fb reflected

penso al Salento che una volontà politica astorica ha abbandonato nel tacco più estremo di una penisola a forma di stivale chiamata falsamente Italia; Repubblica, rispetto la quale costituzione tutti gli abitanti hanno doveri ma solo alcuni, un nord popolato da barbari bifolchi, ne ricevono i benefici a scapito delle menti, delle sensibilità dei lutti mentali, morali, fisici! che vengono tutti dal sud.
RICCARDO III una visitazione del lavoro shakespeariano condotta da G.Deleuze(filosofo francese poststrutturalista) e Carmelo Bene, ultimo genio partorito in Italia e nel mondo, scarsamente considerato dalla critica d’arte massonica che ha preferito nel tempo; in relazione con filoni politici salvadanai, ormai anacronistici premiare dell’italia un buffone settentrionale schierato politicamente: l’arte che acquista facoltà e pregnanze intellettuali in base al potere che nell’epoca decreta ciò ch’è arte… terribile dare il premio nobel(omaggio molto poco nobile, Sartre lo rifiutò nonostante l’appartenenza politica) ad un fantoccio solo perchè si professa di sinistra, ed io non sono di destra, “io non voglio più essere io”. Hanno steso gli esperti, un raccapricciante cono d’ombra sull’opera e sulla figura di Carmelo Bene, un genio che rinascerà chissà dove tra 3-4000 secoli, una disonorevole conferma dell’inadeguatezza culturale e scientifica made in itali, little italy dove fa soldi l a pancia piena; pizzerie, rosticcerie, macdonald, mercedes, champagne e bmv e l’arte; l’arte che così tanto vendiamo, spacciamo all’estero sotto forma di reliquie di cadaveri putrefatti non esiste:
il Riccardo III di Carmelo Bene

l’origine dei mongol(oid)i.

mamy!!
si dimmi Jerkill
(!)
oggi ho l’interrogazione!!
la mamma, sposata col vicino, mbriaca incinta(di uno qualsiasi del bar, il cassiere cinese) riformula:
mo no JERCHILL, sono le 18(sono le 18? chiede in giro per mbriachi).
è domani che hai l’interrgoaSSione…
(figuriamoci se gli dovessi fare un po di doposcuola)
fermati Jerschilf che sta passando quello.

 


L’Italia è tutta qui; votano a destra e non hanno un minimo di amor patrio, neanche nel nome che appiccicano come un trapianto d’organo in capa ai figli…
saranno presi per culo a vita in patria(forse).
… non hanno rispetto neanche per quelli che stanno ‘n goppa a “paranza” nutriti a cicchetti e sigarette…
L’Emancipazione è (la) madre d(e)i mongol(oid)i.
😀

 

 


una volta invece di stare al bar venivate impiegate nelle risaie, nelle zone della bassa, la percentuale di mongoloidi (figli di cornutacci) era molto “bassa” ora è la regola.
come le sigarette e l’aperitivo.

Habemus Papam(il cinese!)!

 


hai scelto bene; è l’etnia più forte del pianeta,
sicuramente non immunodepressa come la genia circoscritta

dalla consanguineità di tuo marito sardo…
che ce vuoi fa, l’hai capito dopo… ma


(stessa consanguineità secolare di isole culturali come bologna

che non hanno mai accettato l’ingresso dello straniero conquistatore

latore di nuovo DNA e sono rimaste nel loro pantano liberi ma schiavi

della genetica, fino a 20 anni fa scrivevate NON SI ACCETTANO MERIDIONALI

 negli annunci di camere in affitto(ascensori arredati a 500milalire al mese;

state pagando tutto, con g l’interessi)

 

non è mai troppo tardi 😀

 

critica d’arte: un significato a quel nonsenso, statale tributato.

non si può giudicare altri se prima non
s’è giudicato se stessi; ma se l’altro
è un artista e tu sei un giornalaio
dovresti prima trasmigrare divenendo
artista, giudicarti, poi dopo un suicidio degno
di Tenco ritornare nelle tue spoglie borghesi mortali.
Dopo tale passaggio potresti forse intendere il senso
intenso dell’arte e molto probabilmente non scriveresti
più niente, grafomane, la tua è una sottospecie;
di parassiti, che succhiano il sangue dalla poppa
di dio. (senza per altro edificare una propria
verità autarchica). Vi schiaccio come insetti
fastidiosi l’estate, con la paletta con la lampada
al neon colorato(l’arte) che v’attira e fulmina.
Non ci sarà uno scompenso nel peso specifico dell’universo
dopo la vostra esecuzione, anzi, volerà più alto
(l’aerostato Gaia, dopo aver scaricato zavorra).
il concetto d’infinito.

 

l’autore

 

da fastidio…
all’uomo piccolo, grande o medio borghese
a meno che non sia stato decretato tale(e dunque annullato)

attraverso i propri canali;
il filtro mercificante del media, che improvvisano una
paternità grossolana per poter speculare su ciò che
credono li farà balzare alla ribalta, nessuno

fa niente
per l’arte, perchè l’arte

non fa niente

per nessuno.
E’ la sua costituzione;

richiedere all’arte un impegno

è come aspettarsi una tigre

castrata che finge sotto colpi

di frusta d’esser un agnello,

salta in cerchi di fuoco,

si siede a comando ma

alla prima possibilità

divorerà il suo addestraTtore,

ed una fetta di pubblico balzando

inaspettata, dal’arena circense e

guadagnando gli spalti.

Ahahahahah…. prrrrrrr
L’arte come la tigre è selvatica, anarchica e

non è per un pubblico umano seduto compostamente, l’arte è
il significante senza significato:

in quell’abisso ontologico
apparente, verticale, antimaterico, ma vertebrato
si trasla la critica,

s’improvvisa figlia
di nessuno se non
del buco nero.

 

 

 

inevitabilmente anale.

 

 

 

 

t’amo

 

 

corpo;

di fatto

menti…

 
tra le gambe un cosmo…

penzola in-sondabile psyché

gocciolante inconsapevolezze che

non meriti

 

ed io..!!?

 

non posso più,

permettermi.

 

 

 

caffè

http://www.boxstr.com/templates/default2/images/icons/player.swf

metri cubi
caffè
chilometri quadrati
caffè
ettolitri quadrangolari
caffè
dimensioni astrali
caffè
non ne posso più
caffè
se non ci sei
caffè
è solo chimica
caffè
è un tutt’uno
caffè
è caffeina
caffè
di sera
caffè
dopo
caffè
prima
caffè
se non è bono
caffè
è un piacere
caffè
è un vizio
caffè
per favore
caffè
il mio onore!
caffè
senza speranza
caffè
no logo
caffè
e sigarette
caffè
mio padre
caffè
vafanculo!
caffè
certamente
caffè
che poi non è..
caffè
la mattina
caffè
sono
caffè
treno
caffè
tremo
caffè
e fluoxetina.

PsycoDrama contro le forze dell’ordine

oggi mi ha fermato la guardia di finanza

mi ha chiesto i documenti…

tutto regolare.

poi gli faccio:

PsycoNarcotic: scusate ma perchè m’avete fermato?

GF: routine

PunKiller: no, intendevo dire cosa vi ha ispirato, perchè io e non quello prima di me?

GF:…

GF2: lei ha uno sguardo incisivo, ci ha colpito.

DramaClown:

(mi piacque tutto quel che mi spiacque!)

(sto invecchiando?)

(posso farmi la zuppa coi biscottoni della nonna?)

(o è reato?)

(qui in Puglia, troppe tentazioni…)

(l’abbiamo fermata perchè mangia i Taralloni col finocchio…)

(Drogato!!!)

(culattone!!)

 

sto cercando di maturare il coraggio necessario per prendere la porta e andare in palestra, ma è dura, l’inerthia oggi mi sovrasta oggi oggi … nel frattempo mangio noccioline americane, tonnellate, tonnellate!!! e ascolto un Plant piangente in Since i’ve been loving you, sperando che mi smuova una qualche sensazione, ma niente, una volta piangevo ascoltando questo pezzo… e ricordo con nostalgia quando avevo un cuore, quando soffrivo per amore, quando!! un giorno amai… Periodi, circostaze, ci fu un tempo in cui chiamavo amore qualcuno, e ddio!! qualcuno mi chiamava amoreeee!!! (aaahhhh!!!!!) ed Ora… credevo non mi sarebbe accaduto… da 1 anno sono un uomo… e questo è il destino dei padri che si compie.(?)(che cazzo sono diventato? cosa??? sono duro come il legno… io sono un mostro)(forse mi hanno ibernato? si spiegherebbe la mia freddezza, eppure i quattro scomposti versi dell’ultimo post lasciano trasparire una mal celata anima sensibile, ho più controllo ecco, ho più controllo)(mi manovro come un pupazzo nelle mani del burattinaio…) (me lo dicevano ch’ero un manovratore, ma non pensavo che la mia arma mi avrebbe ingoiato, iglobato, ichioppato, inchiappettato, incaprettato! sono un agnello che urla all’ingresso del macello!!! Ed il macellaio sono sempre io… IO! quanto piansi quella volta, quando le dichiarai il mio amore… e quanto la odiavo per questo!! per la sua sufficienza, la sua leggerezza… Io sono diventato un uomo grazie ad una donna… pensare che umiliazione ah ah ah! lei che mi cerca che brama ora la mia vista!! Lei!!!! che folle come solo una donna può essere mi tradì… ed io io non accettai il frutto del suo ventre io! sarò dannato… io non sto proprio male male, mi posso salvere ancora, io VIVO)

Destini

Devo andare a Berlino, e da un decina d’anni che voglio farlo ma non ci riesco, sono stato in tutti i posti più stronzi d’europa, ma nell’unico luogo dove dovevo andare… C’è un berlinese che da dieci anni vuole venire a Bologna, ma non ci riesce, è un artista, e per dieci anni a girovagato per tutti i posti più stronzi d’europa, ma mai che sia riuscito a venire quì nell’unico paese dove il fato ha deciso per lui… Quando Alex partirà con il volo Berlino – Milano, io sarò pronto al chec-point del Malpensa, per prendere il volo 4456 diretto a Berlino – Brandemburgo, le nostre mete(fisiche) da 10 anni, s’incroceranno a metà strada tra cielo e terra, ed in quell’attimo inizieremo a respirare, dopo una vita in apnea. In un momento la vita cambierà. In un momento.

chi sono questi uomini, cosa vogliono da me? perchè non posso postare audio? Pesa? c’è un modo per creare un collegamento ipertestuale? E che cazzo è? Sto ricominciando a stare male, ho capito, ho capito. non ho capito, non ho capito un cazzo. ho una lesione distrattiva di 2° grado al legamento crociato anteriore, ed una di 1° al legamento mediale laterale e pippe varie, che cazzo è? perchè? che cazzo sono io? che so, un golem? un totem? na cazzo di chimera? bo? e tutti questi bipedi cosa vogliono da me? prima mi rompono poi mi aggiustano, poi… che gioco è? è un gioco? stare male è più nobile? stare immobile è male?è tutto normale? è tutto sbagliato? c’è una ragione? che cos’è che mi sfugge? che cos’è che mi mangia dentro e vuole uscire? qual’è quella voce che mi parla e a cui non dò retta? e perchè? perchè continua? forse ha ragione, e forse fino a quando non l’ascolterò continuerà, e se continuasse per tutta la vita? e se fosse davvero l’unica chanche che ho? e se una parte di me avesse già capito tutto? è il momento di agire? sto male perchè sono fermo? e non c’è pillola che tenga? perchè ho le antenne e non le uso? perchè io? Perchè? E tutte queste domande? E gl’interrogativi? E le invisibili risposte? E tu?

Incauto Caustico

Non ricordo più… non ricordo… quando l’ultima sbronza colossale, non ricordo più l’ultima volta che sono stato veramente male, non ricordo più l’infiammazione intestinale  No! questo post non può prendere la negletta via della rima baciata, reminiscenze folk distorcono le mie memorie artistiche, un ‘appartenenza mistica e sensuale mi avvicina alla tarantola, c’è gente che si sveglia morso da un chissà quale ricordo ed ci rimane invischiato per ore, mesi anni senza sapere a quale santo votarsi per poter riavere una vista lucida e credere in ciò che vede. Un uomo con il terzo occhio vede ciò che altri sentono arrivare e può fermarsi ad aspettare… Io non credo alle apparizioni, non vivo in attesa di un incontro, abito me stesso in fermento aspetto di trovarmi, e quando fortunatamente inciampo in quel prodigio, nel genio che abito, allora esplodo in esilaranti prodezze maniacali. Il divino si occupa del vino il sereno si occupa del remo e la barca la porta Tommaso che ha naso(in certe cose!) Ed ora spregiudicatamente osservo il mestiere dello scrivente con buona pace dell’inserviente che non ne sa niente dello scrivere a casaccio ma pensa beve e ride come uno scar(t)afaccio in cerca d’autore, aime! piccoli insipidi poetastri attorucoli delle farse scene editori del vostro bieco niente, scrittori di storielle pecorecce instauriamo un dialogo tra voi e l’aldilà e ci sarà finalmente un’aldiquà dove aver spazio per creare una anatomia Dantesca contemporanea, dove un Dio possa metter mano e scrivere la storia senza l’orpello esausto della memoria, e voi gracchianti Gazze ladre ignobili mestieranti ascritti nell’annuario degli Artisti sarete finalmente espulsi nel più consono contenitore delle feci o delle veci di chi ve le fa e non se ne avvede. 

(vado a svuotarmi)

torso1

 

(ricordami che devo morire)

Iracondo glorio

Oggi mio malgrado mi troverò costretto a tagliare i miei baffoni, ascolterò The Queens of The Stone Age mentre raderò la mia evoluta peluria, e le mie labbra glabre ritorneranno a splendere di luce propria senza più l’ornamento del terzo sopracciglio, la bocca è il terzo occhio per noi Neanderthall vi depositiamo tutte le nostre funeste e irrazionali… (ultimamente non riesco ad ultimare)

 

(usa la forza Luke!!)

guerrestellari