L’origine del mondo

 

 

L’Origine-du-Monde_1

Gustave Cuorbet

L’origine du Monde

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(a mme però me piace depilata! dice il depresso effeminato giocondo sul blog dell’impasticcati, “me prendo il cipralex o la melatonia?” prenditi na pallottola di gomma per non farti troppo male)

Scazzamurieddhru

Rumpicuperchi si chiama il demone domestico, lo gnomo che m’scassat’u cazz:

http://www.ilvillaggetto.it/miti-e-leggende-salentini/13-lo-scazzamurieddhru

Lo scazzamueriddrhu, Conny

non è che non l’ha visto, l’ha mangiato più volte

solo che da quel vomito verde io dovevo esorcizzarlo e non lavarlo col lisoform e buttarlo nel cesso, dal quale poi è uscito inequivocabilmente e continua a rubarmi gli accendini, mi nasconde il portafoglio, lo zippo, quando conny vomita inspiegabile ritrovo lo zippo, biglietti da 50 euro quando andiamo per strada,

lo gnomo lei l’ha digerito e gli ha rubato poteri,

ragazze est europee che di solito hanno paura dei cani grossi; stupende mi fermano per strada e mi fanno tutta una serie di domande assorte sui cani, come possedute,

“anche io ci o cane solo più piclolo(lo gnomo che tte divora l’anima!)

“si posono accarzzare”

si certo ma sei vestita così bene, poi ti saltano sopra e ti sporcano, ipnotizzate
fanno tutto quello che le dico, ma vogliono
comunicare con me continuiamo anche per
un quarto d’ora mentre i cani fanno piroette poi
quando lo gnomo che le muove si stanca se ne vanno,
dopo che gli dico, scusa stavi andando da qualche parte?
-io no! stavo venendo a qui.
a be allora sei arrivata ma ti devo salutare,
perché mi sono rotto il cazzo di fare il circo, lei no
continua ma che razza eno sti cani? posso tocarli
sine toccali, quando li tocca poi se ne scappa e dice
-io paura di cani grossi, ma questi cani tuoi mi piace molto
che razza éno

-Cane Corso

-ma che mangiano?
-rumpicuperchi…

ed è li che scatta la follia, dopo lo gnomo svergognato
allora inizia a sparlare,

-tu questo cano mangia le persune!
-ma sei sicura un secondo fa te lo volevi portare a letto..
-prima hai detto una parola che forse no ha capito beno.
-si rumpicuperchi, rumpicuperchi, rumpicuperchi reumpicuperchiiiiiiii! urlando.
che fa lei? se ne dovrebbe andare dopo uno sclero senza senso del genere
invece resta paralizzata e mi guarda fissa, tutta la gente che era ferma da mezz’ora alla
fermata del 13 che ormai passano uno dietro l’altro non salgono, pacherebbero il biglietto per continuare ad assistere al folklore…
dunque dopo avermi guardato dalla testa ai piedi come un automa per 1 minuto buono esplode:

-tu sei no zingaro come fai a sapere queste cose di me?
io zitto,
-capelli neri, ciglia e baffi nerissimi
tu sei zingaro e sai l’arte!
io zitto.
Ci squadriamo insieme ai 48 occhi della fermata ed allora lei
si avvicina e cerca d’abbracciarmi(prima aveva terrore dei cani)
Cornelia fa un salto di 2 metri e la scalcia sul petto, lei

non si smuove di tanto
ma arretra poi riprende fiato e mi dice
-tu no sei uomo
sei una bestia
-lei ti ha fatto così lei è santana
-tu sei perduto,

a questo punto interviene
anche Cesare ed inizia

a borbottare mai fatto in presenza di esseri
umani anche i più stupidi e meno allenati alla presenza canide.
Lei la biondona continua a fissarmi: baffi belli ma non sevono.
E poi arriva un autobus con 15 minuti d’anticipo, sale e se ne va.

io mi giro tranquillo per andarmene LEI apre il finestrino e grida:
non ero arrivataaa!!!!

scrivo queste cose per esorcizzare sdrammatizzare o che ne so;
la morte non mi fa paura e nessuna volontà esterna
che voglia piegarmi, vuoi fottermi gli accendini? prendili
vuoi fottermi la figa? prenditela
ma i cani ti mangiano e ti cagano
non me li fotterai mai.
Perché il corso purosangue
è stato allevato per difendere
l’uomo da qualsiasi insidia;
terrena ed ultraterrena,
povero chi ha i moribondi
incrociati con cani che non conoscono
e combattono da millenni li
rumpicupierchi.
A rumpicupè è na vita che cerchi
cani o senza cani, di annichilirmi…

perdi sempre ahahahah

sei lo scazzamurieddhru
cosa puoi contro un DIO

spleender

ho letto tra i blogs… laconica perla(una delle tante) lanciata nel firmamento dell'etere(etilico!):
"l'assenza presuppone presenza" che in "volgare" vorrebbe, pare, esprimere una dietrologia intelletualistica inaspettata, ordita dall'autore(trice!) in anni passati, nello sforzo escretorio a 45°, in toilette, nell'intento fisiologico-filosofico di produrre una di quelle, veramente grosse, tracce da un'intuizione sulla vita terrena e, perchè no, ultra-terrena, con fare aristotelico peripatetico(dal cesso alla tastiera sgocciolante), sempre nella medesima posa defecatoria a 45, consona ai più come culla d'ottime letture, nella fattispecie, invece gravida d'avvistamenti lucidi sul modus vivendi e agendi che svelano all'inerme e naufrago net-surfer la retta via:

Aho!
Se n'annato…

saludos1if8.gif
(ma prima c'era)
('hovvisto io!!)

Avere un cane, tradisce, anche nell'uomo pragmatico, prosaico e razionale,
un animo avventuroso e sognatore che cede volentieri strada al fanciullo che gli corre dentro. 

preghiamo

è state

o del mio cuor a pezzi(?)

2 estati.
o 4..
l'agosto è sempre una costante.
dopo il luglio,
e poi..
settembre o quell'altro; ottombre, novubre,
uno vale l'altro, davanti all'immanente immensità del mio trascendere,

toc toc, chi è? io..
prego, avanti! ricominciamo.

bambina (mal) progredita
come nessuno rechi in te 'l marchio,
origine, le tue vestigia tribali, brutali
tra le gambe, il ricordo, rifugio, che ci riparò
arcaico da fulmini di dei molesti.
La caverna.

unta e bisunta.

nuda non ti sporger
nello scorgerti del porger
lesta l'altra chiappa,
quella bella;
sicchè favella non ci dica
della tua muta fica
lo strombazzar d'intenti tra le dita
io! che non ti sento; non vedo
che lo struggere del tempo
che della giovinezza tua
così preziosa fa
granelli per il vento
e ciò ch'è per lo specchio ora
tra un minuto secondino
violentato addiverrà,
scardinato via dal…
silenzio momento,
non mento!
 

omo ridenz

a buon intenditor non scassare la minchia

remeron terminator

(l’80% dei maschi non sa scopare, ragionare e far di conto.)
(il mio rispetto nei confronti di chi notturn[a] mi cont[r]atta
(senza per altro mettere "una minchia" in saccoccia… come si suol dire: a buon rendere.)


il fautore di questo blog considera la femmina come un insieme di cose:
mente, tette, carattere, culo, rispetto, uguaglianza, sesso, condivisione, pari opportunità, sensualità, conoscenza più o meno approfondita(di se stessa, dell’altro, di come ci si deve presentare ad un uomo[sperando che ti si scopi]) delle materie umanistiche ed artistiche, disinibizione, avere voglia di s/incontrarsi per la prima e forse ultima volta nella propria vita con un UOMO con un "cazzo" (che non ha nulla a che fare con le dimensioni pornografiche e tanto meno con la sveltina del sabato sera col boyfriend o con l’amante[te prego! boyfriend a sua volta… vai da un professionista!!!!  non da un impressionista!]).
Ciò non preclude l’amicizia disinteressata(ed anche interessata a brevi amplessi senza melense conseguenze omeriche, odissee telefoniche finalizzate solo ad arricchire i vari provider…)

Questo appunto solo per distaccarmi (per una volta) dall’aura asessuata che questo posto propugna, solo perché non è stato pensato e creato come salotto viveur dove si s-parla e si fa dell’osceno "un" genere; scontato, se non quando nello specifico, e dunque "a tema".
Qui l’osceno si tace, per la pace del buon condominiato.

perchè se Remeron dovesse parlare, molti blog chiuderebbero, mooooolti fidanzamenti fondati sulla fiducia e la stima reciproca nonché altrettaaaaaaaaaaaaaaaaaanti matrimoni…
Per amor dei bimbi, babbo Remeron tace la smania delle madri; la stessa (smania) che io curo al centro di salute mentale e loro, d’altronde per quello furono create, sulla mia minchia.
Siamo tutti contenti, c’è anche la supervisione ed il visto dell’ASL.(figli sani di mente!!!)
(be sci ha prescio dal nono o dala nona… sono un po vivazi!)….
("vivaze" e "cornutazzo" sarai tu polentone di mmmmerda, i tuoi figli; ringrazia tua moglie, che non li ha fatti con te… ma fa parte di un meccanismo inconscio; lei non ha colpa, secondo Freud, Lacan etc. tu nasci già cornuto quindi; l’importante è che voti a sinistra nella rossa; che poi alla Roscia di tua moglie ci pensiamo noi del sud Italia; dove nonostante il brigantaggio dei savoiardi è rimasta la minchia che voi non avete e della quale le vostre femmine "emancipate" ah ah ah ah ah…(scusa la digressione) si servono a piene mani; e dopo aver sucato kilometri di cazzo sono in grado… spontanee di chiamarti amore come nulla fosse; anzi ancora di più, e tu sei una pasqua… vedi come va la vita, da secoli i maschetti mettono la roba(degli altri) in saccoccia…. vai a pensare che le loro femmine "la roba" degli altri se la mettono nella figa… e voi siete cornutoni e contenti. Da bravi polentoni, normodotati sia di minchia che di cervello per questo avete investito Mu"s"olino e sciaboletta come briganti statali autorizzati a deportare la cultura Italiana che è al sud nelle vostre contrade di merda, dove non si fa un metro avanti senza scontrarsi con la nebbia o con un coglione che fa fatica a parlar l’italiano e per questa, sua mancanza, ti chiama terrone…
Siete delle merdacce e quello che ci avete fatto con Mus"o"lino e sciaboletta lo pagherete tutto, oltre che con la figa ed il culo delle vostre puttane che ormai sono a rodaggio di minchia "suddista" ed "emancipate" solo dal punto di vista sessuale, e che ora si adattano pur d’evitarti(pensa un po che compagna che hai)  all’alternativa a te più vicina che non sono io che vengo dalla Magna Grecia ma: il musulmano, l’albanese, il rumeno, l’africano; tu invece sei una caccona senza identità. Cerca di recuperare Homo sapiens dell’appennino, ma non seguire Bossi, segui la tua donna, che guarda in basso, guarda dove ha capito che c’è materia cerebrale(e minchia), tu non ne hai; barbaro, i tuoi figli sono del salumiere sardo, del fisioterapista pugliese, dell’ortopedico calabrese… di tuo è rimasta solo l’angoscia, tipica delle vostre contrade plumbee, noi siamo figli del sole. Imbecille!!!!

(come dire: La banca del seme; se ogni madre potesse scegliere "magari" preferirebbe a te; un "genio"… e forse una sveltina con lo stesso invece dell’inseminazione artificiale… non ti pare?)
(se il babbo è contento; il figlio è un portento)

Chi, evanescente o assente il fine settimana pretende od avanza pretese di alcun genere in altri momenti è cortesemente pregata d’andare a farsi fottere, non cercarmi con assiduità, e se dovesse, per necessità farlo, sia costante per essere credibile oppure… il pianeta è più grande di quanto tu possa credere.


p.s.
hai bisogno di troppi dettagli,
dritte, indirizzi;
la femmina piatta non m’interessa

devi essere una sorta di Tenente Colombo; attorialmente deficiente ma professionalmente determinante; efficace(nell’economia del giallo)
Determina(ci).
Io credo tu non sia in grado di farlo,
non meriti dunque la mia vita,
ti basti quella dei mediocri;
più simili a te: gli apparenti vincenti o perdenti attraverso i tuoi metri valutativi; dato che l’uno è diverso dall’altro ed; in una certa diversità ci si riconosce… riconosciti nella provincia che t’ha creata e rispetto la quale; in misura della quale, vuoi o credi di essere o di poter essere qualcosa… io in queste dinamiche umane fin quando mi sarà possibile non sarò "umano" e quando dovessi esserlo; sarò morto.

(ah però! ho vissuto i miei vent’anni; i trenta, il mio cane, le mie 4 donne(6 o 7 forse se vogliamo ricordare quelle volte che ci siamo detti: t’amerò per tutta la vita; noi ci sposeremo, questo bimbo è tuo; lo voglio tenere , sei frocio, mio marito non ce la fa, mia madre ti odia, mio padre preferirebbe che ti lasciassi, mio padre preferirebbe che tu morissi, mio padre sta venendo col revolver a casa tua. etc etc.)



Babbi… che cazzo c’avete contro di me? non ho mai considerato la vostra(semenza) estrazione sociale, scolastica; tanto meno il vostro livello intellettuale(il Q.I. e forse sarebbe stato d’uopo visto l’enormità di bischere che mettete in circolo), o l’appartenenza politica, lo stesso dicasi per le vostre compagne, adepte, mogli, madri… solo perchè sono un artista? solo perchè la mia scatola cranica potrebbe contenere 250 dei vostri cervelli(a livello qualitativo)… ‘na specie ‘e pepata ‘e cozze?
Sei stato buono (1 su 300) a cagarne una decente?
lasciamel’a me che son l’evolussione della spezie… e
nun scassar’u cazz!

post lettura post
si consiglia
il suicidio,
a chi
so io…

n.b. per i ladroni
la gif Terminator è stata prodotta dalla Remeron Uccio Zen Platone Strazzacappe Strazz in Bologna ma è di libero uso rispetto a qualsiasi stronzo ne vedesse la necessità, occhio ai meno stronzi perchè c’è la multa della SIAE ora (stronzi) non contattatemi tutti contemporaneamente.
Spalmiamocela nel giro di 2 o 3 o 4 ANNI.

FAC IU

(li cchiù strunz sunt li fuggiani^^; tanto bene vi voglio; specialmente a chillu piezz’e mmerda di Ruggero ca ma rricalat’u cane[cu stu cazz 100 euro!!!] e mo ch’è mmorto an goppa a 10 anni nun m’ha ditt nu cazz e che se chilla pazz suord della mamma cana è ancora viva l’ammazzassi io per quanto m’ha fatto murire l’andata di suo figlio, ca m’ha llassat’ com’a nu fessa accà an goppa a tutti sti strunz! bafanculo tu e tutta la Gibilterra)

no
non sono razzista, l’opposto contrario invece, in quanto promulgo la negazione della razza e l’emancipazione della specie. Nego l’esistenza del popolo padano che si autodefinisce una "razza" a parte, una sottospecie di essere umano che si "sarebbe" formata e riprodotta rubando ad i propri fratelli, pagando e sigillando con una dittatura (prima serpeggiante, "clandestina", poi dichiarata e meschina col nano de Predappio e l’alterego sciaboletta, re nano dinome e di fatto: piemontesi!!! settentrionali!!! Questa
non è una razza, ma neanche una specie, è merda.
Il papa, il penultimo, chiese scusa alla storia per gli orrori del cattolicesimo, i tedeschi e gli stessi fascisti italioti travestiti chiedono scusa per l’olocausto, quando voi autoproclamati "padani" chiederete scusa per la vostra esistenza? e secondariamente, non in ordine d’importanza delle stragi genocide che i vostri padri hanno commesso per darvi quel che ora avete ed affermarvi "popolo" padano, quando eravate un branco di pecore spelacchiate?
Terroni?
voi siete terra, polvere, virus che vola via con un soffio… ma la vostra natura barbarica resta e resterà e
non si smentisce, a testimonianza della smaniosa ricerca d’un’identità, della vostra fame razziatrice, del male macroscopico che siete stati e siete per questo, il "vostro", paese, la vostra italia de mmerda.
la mafia è il male minore, è:
l’anticorpo alla nordica barbarie.

voi siete i briganti.
la storia ed i morti ne sono testimoni.

p.s.
ora l’attuale sciaboletta(il nano de milano) s’è inventato il colpo di stato ordito dai sinistrati di sinistra che più del colpo di stato sono ad un passo dal colpo alla tempia… e non c’è niente da fare il talento si spreca nella fantapolitica degli yuppies…
d’altronde che cosa ci si poteva aspettare da un guitto da TV privata, il babbo di Drive In?
Da uno che è stato messo al potere dagli italiani?

poetiche (funambulatorio)(siete vani)


non mi
rappresento
una minchia
un volto,
un’impressione,
un abstract…
ma,
la volgarità mi è
aliena…
hahahahahahahahahahah

hahahaha(!)lle 3.44 è
troppo tardi per comprare
una bottiglia?
(si, a Bologna)
(meditiamo)
il mio vanto e condanna?
rendere felici
persone tristi
ma…

alcy

ciò implica io abbia un ottimo rapporto col mio
super io
inutile lo sforzo
 per dimostrare qualcosa(di bbuono) a me
medesimo
gesasdfx6

(potrei anche farmi Ladoccia ora
ed uscire
oppure
uscire senza farmela…
trovo sempre
fuori
 qualcuna
pre-disposta ad una sveltina)

splindere (loving little Italy) II, la pantomima continua

avviso per i "fu" utenti "iscritti" e successivamente s-cancellati, volenti o dolenti, dal mio blog apocalittico; questo è il secondo ed ultimo appello che (vi) faccio, rizzate l’orecchio:
non ho ben capito per quale grottesco motivo periodicamente splindere(dovrebbe esservi palese che non sia io ad aggiungervi ad i miei iscritti…) vi ri-aggiunga tutti, sembrate "L’armata dei Morti Viventi"(prossimamente su Remeron Channel), ma, io si sa, sono immune a qualsiasi sconvolgimento, fisico e metafisico quindi me rimbarzavate da vivi, sarebbe più opportuno "vive", figuriamoci ora carnevalescamente riesumate dal vostro sonno eterno per mano de sSplindere l’azzeccagarbugli… questa mia soave è per dirvi che non mi (im)picchierò più di ri-bloccarvi per ri-farvi ri-sparire dai miei i-scritti e qu-i-ndi vi ri-troverete i-miei scri-tti nei vo-stri pre-feriti se-nza null’altro poter fa-re che pi-angere, p-regare, im-p-recare, vo-mitare, be-stemmiare e tutti gli altri più spudorati e patetici "are" che la vostra mente a sangue freddo(putrefutto direi) possa suggerare, per ora potete andare a cagare, per ulteriori aggiornamenti… guardare..


nei preferiti.

se cercherete di contattarmi in qualche modo vi eliminerò fisicamente


col DDT.

moscamh6fc9
insetti
!

p.s.
il livore misantropico espresso nella missiva non si esaurisce in una seppur giustificabile smania di sterminio, ma in una dietrologia, di richieste sfacciate, che vede "donne", che autonomamente si sono iscritte al mio blog ed in un secondo momento pentite, dopo la cura Remeron, ossessionarmi in pvt per essere s-cancellate, in quanto il loro bagaglio informatico, più un fardello direi, non permetteva loro di s-cancellarsi autonomamente e definitivamente dalla faccia(del cosmo) dei miei iscritti, cioè da in goppa alla faccia dei miei iscritti, puntualizzo in slang vesuviano per la frangia partenopea che vuole giustamente essere cagata in egual misura, dicevo, dunque i miei modi bruschi sono ampiamente motivati e giustificati da una sorta di persecuzione psicologica, un mobbing ridanciano e volgare (che mme rimbarzicocola) esercitato dallo squadrone di megere col cervello in pappa succubi della incombente matriarcale schiavitù estrogenica menopausica…
non c’è pietà, neanche nell’etere, l’ormone comanda…
io l’ormone me lo magno a colazione.
(non lo sapevate?)

 


dopato!!


scusate ma…

i miei amici mi aspettano…
gesasdfx6

518514510549550555

caffè

http://www.boxstr.com/templates/default2/images/icons/player.swf

metri cubi
caffè
chilometri quadrati
caffè
ettolitri quadrangolari
caffè
dimensioni astrali
caffè
non ne posso più
caffè
se non ci sei
caffè
è solo chimica
caffè
è un tutt’uno
caffè
è caffeina
caffè
di sera
caffè
dopo
caffè
prima
caffè
se non è bono
caffè
è un piacere
caffè
è un vizio
caffè
per favore
caffè
il mio onore!
caffè
senza speranza
caffè
no logo
caffè
e sigarette
caffè
mio padre
caffè
vafanculo!
caffè
certamente
caffè
che poi non è..
caffè
la mattina
caffè
sono
caffè
treno
caffè
tremo
caffè
e fluoxetina.

APPUNTI DI VIAGGIO(luppole)

ebbbasta con sti cazzo di "appunti di viaggio"!!!
siete macchiette stampate (male) in serie da tv e web,
tutti con le stesse stronzate e gli stessi slogan!!!!


APPUNTI DI VIAGGIO..

francobolli!!

dove cazzo
dovete andare

?

non voglio più iscritti
cancellatevi tutti o vi blocco!!!!!!
cry sfondo nero.gif

….
 
perchè non
mi "so tenere bene?"
perchè non devi bere e non devi fumare per non essere così!
cosìcosa?(slime putrescente!)
vecchio???
io sono vecchio,
sono vecchissimoooooo!!!
lo sono sempre stato,
lo sono natoooo!!!
siete voi i ggiovani!
appunti di viaggio…
ma…
aaaaaaaaaffanculo va

cry sfondo nero.gif

lo ripeto per la 74a volta

non invitatemi

non partecipo ai blog
un buon motivo per chiuderli,
non aprirli proprio,
ed aprire invece un foro calibro 9
nella vostra zucca vuota.

(sono acceso)

voglio una droga ribelle!
che non faccia ingrassare
e non rovini la pelle!
voglio le stelle…(in polvere)^^
(e non è la coca!!!)

Remeron Channel Tonight:

perchè le coltivatrici di luppolo mestruavano tutte insieme alla fine del raccolto?
estrogeni luppolesi, realtà o fantasia popolare?
 m’imbriacate e mi effemminate?
non ce la faccio più
siete tutte li nella mia panza a coltivare a-climateriche un luppolo dorato
che poi, maturo, verrà pisciacchiato a sangue e bevuto.. (da mecry sfondo nero.gif)
(non bere mai la birra rossa!!!)


luppole… su Remeron Channel

perchè mestruavano tutte insieme?
c’era un premio sindacale?
solidarietà di genere?
fu un po come il movimento delle tabaccaie?
luppole! e sai cosa bevi…

cry sfondo nero.gif

vorrei darmi 39 pugnalate nello stomaco per poter
bere tutto d’un fiato un fusto di luppolo fermentato di 50lt.
e morire dissanmbriacato

cry sfondo nero.gif
(neologismi luppoli su R. Channel)

(fermo biologico)

vendo ricci di mare pescati con le bombe
(atomiche)

ho perso l’anima nella metropolitana
seduto affianco a un pellerossa
affianco a un pellerossa

mi muovo perpetuo
nella polaroid scolorita

all’interlocutore della notte che dorme come fosse giorno il letargo ibernato dell’incombente esistenza subita non posseduta

non vivente ma essere vissuti da un agglomerato ordinato di cellule primordiali specializzate nella riproduzione e sopravvivenza di se stesse. questo è ciò che sei, nella tua tana, la mente. Un organismo.
(reagisci ad impulsi, come un insetto)

son sempre stato uno snob autoconservativo
conscio del proprio valore inestimabile, necessario ed isnsostituibile da preservare come un bene storico e culturale… artistico!!
per quanto tu possa insidiarmi, vestirti accomiatarti scimmiesco/a con nuovi e sgargianti abiti,
ti riconoscerò aimè
al primo raglio,
asino/a!!!!
la natura non si comanda,
si condanna.

tu sei di carne
io diVino

bugie vere (ripubblico 8 volte lo stesso post)

posso lasciarmi andare completamente?
forse…
forse no, ma (che ce frega?)
lasciarsi andare
dove?
perchè se mi lascio (andare) dove vado (a finire)?
cos’è il mio corpo, un golem attaccato con un filo (da tagliare?)? alla matassa ingarbugliata dell’ego? (o una macchina da sesso attaccata alla rete della mia vanità?)
uno straccio di sensi di colpa nei confronti di quello che avrei dovuto per forza fare e che non ho fatto per "essere" uno o qualcuno?
e quello che farò poi sarà ciò che "qualcuno" o uno aveva scritto nel mio (in)destino?
destini predeterminati(su remeron channel), come il sesso prima della nascita, l’incognita come algoritmo esistenziale sciorinato da una macchina
molto poco macchina e poco altrettanto divina,
automi immaginati dall’uomo…
la loro materializzazione o meno è solo un effetto collaterale,
l’uomo che è un essere finito anelante l’infinito, ah ah ah che follia!
voler arrivare a prendere le stelle con una macchina,
non è un impegno davvero gravoso per la nostra coscienza, nei confronti dell’uomo che verrà?
ai nostri figli inglobati nel metallo che cosa si dirà, che abbiamo continuato a costruire giocattoli per il loro bene? per farli divertire, facendo esplodere, con un bel giocattolino, altri figli(di troia) come loro(spicciola retorica post bistecca?)? non è vero che ci siamo evoluti dall’età del ferro, del bronzo, dell’acciaio, siamo ancora calati  in quell’inorganico oblio bellicoso, creiamo organismi col metallo, la loro energia circola nell’etere per mezzo di onde elettromagnetiche, o liquami fossili, o fibre sintetiche che fanno sempre capo al polo negativo e positivo, che fanno sempre capo ad una realtà di origine metallica intrappolata in una gabbia elettromagnetica, la grande calamita o bussola che è il nostro pianeta, ci ha forgiati a rispondere ad impulsi primordiali elementari; più e meno, bene e male, bianco e nero, notte e giorno, jing e jang, come la vite si attacca alla calamita, un corpo inerte è attratto da un campo di forza, i nostri intenti ed aneliti(-) al divino(+) come semplici reazioni chimico fisiche mirate alla sopravvivenza, l’evoluzione; un’ipocrita e folle ricerca di risposte, per spiegare il nulla che siamo, ed evadere dai meccanismi semplicistici che ci costituiscono, per cercarci un senso in un tempo che non esiste, il futuro(il passato).

E se(apparentemente) non ha alcun senso quello che ho appena scritto è perchè ho guardato la tv ininterrottamente per 72 ore, e per 72 ore ho divorato notizie fini a se stesse, soggiornando in ambulatori medici, insufflandomi settimanali (femminili!! scandalistici!!) di 6 mesi fa, che non mi hanno arricchito, impoverito, ma solo rincoglionito, il che è un bene(per voi), o

una bugia(per l’umanità).

bananabip2.gif

n.b.
non fermatevi mai alla prima stesura dei miei post, quando li ripubblico è perchè son stati rimaneggiati ripensati, ragionati, così come l’intero blog, è un organismo vivente in divenire, così come i vostri cervelli dopo avermi letto…: cresci uomo, assumi Remeron regolarmente per la tua evoluzione sinaptica.

scoooooop sensazionale:
mi sono svegliato(scorreggiante) seduto davanti al computer…
nel senso:
ma non si finisce mai di lavorare?
(ma quanto mi sono mbriacato ieri sera?)

(ieri notte ho risolto il problema in modo molto semplice: non mi sono coricato!)
(mio fratello mi ha chiesto un piccolo prestito di 2000 euro per pagare una cartella esattoriale… da qui il via alla dissoluzione alcolica pre dissanguamento)
(ma quanto mi sono simpatico?)
l’unica cosa che mi ricordo:
io seduto al tavolo di un pub con gente sconosciuta che (improponibilmente mbriaco) faccio improbabili avance ad una bellissima israeliana di origini sicule! che seduta con i "suoi" amici si scompiscia alle mie elucubrazioni dandy-putrfatte..
ad un certo punto con occhi grigio viola sintetici mi alzo barcollante e vado via senza salutare nessuno.
che notte… meglio riprendere a fare palestra, e(‘) salutare.

valium

vorrei fugare… una figaretta

ah..

ah ah..

ah ah ah!

monstersm
In fila alla posta…
(sto imparando a dormire in piedi come i cavalli (ho suppergiù anche lo stesso odore),
poi mi sveglio di soprassalto e sono appoggiato alla signora
con la permanente turchina che puzza di naftalina e
mi sorride complice, io sono terrorizzato (dalla gaffe!) e sbavato
ma cerco di ricambiare
mescolando un’ espressione agghiacciata da psicopatico
con una pranoterapica da chiropratico… non sono simpatico da vedere..(vedi foto)
la faccia schiacciata da un lato
i capelli cotonati a bandiera dall’altro
un occhio semi chiuso
un altro spalancato, un altro…
sudore sulla fronte,
bava alla bocca,
sotto a chi tocca!
brufoli, conati…
incontri ravvicinati!
del tipo!*,
il1° e il2° non l’ho mai capito!
)

signora da quanto tempo le dormo addosso?
mo no sciaranno quei zinque – diezi minuti sci vede ch’è sctanco…
il suo sguardo complice destabilizza e mi regala brividi anali, ma
non riesco a restare sveglio, ho bisogno d’appoggiarmi
a qualcosa per arrivare allo sportello… faccio per incedere trafelato
ma sto per cadere e la fata turchina(!) mi prende sciotto brazzio!

mo sctai fermo che te la prendo io la raccomandata cocco!!
poi però mi porti la scpescia!!! ih ih ih ih!!

Oddio ma questo è un incubo, no la prego signora (mi) lasci stare
cosc’hai detto tescioro?
la prego così m’intimorisce
mi dia del lei!! cof! cof!
mo tescioro coscia dizi non scento mica, sctai bene? sciudi ma cosc’hai?
cosc’hai fatto ieri scera he?.. ih ih ih!
mo la zia ti prepara lo zabaione va là!
io io
mo scta buono che dopo la coop scialiamo al scettimo piano a piedi e la zia ti fa le "uova"
sctrapassciate…

  mettiamo il lisssio meglio della baleraaaaaaa!!

vertighio             (ma… non era lo zabaione?)

*su Remeron Channel…

n.b.
è consigliabile per la vostra incolumità
leggere i miei post la sera a stomaco pieno
perchè fino a sera ci aggiungerò e stravolgerò
sempre qualcosa, quindi voi pensate d’aver letto
ed io fo un dispetto… non so se mi spiego.

nn.b
cerco d’essere più didascalico per le
povere anime che non mi capiscono
che accoglierò comunque nel mio
gregge avendo per loro un occhio
di riguardo(quello grosso!),
fatevi avanti pecorelle
ed esponete le vostre incertezze sarò
un pastore per voi, ligio nell’indicarvi
il giusto cammino….

illuminazioni

a rischio di ripetermi, sempre nei secoli dei secoli, ribadisco un importante concetto fondante di questo lavoro.
Io sono un uomo tolemaico, ho una visione omocentrica, ergo sono l‘unico uomo al centro dell’universo in quanto voi siete tutti figli di quel guastafeste di Copernico, tanto per precisare, e prendere le distanze da un certo qualunquismo strisciante che s’insinua subdolamente anche in seno ad una mente scevra da condizionamenti come la mia, e che ci vorrebbe tutti uguali satelliti del sole, subalterni di una stella…
io sono diverso, è il sole ad essere un satellite, io sono una galassia, come con Gesù, la mia cometa, il sole, mi segue ovunque, ed indica agli altri la retta via per giungere a me, vi attendo, mi attendo…
Non partite di sera, il sole dorme,
e non è una cometa,
ho detto "come" una cometa,
Occhio!!

il mio culo è… download continuo d’impulsi elettrici, trasmissione radio interrotta con  sciatico popliteo, interni, problemi di comunicazione interna, reparto spe, si captano dati cifrati,  tecnologia e linguaggio alieni, codice non riconosciuto, deficit… reload. Sabotare gl’incursori neuronali, non è stata un’ ottima idea, ora potrei mettere Neu(t)ro sul frontespizio del template, Liberato, Svincolato, Licenziato, riVomitato e salutare con l’altra mano quella del diavolo, con la buona inietto Equipose nella gamba, Boldenone: attenua la distanza tra nervo, muscolo e simpatia. L’idiosincrasia sincretica che scorre spastica tra tronco ed estremità fisiche dei miei pensieri, i miei arti selvaggi, un corpo immaginato, sparato con un pugno di pixel su questo vecchio monitor, VGA, menti reali e troppo materiali per essere libere di non essere, sinaptico, ancorato ad una realtà, terrena, schiacciante, mostruosamente umana, finita, finire sembrerebbe fuggire, e ciò che appare, a volte, non è solo immaginifico, non è solo apparso, scomparso o scompiatto ah ah ah ahttenta!! quanto mi piaceva straparlare con quella, ma, quanto mi

io quando ho mal di pancia, fumo, non so perchè, no non me lo pongo come dilemma esistenziale, però esco vado al tabaccaio, lui mi guarda:

Mal di pancia?

Già…

Poi mi da un pacchetto di camel light da 10 e salud, tutto ciò è parossistico(?).
paranoico?
pindarico?
p?

per dio no! p no!!!

 

carpe diem (banalità rancide)

un giorno quando avrò deciso cosa fare del mio tempo, il tempo sarà fuggito, ed io resterò pietrificato nei miei intenti tardivi, all’ombra di una vita spesa a cercare il senso della stessa, ed a formulare inutili masturbazioni speculative sul senno di poi e sugli errori dei padri, dissociando pienamente il presente e la contemporaneità dagl’atti, che non sono mai frutto del passato, propaggine più o meno accorta di una coscienza atavica e neanche impeto propulsivo di un inerzia futura, perchè ciò che è stato e ciò che sarà non esiste. Io sono ciò che sono, un conatus metafisico.

La Maliarda Caotica (che bisogna fa’ pe’ campà)

C’è una tipologia di femmina umana che desta il mio interesse antropologico, più di ogni altro primato, si manifesta di solito dopo aver appena concluso una love story burrascosa, dove un lui esasperato ha gettato la spugna o l’ha fatto lei in prospettiva d’un futuro migliore… Questi curiosi esseri aprono subito un blog, cercano di dissimulare un certo malessere per non parlare di totale caos esistenziale, e si aggrappano a qualsiasi spiraglio di calore umano con fare sufficiente e disinteressato, calcolato al millesimo, salvo poi in brevi frangenti aprire degli squarci sull’abisso credendo che nessuno se n’accorga e stendere subito "distrattamente" il solito sudario insanguinato, ahi ahi ahi poi dopo un due tre mesi, si riprendono in fretta (apparentemente), che come piattole si sono attaccate succhianti a qualche altro pipistrello malconcio, ritrovano (illusoriamente) una calma tacita che le permette d’accampare diritti e imbalzamare il vampirello, ritornarnando così alla carica, forti del nuovo placebo, al loro vecchio mestiere, la ricerca del buon partito e/o principe azzurro, possibilmente con casa, automobile, e degna collocazione sociale. Ma non finisce quì, la maliarda caotica, nel marasma confusionale oceanico in cui annaspa, si crea una propria posticcia poetica da spacciare ai quattro venti come paravento alle proprie insulse, scorrette, ataviche strategie di lotta per la collocazione in società. Emancipazione, maternità, discriminazione sessuale, sono solo alcuni degli ombrelli da Mary Poppins da aprire retoricamente a seconda della burrasca che si è riuscite a scatenare, in un modo o nell’altro queste mantidi, raggiungono lo scopo, svuotando di significato qualsiasi cosa: persone, sentimenti, vite, all’insegna di un inconfessato e incomprensibile edonismo, muovono come ciechi buldozer la macchina dell’esistenza con un primordiale brutale, incosciente, fine ultimo: un abominevole istinto di conservazione della specie. E c’era bisogno di tutto ‘sto sforzo evolutivo e sta speculazione culturale per continuare a fare ciò che facevate 15.000 anni fa, quando camminavate ancora su quattro zampe?

P.S. d’altronde Splinder insegna che in materia di brutali accoppiamenti tra corpo e mente tra menti e menti e corpo a corpo siete realisticamente ancora all’età della pietra, il fatto che una minima percentuale si sia evoluta ed abbia per spiritò di civiltà democratica resa pubblica la scienza, non significa che chi ne usufruisce ne sia all’altezza, non mi stancherò mai di ripetervelo: siete delle bestie, leggete, impadronitevi di un vocabolario e digeritelo, la cultura è l’unica via di scampo alla caverna, la cultura e la lettura in particolare vi rende liberi, crea la vostra individualità per non dire spiritualità, vi fa uscire dall’ambito tribale in cui vagate, che per quanto si blasoni la tribù globale, in questo sistema c’è ancora spazio per chi lo vuole per una sana, cinica, individualista, esistenzialista, pragmatica, evoluta, ecocompatibile, autosufficienza.

Il signor Uccio era animato da insane velleità ideologico-criminali alimentate dalla sua folle corsa verso il patibolo. Alto si ergeva il palo con la croce e nei limitrofi il boia affilava i suoi strumenti, incidendo con lettere di ferro il nome del giustiziato sulla striscia di pelle staccata al precedente, cuciva brandelli di vita come fa la scorza di un serpente quando morta ricopre mille variopinti insetti che se ne cibano.

Checcevò

io non metto un sottofondo musicale perchè non so come si faccia, dopotutto non è che io possa sapere proprio tutto, si d’accordo sarò un genio, ma con una certa calma, io sono sempre un essere umano, per questo imperfetto. Daltronde a me i blog con la musica di sfondo non mi aggradano perchè o devo abbassare la radio o devo abbassare il computer, devo comunque agire sul volume di qualcosa, ed io l’unico volume su cui vorrei agire è quello del mio ego che si espande oltre i confini elettromagnetici di questo blog per invadere la rete intera ed appropriarsi di qualsiasi cosa sensibile esso trovi sul suo cammino, cammino? No sto fermo, anzi vado a letto, Bonanotte!!!!!!!!!!

chi sono questi uomini, cosa vogliono da me? perchè non posso postare audio? Pesa? c’è un modo per creare un collegamento ipertestuale? E che cazzo è? Sto ricominciando a stare male, ho capito, ho capito. non ho capito, non ho capito un cazzo. ho una lesione distrattiva di 2° grado al legamento crociato anteriore, ed una di 1° al legamento mediale laterale e pippe varie, che cazzo è? perchè? che cazzo sono io? che so, un golem? un totem? na cazzo di chimera? bo? e tutti questi bipedi cosa vogliono da me? prima mi rompono poi mi aggiustano, poi… che gioco è? è un gioco? stare male è più nobile? stare immobile è male?è tutto normale? è tutto sbagliato? c’è una ragione? che cos’è che mi sfugge? che cos’è che mi mangia dentro e vuole uscire? qual’è quella voce che mi parla e a cui non dò retta? e perchè? perchè continua? forse ha ragione, e forse fino a quando non l’ascolterò continuerà, e se continuasse per tutta la vita? e se fosse davvero l’unica chanche che ho? e se una parte di me avesse già capito tutto? è il momento di agire? sto male perchè sono fermo? e non c’è pillola che tenga? perchè ho le antenne e non le uso? perchè io? Perchè? E tutte queste domande? E gl’interrogativi? E le invisibili risposte? E tu?

Quando guardo fisso nel vuoto so cosa vedo, so cosa c’è!! Io lo soo!! Sei tu, che non hai coscienza, abbi fiducia, dammi la mano e… cadrai in quel vuotoooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!