la zia, mort(a)e [commedia cittadina]


premi play e leggi.(soundtrack)

 

 

Non ho capito
che cazzo voglio
o non voglio,
che lingua
parlo o non
parlo,
leggo ma mi
fraintendo.
Oggi sono in sciopero
che qualcuno mi lanci
‘na scialuppa!
che qualcuno…
Che cos’ho?
sto soffrendo
cosa non ho,
molto.
Delirium tremens.
Quando son solo ti voglio
quando ci sei vorrei esser
solo un po meno
schizo
frenico…
dell’aria pulita! qui
c’è puzza(di socialisti!).
Garofani
quell’odore di stantio
che subisci al cimitero
ho sempre pensato fosse
degli ultramorti putrefUtti invece…
erano i fiori;
il profumo di
quelli freschi si mescola
ai decomposti, crea la
balbuzie sinestetica…
senza etica sensoriale.
Come l’odore, la scia! che
lascia la vecchiona(bisbeticoeretica) di qui
di casa mia! che
non si lavò mai
di coprire poi, cercò
riscoprire l’a(e)ssenza
del buon odore
con un profumo forte
da 3 lire
amalgama al corpo compianto.
La morte!!!
quando passa
oltre la scia lascia
un borbottio incomprensibile
fatto di
 
-“si, no, quante shcale devo f,
shta per piov, shcusa, prego, avanti, la schpesa pesa
chi sono? lo scoiattolo! anzi l’ho
scordato(lo), shalgo schiendo?”

Se ti blocca per le scale
resti pazzo;
paralizzato per ore
stordito dall’odor,
del fu fiore(del male)
più che altro dalle parole,
l’impianto scenico
apparentemente casuale senile
demenziale, bevo per
dimenticare.
Non ce la posso fare, per favore
devo andare,
-scusi signora
di 120 anni, le scale le fanno male?
salga in groppa a cavalluccio
la prendo in braccio, sto
vomitando
la porto io al
5°(elemento)piano
ascensore umano
-per carità però
stia zitta, che perdo la
forza la rincorsa,
della slitta sono
in apnea sto per collassare,
ad un passo dalla
fine, l’enfisema polmonare.

“Grassie giovane… buongiorno e arrivederZi caro.”

 

 

 

Onnoooooooooooooooooo
ooooooooooooooooooooo!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
he!no; la replica non ci sarà…
(…)
ahò befana…
(…)
ehi!!!

fazzio le scale sino al 5° piano le gambe mi fan male
devo portare la scpesa sono sola, sono sempre stata sola
confinata al 5° piano ho 121(mila) anni e dunque vado piano
all’epoca mia z’erano signori, uomini, ora mi sbattono
la porta in fazzia perchè scion veccia, brutta, ma vivo.

 

 

porcoddeaz nonna non puoi sequestrarmi con la tua poetica
divento un animale, m’imbizzarrisco come il cavallo mi
nasce naturale l’istinto
di protezione, salta in groppa anche se dopo
dovrò farmi la disinfestazione!!
chi son costoro che ti sbattono la porta in faccia!!
porcamiseria ladra chiamami telefonami così che io gli faccia, non so che cosa!!!
son tuo figlio, nipote, marito mai sentito,
l’acrobata che ti porta e regge s’un dito
la vecchiezza non è che il raglio, di ieri, della giovinezza
impressione onirica mentale. L’ospedale dove
ricoverati stanno i ricordi malati, però
se il futuro non esiste
cos’è dunque il passato?
un fiore “putrefa(t)to”?
Il rosso garofano
splendente oggi,
domani sarà morente,
puzzolente(come te) nonna
che non t’ho mai avuto,
dunque passato e futuro sono
niente, cosa conta dimmiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!

Sciolo il presciente(amor mio!).

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!
il presenteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!
amor miooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!
ho sempre

 

 

sbagliato

 

 

tutto nonna!.

 

 

 

 

-M che belgli occhi grandi
che z’ai! shembrano turtelen…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
ghoul

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

te l’avevo detto nonna
di star zitta
ora mi tocca
mettermi il tuo soprabito
reggiseno, e collaaaaaant
che schifo!.. solo per fare il
lupo frocio della favoletta
di Charles Perrault..
ma
io non sono frocio;
neanche lupo

 

 

sono

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

una favola.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cappuccetto.jpg

 

 
cappuccetto?
mi sa
aspettare…
grauuurrrr!
185cl.gif

i tartassati(poverini).

non c’è niente di NUOVO sotto
il sole siamo uomini da 200.000 anni
se fossero stati soldi, invece che tempo
qualche paleontologo dal buon costume
avrebbe spostato la data a 400.000
infatti qualche anno fa si parlva di
Homo Sapiens facendolo risalire a 130.000…

🙂

non

mi piace chi
clicca “mi piace”
in calce al mio post

non amo l’assenso
veti, direzioni
tantomeno un pubblico

 

sono già ingiustificatamente
numeroso, oneroso.

 

 

ogni vostro intervento

inquina, inficia, il determinismo

della mia incoerenza(madre di scienza).

 

 

 

 

piatteza on piano

non – sono ancora iscritto in questa piatta forma proletaria di enigmistica letteraria…rodari

…parente handy del settimanale, più letto, fatto finta di, nella strategia dell’ultima spiaggia(in treno, ombrellone, ambulatorio, prima di mollare il boyfriend)…
Che qualcuno scriva un post che poi a casa con calma unendo i puntini mi esce fuori un concetto ahahah… giornalai compresi.
Ho già ricevuto 1,5 minacce di querela preventiva per stalking (quanti danni che fanno le pubblicità regresso) da una poveretta grafomane che crede io la voglia sottomettere:

slave fai fare il master a tuo marito, ma

in psicanalisi così ti cura, e poi te molla, guarire è troppo equivocabile x voi.

sono stato bannato da 1 blog di satira giornalistica(per carità un controsenso in termini).
ed una (in generale le donne che fanno qualcosa di, non frivolo[etimologia please?], attinente al pragmatismo dell’ossessivo maschio sono… isteriche) mi ha detto che sono un brutto, gay, represso…
…tutti(ed io non sono tale) i gay son repressi(tranne forse qualche trans bellissimo) altrimenti sarebbero normali(e non farebbero alta moda)… ne capisci di psicanalisi?(e non psicoterapia per carità bbastaaa!) e allora che parli a fffà!?

Volkspress… sei una grossa delusione d’altrone… ho sempre sostenuto che i possessori “piloti”(ahahah) della macchi(n)a del popolo tedesco fossero degli “audisti” falliti(non parliamo delle “audiste” meglio buttarsi direttamnete sotto un tram[guidato da un gatto!])… come se poi un giorno magicamente quando da pecora dall’anale predisposto, ti ritrovassi colmo di danari i quali tramutassero nel cazzuto lupo(poco ci vuole, l’argent fait la guerre!) che ti fa il culo frangibile quotidie(a te a tua moglie e a quella del gatto)..
l’approdare ad una delle macchine del Wolf anziche volgare volks, la tua genia cromosomica, sperante(dal concetto di pietas cattocomunista), devierebbe verso la specie superiore cappottandosi o confrontandoti direttamente col platano, cocainimistico SUV, schiacciato inerme dalla forza di gravità che non conosce portafogli, camion ed ammortizzatori.. crisi maniacali(o il contrario depressivo) busta paga dipendenti…eeeee cromosomi.

VolfWaghen sono uno strumento di selezione di massa, così come il Volkspress ed il bourbon.

vi leggo!   😉
(ho notato tra l’altro che c’è un “poster” cioè

addetto a mettere in evidenza… etc etc
senza considerare orario, day etc;
lo pagate.

 

 

 

mi troverò bene!

 

 

 

 

 

 

me ne sono andato quatto quatto

è la crisi totale dei sorrisi,
è l’ombra che stende sugli avvisi di sfratto del mio corpo ectomorfo, disgiunto con il sopraggiungere di un anno dalla metafisica, contatti del 4° tipo con me medesimo, guardato distratto estratto di un ritratto allo specchio, la mia stempiatura causata dallo stress dalla mancanza di aminoacidi che il mio intestino non digerisce per destino, il fato vuole una pioggia di nuvole pecorelle è latte ma non posso nascondermi se piango, forse si, il destino infasusto mi portò sulla mia strada ad incontrarmi desiderando di me l’assenza e preferendomi ad un altra che… quell’altra sei tu ma, ti cerco in faccia a tutte e tutte in faccia puntutalmente me le ritrovo, quando ci provo che poi io non sono malfidato; riservato, domestico, ma non distinto, troppo poco disinibito per essere già estinto in un dipinto del fu artista, l’emozionale strascico di un tempo andato li s’è fermato dal pennello mattacchione, il rispetto per un emozione non c’è, il disturbo per l’esserci tardo, il ricordo di quel che stato chi ha avuto avuto chi ha dato ha dato scurdamce u passato.

tutto quello che ho scritto, l’ho sbagliato ma era qui e me ne sono andato con tutto e con tutti i motivi che ho di

ODIARM/VI.

 

ADDIO.

 

 

è andato sempre tutto storto, alla fine pure la piattaforma.

non ci bevo su perchè ho scoperto che mio cugggino è alcolizzato.

(e lui ha un lavoro, la fidanzata etc etc, io che non ho una minchia sarei troppo scontato, l’artista
del passato
remoto!!)

 

 

 

 

qualcuno abbia, più pietà.

Avere un cane, tradisce, anche nell'uomo pragmatico, prosaico e razionale,
un animo avventuroso e sognatore che cede volentieri strada al fanciullo che gli corre dentro. 

preghiamo

a buon intenditor non scassare la minchia

remeron terminator

(l’80% dei maschi non sa scopare, ragionare e far di conto.)
(il mio rispetto nei confronti di chi notturn[a] mi cont[r]atta
(senza per altro mettere "una minchia" in saccoccia… come si suol dire: a buon rendere.)


il fautore di questo blog considera la femmina come un insieme di cose:
mente, tette, carattere, culo, rispetto, uguaglianza, sesso, condivisione, pari opportunità, sensualità, conoscenza più o meno approfondita(di se stessa, dell’altro, di come ci si deve presentare ad un uomo[sperando che ti si scopi]) delle materie umanistiche ed artistiche, disinibizione, avere voglia di s/incontrarsi per la prima e forse ultima volta nella propria vita con un UOMO con un "cazzo" (che non ha nulla a che fare con le dimensioni pornografiche e tanto meno con la sveltina del sabato sera col boyfriend o con l’amante[te prego! boyfriend a sua volta… vai da un professionista!!!!  non da un impressionista!]).
Ciò non preclude l’amicizia disinteressata(ed anche interessata a brevi amplessi senza melense conseguenze omeriche, odissee telefoniche finalizzate solo ad arricchire i vari provider…)

Questo appunto solo per distaccarmi (per una volta) dall’aura asessuata che questo posto propugna, solo perché non è stato pensato e creato come salotto viveur dove si s-parla e si fa dell’osceno "un" genere; scontato, se non quando nello specifico, e dunque "a tema".
Qui l’osceno si tace, per la pace del buon condominiato.

perchè se Remeron dovesse parlare, molti blog chiuderebbero, mooooolti fidanzamenti fondati sulla fiducia e la stima reciproca nonché altrettaaaaaaaaaaaaaaaaaanti matrimoni…
Per amor dei bimbi, babbo Remeron tace la smania delle madri; la stessa (smania) che io curo al centro di salute mentale e loro, d’altronde per quello furono create, sulla mia minchia.
Siamo tutti contenti, c’è anche la supervisione ed il visto dell’ASL.(figli sani di mente!!!)
(be sci ha prescio dal nono o dala nona… sono un po vivazi!)….
("vivaze" e "cornutazzo" sarai tu polentone di mmmmerda, i tuoi figli; ringrazia tua moglie, che non li ha fatti con te… ma fa parte di un meccanismo inconscio; lei non ha colpa, secondo Freud, Lacan etc. tu nasci già cornuto quindi; l’importante è che voti a sinistra nella rossa; che poi alla Roscia di tua moglie ci pensiamo noi del sud Italia; dove nonostante il brigantaggio dei savoiardi è rimasta la minchia che voi non avete e della quale le vostre femmine "emancipate" ah ah ah ah ah…(scusa la digressione) si servono a piene mani; e dopo aver sucato kilometri di cazzo sono in grado… spontanee di chiamarti amore come nulla fosse; anzi ancora di più, e tu sei una pasqua… vedi come va la vita, da secoli i maschetti mettono la roba(degli altri) in saccoccia…. vai a pensare che le loro femmine "la roba" degli altri se la mettono nella figa… e voi siete cornutoni e contenti. Da bravi polentoni, normodotati sia di minchia che di cervello per questo avete investito Mu"s"olino e sciaboletta come briganti statali autorizzati a deportare la cultura Italiana che è al sud nelle vostre contrade di merda, dove non si fa un metro avanti senza scontrarsi con la nebbia o con un coglione che fa fatica a parlar l’italiano e per questa, sua mancanza, ti chiama terrone…
Siete delle merdacce e quello che ci avete fatto con Mus"o"lino e sciaboletta lo pagherete tutto, oltre che con la figa ed il culo delle vostre puttane che ormai sono a rodaggio di minchia "suddista" ed "emancipate" solo dal punto di vista sessuale, e che ora si adattano pur d’evitarti(pensa un po che compagna che hai)  all’alternativa a te più vicina che non sono io che vengo dalla Magna Grecia ma: il musulmano, l’albanese, il rumeno, l’africano; tu invece sei una caccona senza identità. Cerca di recuperare Homo sapiens dell’appennino, ma non seguire Bossi, segui la tua donna, che guarda in basso, guarda dove ha capito che c’è materia cerebrale(e minchia), tu non ne hai; barbaro, i tuoi figli sono del salumiere sardo, del fisioterapista pugliese, dell’ortopedico calabrese… di tuo è rimasta solo l’angoscia, tipica delle vostre contrade plumbee, noi siamo figli del sole. Imbecille!!!!

(come dire: La banca del seme; se ogni madre potesse scegliere "magari" preferirebbe a te; un "genio"… e forse una sveltina con lo stesso invece dell’inseminazione artificiale… non ti pare?)
(se il babbo è contento; il figlio è un portento)

Chi, evanescente o assente il fine settimana pretende od avanza pretese di alcun genere in altri momenti è cortesemente pregata d’andare a farsi fottere, non cercarmi con assiduità, e se dovesse, per necessità farlo, sia costante per essere credibile oppure… il pianeta è più grande di quanto tu possa credere.


p.s.
hai bisogno di troppi dettagli,
dritte, indirizzi;
la femmina piatta non m’interessa

devi essere una sorta di Tenente Colombo; attorialmente deficiente ma professionalmente determinante; efficace(nell’economia del giallo)
Determina(ci).
Io credo tu non sia in grado di farlo,
non meriti dunque la mia vita,
ti basti quella dei mediocri;
più simili a te: gli apparenti vincenti o perdenti attraverso i tuoi metri valutativi; dato che l’uno è diverso dall’altro ed; in una certa diversità ci si riconosce… riconosciti nella provincia che t’ha creata e rispetto la quale; in misura della quale, vuoi o credi di essere o di poter essere qualcosa… io in queste dinamiche umane fin quando mi sarà possibile non sarò "umano" e quando dovessi esserlo; sarò morto.

(ah però! ho vissuto i miei vent’anni; i trenta, il mio cane, le mie 4 donne(6 o 7 forse se vogliamo ricordare quelle volte che ci siamo detti: t’amerò per tutta la vita; noi ci sposeremo, questo bimbo è tuo; lo voglio tenere , sei frocio, mio marito non ce la fa, mia madre ti odia, mio padre preferirebbe che ti lasciassi, mio padre preferirebbe che tu morissi, mio padre sta venendo col revolver a casa tua. etc etc.)



Babbi… che cazzo c’avete contro di me? non ho mai considerato la vostra(semenza) estrazione sociale, scolastica; tanto meno il vostro livello intellettuale(il Q.I. e forse sarebbe stato d’uopo visto l’enormità di bischere che mettete in circolo), o l’appartenenza politica, lo stesso dicasi per le vostre compagne, adepte, mogli, madri… solo perchè sono un artista? solo perchè la mia scatola cranica potrebbe contenere 250 dei vostri cervelli(a livello qualitativo)… ‘na specie ‘e pepata ‘e cozze?
Sei stato buono (1 su 300) a cagarne una decente?
lasciamel’a me che son l’evolussione della spezie… e
nun scassar’u cazz!

post lettura post
si consiglia
il suicidio,
a chi
so io…

n.b. per i ladroni
la gif Terminator è stata prodotta dalla Remeron Uccio Zen Platone Strazzacappe Strazz in Bologna ma è di libero uso rispetto a qualsiasi stronzo ne vedesse la necessità, occhio ai meno stronzi perchè c’è la multa della SIAE ora (stronzi) non contattatemi tutti contemporaneamente.
Spalmiamocela nel giro di 2 o 3 o 4 ANNI.

FAC IU

(li cchiù strunz sunt li fuggiani^^; tanto bene vi voglio; specialmente a chillu piezz’e mmerda di Ruggero ca ma rricalat’u cane[cu stu cazz 100 euro!!!] e mo ch’è mmorto an goppa a 10 anni nun m’ha ditt nu cazz e che se chilla pazz suord della mamma cana è ancora viva l’ammazzassi io per quanto m’ha fatto murire l’andata di suo figlio, ca m’ha llassat’ com’a nu fessa accà an goppa a tutti sti strunz! bafanculo tu e tutta la Gibilterra)

no
non sono razzista, l’opposto contrario invece, in quanto promulgo la negazione della razza e l’emancipazione della specie. Nego l’esistenza del popolo padano che si autodefinisce una "razza" a parte, una sottospecie di essere umano che si "sarebbe" formata e riprodotta rubando ad i propri fratelli, pagando e sigillando con una dittatura (prima serpeggiante, "clandestina", poi dichiarata e meschina col nano de Predappio e l’alterego sciaboletta, re nano dinome e di fatto: piemontesi!!! settentrionali!!! Questa
non è una razza, ma neanche una specie, è merda.
Il papa, il penultimo, chiese scusa alla storia per gli orrori del cattolicesimo, i tedeschi e gli stessi fascisti italioti travestiti chiedono scusa per l’olocausto, quando voi autoproclamati "padani" chiederete scusa per la vostra esistenza? e secondariamente, non in ordine d’importanza delle stragi genocide che i vostri padri hanno commesso per darvi quel che ora avete ed affermarvi "popolo" padano, quando eravate un branco di pecore spelacchiate?
Terroni?
voi siete terra, polvere, virus che vola via con un soffio… ma la vostra natura barbarica resta e resterà e
non si smentisce, a testimonianza della smaniosa ricerca d’un’identità, della vostra fame razziatrice, del male macroscopico che siete stati e siete per questo, il "vostro", paese, la vostra italia de mmerda.
la mafia è il male minore, è:
l’anticorpo alla nordica barbarie.

voi siete i briganti.
la storia ed i morti ne sono testimoni.

p.s.
ora l’attuale sciaboletta(il nano de milano) s’è inventato il colpo di stato ordito dai sinistrati di sinistra che più del colpo di stato sono ad un passo dal colpo alla tempia… e non c’è niente da fare il talento si spreca nella fantapolitica degli yuppies…
d’altronde che cosa ci si poteva aspettare da un guitto da TV privata, il babbo di Drive In?
Da uno che è stato messo al potere dagli italiani?

soldi facili

quando esprimo "sovrapensiero" dei concetti "particolari" in pubblico, magari in coda alla cassa, tipo:


l’80 % dell’umanità è cacca

siamo in troppi!
odio la gente ma amo l’uomo(del pane se mi da il pane prima di te)
l’italiano medio legge meno di un libro l’anno
fatemi passare avanti, sono un intellettuale!!!!
certo che il mettersi d’impegno tutti i santi sabati per
venir all’ipercoop tutti insieme conferma
la mia teoria
dell’80%(cacca)
(io sarei l’eccezione insignificante che conferma la regola)

c’è poi sempre qualcuno che a proposito o a sproposito s’impettisce ed esprime dei punti di vista gratuiti, per altro, non richiesti, tipo:

io non faccio parte dell’80% sarai tu! che
..

sarò io! cosa!!?


confermando implicitamente l’appartenenza alla sottospecie "cacca"..

tu sei l’80%!

no.. io sono la cacca!


noooo!! la cacca sono io!! tuuuu…

ah ah ah ah ah!! è vero, su questo hai ragione ed io torto.

ah! hai visto! con noi non ce l’avrai sempre vinta!!

va bene credo che ora me ne andrò…

aspetta!!
qualcosa mi sfugge..

aspetta un attimo..

mi spiace ho il minestrone sul fuoco

ma cioè
volevo dire
ho
vinto io?

si.

questo banale alterco, esempio di "atteggiamenti ammutinanti", sottolinea l’appartenenza dell’attore giallo alla categoria "80% cacca", di cui spesso parlo nei miei seminari alla "Sorbona" di Imola e di cui l’80% dei (miei) lettori fa parte.

credo che ora me ne andrò…

 

ciao pa’

i miei genitori partono, finalmente, dopo 10 giorni? non lo so quanto tempo è realmente passato, in questa casa si sa (ahahahah), tutto è opinabile finanche la data di scadenza del latte o dei miei calzettoni di spugna all’amianto… mi ha detto (quello strano ometto coi capelli bianchi) che quando salgo sul letto a soppalco, nel caso dovessi avere un mancamento, non si sa un rigurgito suicida, un richiamo dal sempiterno magnetismo terrestre e dovessi cadere dalla scala, quei due ferri "impizzati" "ti si conficcherebbero nella schiena", inutile dunque l’operazione ristrutturativa appena eseguita, e se mentre sto facendo colazione mi dice che lo sportello dello scolapiatti sta cadendo "na na na! sta cadendo!!" ed io rido, non ho capito questa "coglionella quando si parla di cose serie" ed io che continuo a ridere (ahahahah), "quando stai meglio devi andare dallo psichiatra" (ahahahah) di solito ci vado quando sto peggio (ihihihihih) insomma mio papi quando deve partire è sempre un po nervosetto ora aggiungiamo lo sportello dello scolapiatti che ha in mano appena smontato "per evitare che ti cadesse in testa Carolina, ho subito pensato a te!"(mia madre Carolina) "qua poi dovresti togliere questo tassello e mettere quest’altro acceleratore positronico(che ne dici?)" "e non lo so papà poi vediamo cosa dice lo psi.." "mamma, papà quando deve partire è sempre eccitato e mi vuole mandare dallo psichiatra" mamma mi guarda con un sorriso fino alle orecche e mi da un buffetto affettuoso, "è ansioso quando deve partire…"


be e vedete se ve n’andate un po affanculo con lo sportello e la scala del letto a soppalco attaccate, ciao ciao saluti al cane..

Raggi Gamma

il volume così alto che son venuti quelli dei "Lavori in Corso" a dirmi d’abbassare,
che non si sentiva bene il martello pneumatico e tanto meno
la trivella positronica…

io ho aperto la porta…

monster

Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiii?


bau bbau!!!
ehm unga badunga, mardello, drivella, nossento…
bassi aradio ber favore?..
(baura di te mamamia!!)




GENNAaaaIOOOOooooO!!!!!!!

paracadute per aquiloni

a volte, son solo come adesso
sento le nuvole bisticciare, esco
a vedere
e quando son fradicio inizio
a cantare
io non ho voce
di tenore
laringe bassa
d’attore…
vorrei!
in quei momenti
tu fossi
una stella!
poterti guardare

mentre su
miro
a scansare
la scarpa che
giù vien
dal balcone,
il grugno
del vicino vedere
invece
del tuo splendore, ma..
una stella in cielo è di tutti
ed io..
solo per me
ti vorrei
nel cuore!!
dove non ci son stelle
ma buio spaventoso
amore!!

oO
(spaventosoo!!)
(amore!)

ataru

   
nel buio!!