a sinistra e guardai in faccia quella donna con cui, ripeto, ci passai poi 4 anni della mia vita e le chiesi ca(c)tatonico:
chi sei?

non ricevetti risposta alcuna(verbale) se non uno sputo in faccia, che lasciai, cristianamente, colare, seguendone l’evoluzioni  fino alle ginocchia(giacomo-giacomo), poi guardandola ancora, di sorrisi illuminato, rivelai:
è vero, ora ricordo, tu ssei l’amore...
(che culo!)

(mi sono fi(n)danz(i)ata con un elettricista di Bari…
(ndr a Londra…puking e c’era bisogno d’andare a London? Barletta che so, Cerignola non era uguale?!) basta con gli artisti! quell’altro l’ho mollato dopo un anno, il musicista!.. era diventato troooppo possessivo, comunque, quest’estate sarò
a Gallipoli…)

(quest’estate sarà)

(a Gallipoli)

e

l’elettricista di Beri?
(mi gioco le palle
che resta a London a lavurer
vedrai: tra qualche
mese diventerà possessivo
o
posseduto…)

e non in secondo luogo

sticazz.jpg

p.s.
ora non per essere perfido ma; creativo, con pretese, scordate, note hemingwayanegesasdfx6
ho immaginato la scena della svolta:
ora solare; sono le cinque del pomeriggio nel quartiere più sfigato di Londra; tutti giamaicani,  l’unica coppia italiana che vive in un buco di "casa" di 30 metri per 3 è
Lui suona il sax, ci va di diaframma ch’è na bellezza, solfeggia!
Lei nell’altra stanza, occhiaie viola cardinale, accende la lavatrice, il microonde, il frullatore, una canna(immancabile propaggine fisica della sfiga), il forno, poi… "l’illuminazione"; infoiata apre il gas strategica, tutti i fornelli!.. per creare la scintilla fatale che decreterà il passaggio a miglior vita non usa l’accendino ma pensa bene di tagliare il cavo della lavatrice con le forbici, canna alla bocca (così se non salta in aria tutto il quartiere almeno ci resto secca folgorata! geniale), taglia, ZAC!.. zooooot!salta tutto,
tranne che
il quartiere o
la casa(tanto meno
lei),
il cortocircuito, di mezzo secondo, ha bruciato l’impianto elettrico d’epoca elisabettiana;
l’uomo col sax non vede più un cazzo, posseduto, urla, con gl’occhi iniettati di sangue:
Marilenaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!! chiama l’elettricista!..
il resto è
scontato…
(saldissimi)

gesasdfx6

giochi di strategia

il pensiero del "mattino"

appena sveglio penso, ora m’ammazzo.
poi guardo la sua foto e penso ora m’ammazzo
poi guardo lo specchio vedo i miei boccoli e penso, ora m’ammazzo.
poi penso, ieri non ho preso il prozac ora.. m’ammazzo.
poi prendo il prozac, non bevo più caffè, ma birra, il mondo mi sorride ora(m’ammazzo).

da quando m’han detto "lei non deve bere!"
mi sono travestito d’alcolizzato, bevo,
m’ubriaco, dormo per strada delirando in equilibrio funambolico su panchine, ciglio di marciapiedi, intercapedini, stipiti, guglie, spuntoni di roccia lavica!
ma è solo una parte. quella del rivoluzionario(fachiro).


si dai; vieni a trovarmi… ma poi t’ammazzo
(dopo tre giorni)
allora non vengo!
vedi? sei un’estremista. e poi sarei io il fanatico.
ma io ho tanta voglia di vederti
allora vieni, però poi t’ammazzo.
si però.. vedi che sei uno schizofrenico?
non mi trovi assolutamente d’accordo su questo punto; mi spiace.
Resto appollaiato, non con un certo distacco, sulla poltroncina a dondolo
di fronte alla mia consolle, siiii! ah ah ah! la stanza dei bottoni, dalla quale
decido le sorti ed interagisco con i Mono(popolazione indigena nordamericana stanziata nella Sierra Nevada).
 trombettin

Dio. sono?

quando la domanda che ti preme è: mi ami?
e la risposta é:
Non so.
E’troppo presto per dirlo.
Ci sto pensando.
Che significa?
Sono orfano.
Mia madre è morta.
Mio padre è morto.
Mio fratello è morto.

ed anche dio e/o mi zio non mi pare che…
ti devi chiedere se non è morto (anche) colui nel quale riponi il sentimento più estremo che ti alimenta; l’amore è istinto ed impulso(insulso), non ha nulla a che fare col ragionamento; quello è matrimonio o martirio…
mi ami? è una domanda che non si deve mai porre
tanto dovrebbe essere esplicita la risposta nel manifestarsi spontanea della stessa.

non chiederlo mai; mai!

se vieni a Bologna; alla ricerca di un Eden dove convivere tu il tuo cane od/ed il ragazzo che incontrerai (sicuramente) oppure il contrario; ti stai sbagliando di grosso: i cani a Bologna sono off limits; non possono viaggiare in autobus(tranne i nanetti) non possono entrare nei bar, pub, disco, ed i centri sociali che sono stati spostati da 7 o 9 anni nell’estrema periferia, non sono(accessibili, tantomeno funzionali ad una amato cazzo politicamente[è passata la moda!] se non al fabbisogno dei 4 tossici "storici" che, sono rimasti, li gestiscono, perchè tutti gli altri[la spina dorsale], quelli che in quei posti si son fatti le ossa ora son dei rispettati professionisti, pagati profumatamente, alla faccia dell’occupazione, del bene comune e dei compagni… in little italy sono marci anche gli squat, altrochè redskin, naziskin e sticazziskin, un esempio per tutti la vile commercializzazione mediatica della figura del transgender, ad opera del messianico/mediatico Luxuria nel suo exploit dalla rete al partito, dal parlamento all’isola, cosa volete contestare dall’estrema sinistra "dei poveri"[siete una barzelletta] se poi adottate le stesse dinamiche destrorse dello yuppie, carrierino, o furbetto attenpato; solo perchè ti sei autoproclamato/a "fenomeno" credi d’essere autorizzato nei confronti del genere umano[che non ha sesso] a poter strumentalizzare "la patente" di diverso[in cosa, solo per le protesi al silicone?], per farti i bravi cazzi tuoi? ah ah ah sto per vomitare…) necessariamente lo "zoo" che t’aspetti anzi semmai sono ancora più crucchi e convenzionali proprio per conservare la licenza(comunale), che tu credevi occupazione; coscienza politica, ed invece è il solito mettere in sacca i soldi alle spese di qualcuno: una mafia decadente. Non può esistere un’isola felice in un paese dove comanda quella destra che faceva bere ai dissidenti olio di ricino(come minimo).

passerà, anche questo periodo di mmerda, tornerà un Emilia, una Puglia, una Romagna, una Calabria, una Sicilia, un Abruzzo, un Piemonte, ed insieme a tutte le altre un’Italia degna di tale nome, un paese che non ha ancora bisogno di collassare su se stesso riscoprendosi lo stesso che 70 anni prima emigrava in America, per Mus(s)olini e che nello stesso esodo si riconosceva 10, 20 e 30 anni dopo.

Mussolini non è mai esistito.
Berlusconi è un incubo.
Ma…
la gente che prepara le valige e "se ne va"
è una costante in questa nazione, e non solo per la svalutazione; sappiamo bene come si trattano i cervelli in questa patria. Quegli stessi che poi all’estero sintetizzano il vaccino per l’AIDS, gli stessi che a New York scoprono il vero meccanismo d’azione sul sistema nervoso di farmaci come la fluoxetina(prozac) o escitalopram (cipralex) con incoraggianti risorse cognitive rispetto le cure, il fabbisogno e lo sviluppo della nostra mente.

Si però la sinistra italiana….
quando si naviga nell’incertezza si deve, si ha il dovere, nei confronti delle generazioni future di guardare alla storia, e… quel che ha fatto la destra in Italia è "storia", consta d’un regime dittatoriale genocida; il gemellaggio col nazismo e la disfatta pagliaccesca del burattinaio(Mu’s’olini) appeso, a testa in giù, in piazza dei burattini… attenti:
Vico parlava dei corsi e ricorsi, Nietzsche "dell’eterno ritorno"; io, esprimo un punto di vista terapeutico:
migliaia di anni fa noi Italiani(romani) abbiamo conquistato ed insegnato al mondo barbaro la (nostra) civiltà ora che tutta un europa è di destra, si barrica dietro il rischio dell’invasione barbarica nel nazionalismo, noi Italiani dobbiamo dare l’esempio di Repubblica, ce l’abbiamo nel sangue; il Berlusca ch’è milanese guardi a Berlino, a Parigi, ad Amsterdam ed alli mortacci sua (Roma); dove l’integrazione, caso unico in Italia sussiste da millenni, e non ci rompa il cazzo co sti 4 ignoranti; cavernicoli padani che solo per la nebbia e la malafede dovrebbero esser avvolti da quella fuliggine per tutta la vita.
Purtroppo molte delle persone che votano LEGA NORD; e che sono settentrionali anche d’una sola generazione, e neanche(che sono i peggiori), ignorano la storia d’Italia, ignorano che questo cosmo letterario, scultoreo, pittorico, architettonico, narrativo, scientifico, filosofico, poetico  e chissà quanto altro vien per la maggior parte dal centro e dal sud, e ignorano ciò che in loro vece, solo per questioni di convenienza geografica e "mafiosa" fecero i regnanti Savoia; gli stessi che ora si esibiscono simpatici; brillanti, e mediatici negli show televisivi ipnotici, attraverso i quali il nuovo duce, induce la captazione, la rivelazione al volgo del vecchio(nuovo) redivivo monarca.

Ora, chi avesse un po d’amor patrio/proprio e di senso morale; soprattutto la massa informe di culattoni siciliani senz’arte, parte ed onore e tutte le regioni meridionali che hanno svenduto il deretano ed una cultura secolare che fa(ceva) invidia al mondo intero; al soldo del padrone(milanese), dovrebbero "leggere" quanto "riporterò"; "citerò" tr’alcune righe colorate in verde (capisco sia più facile intascare 20 euro e mettere una X, per poi farsi inculare tutta la vita, vedi Abruzzo)il contenuto storico e politico del testo "te la sbatte in culo"[come al solito] così come sei omertosamente abituato abitante ignorante del sud, nord e centro(Italia), l’uguale discorso non vale per gli abitanti che abbiano una coscienza civile; sociale; culturale; politica, sindacale e principalmente STORICA; i quali per elezione, non dovrebbero aver patria ma esser(appunto)patrimonio dell’Unesco, così come fenomeni della natura ed/o manufatti artistico-architettonici particolarmente ispirati; in quanto capolavori umani-stici(da Umanismo):



Abbiamo assistito in questi ultimi anni alle reiterate richieste del signor Vittorio Savoia e a quelle di suo figlio Emanuele Filiberto di poter ritornare in Italia. Radio, televisioni, quotidiani, settimanali, mensili, quasi tutti a cantar messe di mezzanotte, quasi tutti a favore di quei “poverini” in esilio e quasi tutti col dire:” Chiudiamo i conti col passato, che c’entrano i figli e i nipoti col l’infamia dei  loro nonni e bisnonni?”. Il caso è finito persino al Parlamento europeo e sia la destra che la sinistra sembrano aver scordato la storia. Noi no.

La rivendicazione degli ebrei all’ottenimento del rispetto universale parte dai terrificanti numeri dei deportati e dei morti dell’olocausto. Terrificanti e raccapriccianti per l’entità. Qui si parla di milioni; non di bruscolini ma di esseri umani. E tutto l’occidente, riconoscendo la bontà delle rivendicazioni ebraiche, si schiera dalla loro parte e cerca di tributare, nei limiti del consentito, i risarcimenti possibili ( oltre alla caccia agli ultimi carnefici sopravvissuti).

Per quanto riguarda la “ questione Savoia” il ragionamento dovrebbe essere analogo, a condizione che si potessero conoscere i numeri riguardanti:

1) I morti procurati al Sud con l’invasione barbarica del 1860, quella piemontese appunto; i deportati, i torturati, i fucilati o fatti morire di fame, di freddo e di stenti nei dieci anni e passa di repressione sanguinaria fatta chiamare dai sabaudi “ repressione del brigantaggio”.

2) I beni depredati al Sud e trasportati  nel Piemonte: ricchezze finanziarie, culturali, sociali, sottratte con la forza dai vincitori. Il solo Vittorio Emanuele II, secondo Silvio Bertoldi nel suo libro Il re che fece l’Italia, racconta delle ricchezze personali accumulate dal sovrano e tenute in cassaforte, qualcosa come 250 mila miliardi attuali. ( Liberazione, giornale comunista, intervista a Lorenzo del Boca, anno 2002, martedì 24 dicembre, pag 21 )

3) Gli emigranti "diasporati"(virgolette ndr) in tutto il mondo per sfuggire alla fame, alla miseria e all’oppressione delle orde piemontesi; ossia  milioni di persone disperse in tutte le latitudini.

4) miliardi incalcolabili di dollari, sterline, pesos, bolivar, escudos, marchi, franchi,  procurati ai boiardi liberali, capitalisti e massoni del Nord, nell’arco di un secolo ed oltre. Le rimesse degli emigranti, sicuramente più voluminose del Vesuvio, dell’Etna e dello Stromboli messe assieme, sono finite tutte nelle tasche dei predoni padani, totali detentori dei mezzi di produzione. Il Sud, privilegiato bacino di mercato dei magnaccia del Nord liberale, liberista, libertario e piduista, condannato alla miseria dopo quella barbara invasione, ma, soprattutto alla disacculturazione più feroce, sta leccandosi ancora le ferite inferte dalla bestialità savoiarda.

5) I morti delle guerre coloniali; i morti di operai e contadini nelle varie repressioni  a favore del capitalismo ( cattolici, socialisti, comunisti uccisi dai vari Bava Beccaris), quelli provocati dalle cannonate sulla Sicilia del 1866, quelli procurati dalla bestiale legge Pica e quelli della tassa sul macinato, quelli della prima e seconda guerra mondiale. Se proprio certuni vogliono dare i numeri, dovrebbero riuscire a dare quelli su richiamati. E se ci riuscissero ( impresa sempre fallita da chi ha tentato di farlo, poiché si splafona nelle miriadi) farebbero un buon servizio al popolo Meridionale e scoprirebbero che le cifre vanno oltre quelle, maledette, dell’olocausto.

Nessuna persona di media intelligenza sarebbe disposta, in età moderna, a condividere la tesi secondo la quale le colpe dei padri debbano ricadere sui figli; ma tutti sarebbero d’accordo nel sostenere che i figli devono pagare i debiti o i risarcimenti dovuti  per le colpe dei padri, dal momento che ne accettano l’eredità. Accettazione di eredità significa accettazione di onori ed oneri dei genitori. O no? Figlio di gatto prende topo.

In merito a questo olocausto del Sud, chi paga? Chi risarcisce? Quando si è trattato di prendere, lo han fatto tutti i barbari del Nord; ora che la mucca è munta, i Bossi e i Berlusconi tentano la fuga con le secessioni o le devoluzioni di maniera. L’annessione dell’Italia della civiltà ( quella di Parmenide, di Archimede, di Zenone), operata dalle orde barbariche delle ex province di Roma, secondo alcuni ha dato vita all’unità. L’unità fatta dai Galli. Dabbenaggine o incultura? L’Italia di Pitagora, quella dei numeri, è stata cancellata dalle menti e dai cuori di certi meridionali felloni. Ne hanno fatto uso i Crucchi e i Longobardi che sanno fare bene i loro conti, pagati dal Sud. C’è sempre chi crede alle favole, come certo Benito Mussolini, stampella dei Savoia, che avendo chiamato i veri italici a difendere la patria, nell’ora della pugna, se li vide arrivare in Sicilia, a Salerno e ad Anzio. Tutti figli di meridionali diasporati in America dai Savoia. Arrivarono ( eccome!) gli italici, e Sciaboletta fuggì, come si conviene ad un re Savoia.

I conti non tornano, e se non tornano i conti perché dovrebbero tornare i re? I diritti umani valgono solo per Sua Maestà? Quei diritti non valevano anche per i Borbone fatti morire all’estero? Mai i Savoia permisero il rientro in Italia di Francesco II.

Come vediamo si tratta sempre di numeri: milioni di ebrei morti nell’olocausto, milioni di morti a causa dei Savoia per costruire artatamente la loro Italietta, migliaia di contadini ed operai cattolici scannati nella lotta partigiana chiamata “Brigantaggio” da quei felloni, delinquenti e criminali di guerra; migliaia di partigiani comunisti nella lotta di liberazione dal regime savoiardo e fascista nel 1943-45; milioni di emigranti, miliardi di rimesse.

Allora ci chiediamo: chi si è schierato  per il rientro dei Savoia è a conoscenza di dette cifre? Ci dispiace, ma, con tutta la stima che portiamo a certi estensori di articoli e a certi telecronisti che si sono schierati, certamente per ordine del Grande Vecchio , a favore del rientro dei Savoia, non possiamo non bocciarli, non in Storia, che forse conoscono molto bene, ma in matematica, ce lo impone la nostra cultura italica: quella di Pitagora. È solo questione di numeri. 

fonte "rete sud"
http://retesud.net/2009/04/lesilio-dei-savoia/

io aggiungerei; che tutto un nord Italia; che non rappresenta una minchia nella cultura italiana se non come riflesso, e che ha avuto l’enne d’evolversi grazie ai merdosi Savoia, dissenterico Mussolini e tutta la squallida balena bianca ch’è seguita gestante sempre in onore del savoia (vedi br), dovrebbero avere una coscienza sociale e civile, visto che le cose non vanno anche per colpa di chi c’è e non dovrebbe esserci od il contrario; brutti coglionacci; dal centro al nord(perchè il sud non esiste ormai).
In tempi non sospetti i meridionali parlavano più o meno la vostra lingua, nonostante sarebbe dovuto essere il contrario, nonostante il fascismo, nonostante la cultura sociale in Italia si fermi all’emiliaromagna, ora la lingua è unica ed è televisiva, e….
davvero non riuscivo a concludere questo post per quante ce ne sarebbero da dire su monarchia, repubblica, fascismo, mafia, maggioranza, antimafia, nord sud Italia, lascio al lettore l’immaginare (ed informarsi)visto che io non sono il solito giallista, ne tanto meno faccio pubblicità ad un "mio" saggio sull’Italia evergreen, considerato che gli stessi problemi di 40 anni fa sono vissuti oggi con la stessa intensità(RU-486[che esiste dal 1980], aborto, mafia, antimafia, sindacati, procedure legali secolari, [posticcia] emancipazione femminile, pensioni minime, non riconoscimento di malattie invalidanti, omosessualità, diversa religione, politiche clientelari e nepotistiche, politiche per l’arte inesistenti, arte inesistente, università che fanno leva sul nome più che sulla valenza dei corsi o docenti, intere regioni che scroccano la sopravvivenza sugli  affitti "sofisticati" di stamberghe a livello d’ascensore, affittate a studenti, che studiano in facoltà che non gli assicurano un lavoro post laurea anzi, "hai perso anni di mano d’opera…" etc etc)  magari con un cellulare gsm in mano, col notebook microscopico sulla spalla tatuata e, magari con la stessa mediocrità con la quale si votava DC oggi si vota il cavaliere… da qualche parte bisogna pur fare la spesa….

(dovreste essere epurati dal genoma umano)
(all’epoca era un disastro genocida)
(oggi data la decifrazione del DNA basterebbe una nomenclatura e successiva inibizione del gene "berlusca", "omertà", "fini for president", "sicilia", "milano", "ultras", "blackblocks", "poliziotti e carabinieri insani di mente[ancora veramente troppi], "tossici amotivazionali", "annoiati", "cattolici estremisti", "musulmani estremisti", "baroni universitari", "scrittori italiani fabbricati in una scuola privata di torino nella quale si va avanti a marchette…[e c’era davvero bisogno della scuola privata?]…e delle quali "reduci, alunne, marchettare eroine[contraddittorie in termini]" ottima rappresentanza abbiamo su spleeeendere e, tutte le deviazioni riscontrate in uno screening del pancione prima della nascita; onde evitare in già 6 miliardi la nascita di ulteriori inutili stronzi.

dio è?

amitto ergo sum

si

ho perso, nuovamente… io

perdo

dunque sono.
e
me ne vergogno.
si,
perchè i padri
così m’hanno insegnato
anche se una parte di me
s’oppone, non accetta l’annosa
pragmatica "forza di volontà":
l’essere decretato dal volere… ah ah ah ah!
io sono ma
non voglio (essere)
‘nu cazz.


mi piacerebbe morire dentro l’anima de…

li mortacci tua.

Chi beve fanta è un pagliaccio!

è, oltremodo e sfacciatamente vero però esistano fazioni, intere legioni di clown che pur di non esser considerati dei "coglioni" bevono segretamente ettolitri di simil-cola, la cocacola originale è sostanza vietata per i saltimbanchi (art.10 comma 27 costituzione circense bis ex Beniamini) in quanto può dar luogo, in quelle etnie, ad eruttazioni vulcaniche del quinto grado della scala Mercalli… spesso le famiglie dei clown sono coinvolte, col benestare dei colleghi funamboli, nel mercato illegale delle cole nere… nel 1972 Simon Dieselthal, famigerato cacciatore, a scoppio ritardato, di clown colomani riuscì a scovare un’intera congrega parentale di pagliacci nordislandesi di origine polacca, i PepsiKolowitz, trafficanti di cola mistificata del Borneo dediti ad uno smodato e sacrilego consumo di cola, tutta la famiglia compreso il pappagallo impagliato ed il pupo col biberon, furono condannati a morte dalla corte marziana, ai PepsiKolowitz venne chiesto negli imminenti attimi prima d’esser giustiziati se aveTTero avuto un ultimo desiderio prima di spirare, erano già pronte le sigarette, ma Fritz PepsiKolowitz, il pater familias,  inorridì tutti chiedendo sfacciatamente ed inoculatamente una pinta di cocacola per tutti(da bere, fritzzanti, in allegria); la pena fu commutata in iper-morte così dopo la prima esecuzione a colpi di kalashnikov, i trapassati PepsiKolowitz vennero resuscitati con un rito voodoo marzescente e trucidati una seconda volta a colpi di bottiglie di cocacola vuote, una stra-morte lentissima e dolorosissima, ma innanzitutto ridicola, la fine più degna dunque per un clown, così senza volerlo il giustizialismo della corte marziana e del lento ma inesorabile Dieselthal creò i primi martiri del cocaclownismo, una piaga che ancora oggi devasta intere generazioni, ettari, di pagliacci che pur di non esser considerati coglioni(specialmente dai colleghi trapezisti) preferiscono ereticamente rinunciare alla genuina natura clownesca ripudiando la Fanta, e ricorrendo(rischiando grosso!) a tutti i surrogati possibili della cocacola…

dopo anni d’esperienza, la vita m’ha portato, con lucido raziocinio, ad avere più certezze rispetto all’esistenza di Skeletor, dominatore dell’Universo, che non a quella di dio…
qua "parla parla", ma,
nessuno l’ha mai visto, sto Mr.dio…

…e comunque, chiaramente, Skeletor molto più dell’antagonista biondino…
in effetti; He-Man è poco credibile come personaggio, fatuo, vaquo, quasi quanto dio.

Ho sempre avuto un’idiosincrasia molto pronunciata(ed implicita) nei confronti dei biondini(e delle biondine, of course), sarà per via di quegli occhi di ghiaccio così difficili da evitare, eppure nel lontano 1972 Zimon Dieselthal, scoprì un’intera compagine parentelare di biondini dagli occhi di ghiaccio così difficili da evitare, che in realtà indossava, subdolamente, lenti a contatto colorate, la tonalità cromatica originale dei loro occhi era di un banalissimo marroncino scuro, che diciamoci la verità, col biondino non ci sta a fare proprio un cazzo(volgarità funzionale per rinforzare il concetto pregno), si perde tutto l’afflato nordico, antartico, glaciale che solo uno sguardo biondo/blando sa dare. Per via della mistificazione, perpetrata ai danni dell’opinione pubblica voyeristica, la famiglia dei biondi ContaKtolowitz(origini polacche) fu condannata a corte da una morte marziana o pressappoco, nell’attimo esatto prima di spirare fu chiesto a Fritz ContaKtolowitz se avesse voluto una sigaretta, già per altro approntate nelle mani del boia, Fritz Witz inorridì tutti chiedendo, stoicamente, di poter indossare un paio di lenti a contatto fucsia, così da poter guardare la corte e la giuria con uno sguardo un po più cool rispetto ai suoi banalissimi occhi marroncini così facili da evitare, la corte spietata e giustizialista condannò la famiglia Scassakazzowitz alla iper-morte apparente semi-condizionata, dopo una prima scarica di kalashnikov, in una struggente scena corale di pre-morte famigliare, gli Ciavetescassatolaminchiawitz furono riportati in vita con una spruzzata di nafta che Dieselthal aveva prodotto sedutastante con una scatarrata animistica(zzi), la seconda morte, quella condizionata fu indotta con la visione forzata allo specchio digitale per 30 anni(a partire da oggi) con lenti a contatto blu Chroma key, uno smacco, per un biondino, non poter distinguere, il proprio o improprio blu oculare, anzi vederlo completamente trasparente equivalente cioè ad un nulla inducente la morte per malinconia asfitticoculare… una pena orribile che conduce ad uno spegnersi veramente lento(30 ed oltre anni di agonia speculare) e agonizzante che solo una corte giustizialista ed incredibilmente motivata poteva adottare… il caso non mancò di destare scandalo nel mondo dei contattologi, in erba al periodo (1972),  tra una cannetta e l’altra ridacchiavano e schizofrenici piangevano la morte dei loro beniamini, Frankensteinz oculati/oculari post litteram, giustiziati da un opinione pubblica anticlericale anti-oculare e principalmente anti-patica… ma questo orrendo episodio gettò le basi per la creazione di un associazionismo estremista massonico-religioso dei contattologi cannabinoidi(Kombctatology), tanto che nel lontano 1972, il veterano dell’accalappio inveterato Szimon Dieselthal scoprì un’intera nazione di contattologi consanguinei incestuosi dediti al consumo di hashish ed LSD micronizzato a rilascio graduale iniettato nel liquido sinoviale di lenti a contatto bluastre che indossate post ipnosi-icastica creavano un effetto tridimensionale molto caruccio… ma questa è un’altra storia….

Remeron

ATTENZIONE: Per l’uso leggere
attentamente l’istruzione interna.
Da vendersi dietro
presentazione di
ricetta medica.

graurrrr

Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Durante il trattamento con la maggior parte degli antidepressivi, è stata segnalata depressione midollare, che si manifesta, di solito, sotto forma di granulocitopenia o agranulocitosi; essa compare per lo più dopo 4-6 settimane di terapia ed è in genere reversibile una volta sospeso il trattamento.Agranulocitosi reversibile è stata segnalata, raramente, anche nel corso degli studi clinici con Remeron.
Il medico deve prestare particolare attenzione a sintomi quali febbre, mal di gola, stomatite od altri segni di infezione; quando questi si presentano, il trattamento deve essere interrotto e deve essere eseguito un esame emocromocitometrico completo.E’ necessario dosare accuratamente il farmaco e porre sotto stretto controllo i pazienti con:epilessia e sindrome cerebrale organica; l’esperienza clinica evidenzia che raramente si verificano attacchi nei pazienti trattati con Remeron;insufficienza epatica o renale;malattie cardiache quali difetti della conduzione, angina pectoris, infarto del miocardio recente; in questi casi debbono essere prese le normali precauzioni e la terapia concomitante deve essere attuata con accortezza;ipotensione.Come con altri antidepressivi, vanno seguiti con attenzione pazienti con:disturbi della minzione da ipertrofia prostatica (sebbene non si prevedano problemi con Remeron, poiché esso possiede un’attività anticolinergica molto debole);glaucoma acuto ad angolo chiuso ed ipertensione oculare (anche in questi casi la possibilità che si evidenzino problemi con Remeron è scarsa, poiché esso è dotato di un’attività anticolinergica molto debole);diabete mellito.Il trattamento deve essere interrotto se compare ittero.Inoltre, come con altri antidepressivi, si deve tenere conto che:quando gli antidepressivi sono somministrati a pazienti con schizofrenia o altri disturbi psicotici, si può verificare un peggioramento dei sintomi psicotici; l’ideazione paranoide si può intensificare;quando viene trattata la fase depressiva di una psicosi maniaco-depressiva, essa si può trasformare in fase maniacale;per quanto riguarda la possibilità di suicidio, specie all’inizio del trattamento, è bene fornire al paziente solo un ridotto numero di compresse di Remeron;sebbene gli antidepressivi non provochino dipendenza, la brusca sospensione della somministrazione, dopo un lungo periodo di trattamento, può provocare nausea, mal di testa, malessere;i pazienti anziani sono spesso più sensibili, soprattutto nei confronti degli effetti indesiderati degli antidepressivi.
Durante gli studi clinici condotti con Remeron non sono stati segnalati effetti indesiderati più frequenti negli anziani rispetto ai pazienti appartenenti alle altre classi di età; tuttavia, l’esperienza finora acquisita è limitata.

p.s. giovedì 5 marzo
questa foto è di circa tre mesi fa; nel frattempo ho smesso di fare palestra, ho iniziato, e continuo, a bere molto vino, mi è venuta su una discreta panza sulla quale potete solo rimbarzare, non sono in forma, continuerò a bere e a devastarmi, per scopare andrò a mignotte.

emancipazione femminile: il venerdì bulgnais(you’re lost little girl II)

t(o)ipico trastullo (data la minore capienza della scatola cranica occupata già per metà dal maschio "balia" prescelto) della donna sposata, fidanzata, amicata, è trovare una minchia alternativa, in veste ricreativa;
usa di solito il gergo: ma cosa hai capito? guarda che io son sposata (fidanzata) (impegnata) (impiegata) (una professionista!!!), sto morendo di sonno, ti ospito solo sul DIVANO per un’ora po te ne vai… mentre stai per addormentarti, traumatologico, sul divano ti si presenta col caipiroska(na cosa più sbrigativa? e be la creatività è donna.. come il mumble mumble):
"ma stai dormendo… e il bicchere della staffa!!?"
famoselo…^^ bicchiere, piatti e tutto il servizioooooooo

alle 6.00: scusa amoruccio, tesoro, core, terremotooooo; ora te ne devi andare che arriva il mio amore!
a ma non ero io?
e no!(isterismo minaccioso da 113)hai capito… màle(recupero in calcio d’angolo, con tono d[iaf]rammatico da scafata attrice di prosa)
okkei, ok, va bene.. mi vesto, mi alzo e me ne vado.

"non puoi!!"
dopo 2 settimane in un driiiiiiiiiiin alle 2.00 di notte
"sparire così…"
ahem.. pronto chi è?
"e non fare finta di niente! il solito stronzo maschilista; meridionale, che vuol’imporre il suo volere!!"
.. ma… scusa… chi cazzo sei?
ma come? sono la Luisa!!!!il tuo amore… m’hai già dimenticato? sei il solito uomo di merda….
(click) prontopronto… pro.. ncrrrrrffrrrrrrrrrssssgggggghhhhhh

(ho fatto la doccia dopo una settimana)

daily horror

per esempio, ho fame ma non c’è niente da mangiare… perchè?
apro il frigo e ci sono delle fettine di tacchino scongelate ieri(?)… potrei mai cucinarle? evidentemente no.
ma.. e quella scamorza che comprai due mesi fa?
non riesco quasi a vedere, occhiali così sporchi, che ormai sembrano "da sole"…
e…
quella bresaola che avevo "acquistato" una settimana fa?.. potrebbe oculisticamente sostituire le mie lenti…
perchè questa schiavitù quotidiana del divorare qualcosa di commestibile?
una dieta a base di grissini!
regalatimi da mio fratello sol perchè fanno schifo,
potrebbe intercedere in qualche modo nella pulizia degli occhiali?
e se comprassi la bresaola poi, che cosa cambierebbe effettivamente nella totalità dell’economia domestica, nella gestione di un frigorifero (ancestrale edipico)? e perchè il mio stomaco?
e l’acido cloridrico che lentamente divora la mia massa corporea? ed il ribonucleico?
e perchè invece ho le sigarette considerando che non fumo?
e tutte queste bottiglie di prosecco vuote intorno a me?
(qual)cosa sta cambiando(?).

mia madre m’ha detto: tu non ti vuoi bene..

io…
e tu che ti sei accollata la croce vivente di un borderline, un meridionale(meridionalità sottolineata solo per contestualizzare l’ambiente ancora più disperato rispetto al resto del continente) agreste civilizzato, figlio della seconda guerra, di perseguitati politici, orfano di madre, produttore di corna "fordiano"…(da Henry Ford l’inventore della catena di montaggio) e gli hai fatto pure fare 4 figli…
ma v’a cagare va… io vi voglio bene.

sono la vostra coscienza.
Vivente.
Edipico discendente di un riflesso;
un collasso storico.
(amen)

NeoReLearismo (la follia del REmPalo Pisolini)

ho la cacarella,
avrò esagggerato ieri con i cocktail…
poi stammatina cafè, fluoxetina e moLarismo etnologico
ed ora sono
K.O.
che ce voi fa,
io volevo solo un etto e mezzo de gestalt, quello
ha detto ho fatto 1 e 80 che faccio lascio?
e lascia che te devo di…
(mortacci tua? che ‘n c’ho na lira pe pagatte 30 grammi de gestalt!!? nun è manco
staggionata… ma bbaffanculo va stobbu rino..)

mo me apro un blogghe, co st’aria nostalgica
che me ritrovo stasera,
post esistenzialista,

ce metto le foto de li
filme francesi, 2 etti de nouvelle vague
nu mezzo chilo de libri "accattati" a porta portese
poi scrivo che me so sbajato,
si ho sbajato tutto
pecchè quanno ero piccolo mi babbo
me menava, ma era sartriano
che me bestemmiavo tutti li santi nun je fotteva na cippa
e quindi coll’umanismo
m’hanno fatto ‘r culo a umbrello
nu bunjin jumping de Truffault(nun so manco come se scrive rca troia)
‘e canzoni dde Paoli, Ciampi e Luigggi Tenco
che s’ammazzavano se perdevano er festivall(a)
o pe na malafemmena o pecchè gli scoppiava n’ictuls
mentre se stava a ffa na pippa pensando alla Simon(etta)(e no n’etta e mezza pe favore!) DeBovarì(se scrive così?)
poi me travesto de Renato SottoZero Relativo e me venno
te venno la felicità co nna marchetta bocca-culo
artro nun posso c’ancora me devo riprende
da a more libbero de la ragazza mia che va a mignotti
ma no quelli che stanno a batte sullo stradone no
li mignottoni co li sordoni!!

poi torna a casa ogni sera
mentre io sto a ffa
incubbbi dde plastica
e me vorrebbe da foco come ‘lla zingara
ma l’unica c’accenne è na candela

(ce credo se tutti li sordi te lisei spesi colli mignottoni!! nun c’avemo manco l’Enelle!)
che ce dà st’elemosina de luce ogni sera,
quanno mi nasconno sulla faccia oscura
dela mia luna nera…

(a piagnemme tutti li
mortacci mia cry sfondo nero.gif)
 

(me sento FrankyHinstein er gYunior*,
dopo a scossa der furmine!!
co sto rappe che mme brucia ‘e chiappe.
o forse è la candela..)

(file audio addivenire)

*sto pseudomo ‘o devo brevettà, è più rappe
de Snuppi Dogghi Dogghe ah ah ah!
me rimbarza tutta la crew de collatina, de centocele
de nuyorku e de manatta ah ah ah ah!!

poetiche (funambulatorio)(siete vani)


non mi
rappresento
una minchia
un volto,
un’impressione,
un abstract…
ma,
la volgarità mi è
aliena…
hahahahahahahahahahah

hahahaha(!)lle 3.44 è
troppo tardi per comprare
una bottiglia?
(si, a Bologna)
(meditiamo)
il mio vanto e condanna?
rendere felici
persone tristi
ma…

alcy

ciò implica io abbia un ottimo rapporto col mio
super io
inutile lo sforzo
 per dimostrare qualcosa(di bbuono) a me
medesimo
gesasdfx6

(potrei anche farmi Ladoccia ora
ed uscire
oppure
uscire senza farmela…
trovo sempre
fuori
 qualcuna
pre-disposta ad una sveltina)

uploading despair(anima italica)

 

 

 

 

 

fzzz

 

 

 

 

 

 

 

 

 

p.s. ore 13:00

mamy al telefono,
tra una risata e l’altra mi spara a bruciapelo:
"so che tu non disperi,

disperiamo noi per te".

igormu0

 

posso star tranquillo, anche quando mi sarò trasferito a Capo Nord,
lontano dal mondo civilizzato, dal "sangue",
a migliaia di Km dall’ultimo insediamento umano
ci sarà sempre qualcuno(/a!!) che, dal tacco di una penisola affettiva,
svolgerà scrupolosa e disinteressata il
proprio lavoro,
uploadandolo, amorevolmente astratta, nel quinto elemento*
:
disperare, al posto mio…

(e non è che posso far tutto io)

*l’etere!

fzzz


per me puoi andare a farti strafottere
"mamy".

remeronfuck
mai avuto radici
mai avuto rispetto
mai avuto sangue

sono nato
per partenogenesi
da un sasso.

(si ok ok..
per un politcally correct nei confronti delle nuove generazioni, per una sorta di responsabilità civile(che non è il premio dell’assicurazione) o d’onestà intellettuale;
potrei
azzardare la svogliata ipotesi che dir quanto con sufficienza sfrontata
ho espresso sopra dipende direttamente dai fatti che:
io ho avuto una madre,
i miei non si sono separati quando avevo15 anni,
ho avuto modo di superare i complessi edipici adolescenziali,
ho dunque avuto la possibilità di un’evoluzione psichica equilibrata o al limite "lineare",
perché ho avuto dei punti di riferimento, giusti o sbagliati che fossero,
e perché etc etc,
potrei
ma..
non lo farò,
perché?
non sono corretto
non sono freudiano
non sono costretto
non sono cristiano
non son chierichetto
non sono sano
[di mente].
la psicanalisi
me rimbarza
e la moralità
è una zolletta
di zucchero
per palati
inaciditi
e sulla mia
c’è andata a
finir non si
sa come
una goccia
di LSD.)
(e te saluto
evoluzione
psichica
freudiana
lineare…
basta poco
e l’analisi
va a farsi
benedire)

 calcio mazzate

1) Io, sono la rivoluzione!!!!
2) La pazzia è la volontà d’un dio anarchico.

la 2 è di un cugino "folle" di Vincent Van gogh
la 1 è di Jaques Lacan, che è stato uno psichiatra e filosofo francese nonché uno dei maggiori psicoanalisti e continuatori dell’opera di Freud…

non so a voi ma a me la 2 mi pare molto più razionale…
(inoltre io bevo Aperol!)

morale della favola [copula e(r)metica]

biba –mi piaci molto

filippa –t’ho amato infinitamente

giovannina –oggi dopo tanto tempo ho pensato a te

miranda –
stavo bene con te


gremisolda –avevo solo voglia di parlarti


liboria –t’amo!
ma rimango in disparte (così sembra un fotoromanzo)(o un romanzetto Harmony!
 scritto da qualcuno/a che poi è morto con i funghi da giovane)(fa così fico)

vomito nero  

viola –è finita(?)


serafina –
ti dico addio
(dopo 3 mesi che non ci sentiamo) [che senso ha?] (e perché io che senso ho?..)
(ndr giusta riflessione… aggiungerei e perché tutti gli altri?
avete il senso che vi meritate: un senso unico che muore in vicolo cieco.)

me-rimbarzi



(con e/affetto)

cry sfondo nero.gif
e con un rimpianto:
 il tempo che t’ho regalato
non è servito a niente.
vomito nero

 


in parole povere
(my plug in babies):
il paradigma del rapporto di coppia

   (quello dietro sono io.)

igormu0

extralarge(la droga dei santi)


n
el caffè fatto due giorni fa, cuccioli di blatta annegano, li tolgo col cucchiuaio di plastica con cui una settimana prima avevo mangiato "Philadelphia" poi lo verso nella tazza appena lavata(mio dio una cosa pulita!!!e non c’è neanche una donna in giro…) poi metto tutto a sterilizzare nel microonde(anche la mia coscienza sanitaria), aggiungo il granarolo, lo riscaldo un altro po, cereali, dietor e la zuppa è pronta…  ci ho saputo fare con la prima colazione… la prima che preparai a 10 anni, le altre sono state un pedissequo ripetersi inerziale, in uno sfaldamento coreografico attitudinale che il tempo ha appesantito di semantiche occulte eeee…   bafanculo va.

relazionarsi civilmente con una iena… è possibile?


molte ragazze m’hanno lasciato dopo averle schiaffeggiate…
perchè(gli ricordavo il babbo?)?

dov’è il marcio!!!?

"essere o non essere"
non è il problema,
l’importante è fingere,
è un anatema?
non credo…
è uno stratage(m)ma..

molte ragazzei hanno il quoziente intellettivo di un tacchino…

(vi amo)

bevo tanta birra senza fottermene del caro petrolio.