Apoptosi

Donne: molta finzione poca funzione, eravate isteriche perchè una realtà, un tempo vi chiedeva d’essere fattrici silenti, e vietava l’adulterio, Freud, un mediocre neurologo verso gli ultimi anni della sua carriera(50 anni) s’inventò l’inconscio con tutte le relative istanze obbligate che non sto qui a dettagliare come un prete fa in messa, vi ha liberate, sdoganate dalle vostre prigioni patriarcali con giochi di parole, Jung per primo, le sperimentò sulle sue pazienti isteriche, poi se le trombava e miracolosamente guarivano tutte (vedi la pellicola A Dangerous Method di Cronenmberg) c’è stata la rivoluzione sessuale pilotata e voluta dai servizi segreti americani, dalle multinazionali che vi hanno fatto credere che vi stavate liberando dal padre oppressore, in realtà, stavano cercando reclute, nuovi schiavi oltre al maschio da inserire nella catena di montaggio, vi hanno illuso con la libertà economica, l’indipendenza data dalla stessa, lo stipendio, ma siete passate da un padrone(il marito) ad un altro il capoufficio che cosa è cambiato veramente in soldoni nella vostra realtà biologica? Nulla siete comunque serve di un uomo, si forse avrete acquisito l’apparente libertà del tradimento, ma è una facoltà che avete sempre avuto, siete solo passate da un padrone ad un altro. Chi ne paga le conseguenze sono i figli, e voi stesse, in dignità, non ci può essere su questo pianeta, femmina senza maschio, almeno nel genere umano, e disumanizzandovi non avete fatto altro che decretare una gabbia ancora più stretta, nella quale avete rinchiuso anche i vostri figli senza padre. Non si può evadere dalle norme matematiche della biologia. non si può trascendere se stessi a meno di non essere un dio. e non siete dei, ma prosciutti appesi.

Annunci

 

 

 

SONO;

 

 

 

aldilà dell’ibernazione.
non

 

 

 

ABBIAMO

 

 

 

 

 

 

ancora
la tecnologia
determinante lo scongelamento;

 

 

 

DUNQUE vale

 

SOLO
vivere

 

 

 

eternamente,
valicando, confini, ere,
mode, civiltà, dogmi:
ESSERE
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TECNICA SOVRANA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

quant’è orribile, porello, il cantante dei depeche mode… coprete!

monster roots

i rutti dell’orco
cock
trad(i)uzione illetterata


 

 

questa mattina mi son son svegliato o bella..
con un “tonfo” sulla fronte, raggomitolato tra i miei cani…

la notte solitamente “abito” un soppalco militaresco

dell’ikea, radice arcaica di tutti i miei mali…

sono diventato anche sonnambulo, o

licantropo.

e

misantropo.

e

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sta minchia. 

 

 

 lei.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

av-927.gif
 
dog rising.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sono superdotato che ce posso fa è na vita che ce combatto,
accompagnato da una schiera di medioman, padre, professori, dottori ahahah! ori-
nali, non c’è scampo, cerco di lobotomizzarmi ma la materia grigia, il corpo
si riginerano sono destinato a… io
non sono figlio di mio padre;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
tumblr_lir6yr3LH51qcshcjo1_500.gif

madre sagace…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
questo lo credi tu!!
da quando sto con Alessandro posso esprimere
le mie opinioni senza che nessuno me le analizzi e decostruisca
nei minimi particolari, Alessandro!!
è superdotato…
per me.
Tu sei…

antipatico.
ecco!

A-N-T-I-P-A-T-I-C-O.

 

fuffi2.jpg 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 poiii!! ascolta quella musica insopportabile
che piace solo a lui!!! lo stoner rock.. mammamia
ogni volta che me la ricordo io!! che amo la liiiiirica,
ad un volume i(n)ssostenibile menomale che Alesmbro,
come cazzo si chiama, amore mio, ama Mozart è colto,
l’ascolta nelle cuffie wireless mentre rassetta la casa,
uomo ordinato sia all’interno che all’esterno…
quello invece un… non ho neanche parole; non ho!
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
sto male; sto malissimo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando s’incazzava, dovevo scappare via da casa che

volavano in aria scrivanie da un quintale… però

lo devo ammettere tornavo sempre, tornerei

anche adesso. Subito. Santo Assessatro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Alessandra è una mia ex che aveva un blog su spilder e mi commentava, all’epoca di splinder era sposata, quando siamo stati insieme era libera ma la nostra relazione è continuata per un po anche dopo il matrimonio nonostante i miei continui sbroccamenti, poi quando ha chiuso la piattaforma lei non ha voluto trasferirsi da nessuna parte e mi manda spesso mail dove commenta i miei post dal suo punto di vista fraceco che io puntualmente trasferisco, senza personalizzazione alcuna ahahaha… anche perchè lei ha giurato di non registrarsi mai più in nessun’altra piattaforma dopo avermi incontrato e dopo lo squallido voltafaccia di spleendere, come lei ce ne sono state e stati tanti ed avevano blog con i controcazzi da molto prima che esistesse la banda larga :(.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alessobro è un dentista che guadagna 5000 euro al mese e può farle dare sfogo alla sua (in)naturale smania di shopping settimanale con vette di 1000, 2000 euro, può mantenere i suoi 2 bambini fatti con altri padri, che non sono io, ma… nonostante le cuffie nell’oreccio e la ramazza
in culo non so per quanto tempo potrà reggere il regime “emiliano”… è un benefattore!
da me che sono scultore non ha mai scucito un centesimo eppure…
C’erano mesi che mi entrano 20.000 euro così a botta di culo(oggi è già più dura) e
anni che mi campa(va) la mia donna(lei l’ha fatto.. per qualche g..mese),
mio padre sin quando ci sarà o
(sognando) il gallerista, l’artista
è antipatico. 😉

online love story

meet on a blog, continue on chat

(smart)phone, the train, the vacuum

two horrific strangers that

would never wanted to fill

in the trick of
the little magician.

 

 

 

 

some nerds games

are only for

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

nerds.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

we are not all magically become

pimply fourteen year olds who masturbate in

Commodore64.

 

 

crisis is a

binary code joke

 

this is his reality, his dream,

his dimension, his suggestion does not
exist.

 

 

 

this is your

neurosis, Bill.
fucking nerd.

piatteza on piano

non – sono ancora iscritto in questa piatta forma proletaria di enigmistica letteraria…rodari

…parente handy del settimanale, più letto, fatto finta di, nella strategia dell’ultima spiaggia(in treno, ombrellone, ambulatorio, prima di mollare il boyfriend)…
Che qualcuno scriva un post che poi a casa con calma unendo i puntini mi esce fuori un concetto ahahah… giornalai compresi.
Ho già ricevuto 1,5 minacce di querela preventiva per stalking (quanti danni che fanno le pubblicità regresso) da una poveretta grafomane che crede io la voglia sottomettere:

slave fai fare il master a tuo marito, ma

in psicanalisi così ti cura, e poi te molla, guarire è troppo equivocabile x voi.

sono stato bannato da 1 blog di satira giornalistica(per carità un controsenso in termini).
ed una (in generale le donne che fanno qualcosa di, non frivolo[etimologia please?], attinente al pragmatismo dell’ossessivo maschio sono… isteriche) mi ha detto che sono un brutto, gay, represso…
…tutti(ed io non sono tale) i gay son repressi(tranne forse qualche trans bellissimo) altrimenti sarebbero normali(e non farebbero alta moda)… ne capisci di psicanalisi?(e non psicoterapia per carità bbastaaa!) e allora che parli a fffà!?

Volkspress… sei una grossa delusione d’altrone… ho sempre sostenuto che i possessori “piloti”(ahahah) della macchi(n)a del popolo tedesco fossero degli “audisti” falliti(non parliamo delle “audiste” meglio buttarsi direttamnete sotto un tram[guidato da un gatto!])… come se poi un giorno magicamente quando da pecora dall’anale predisposto, ti ritrovassi colmo di danari i quali tramutassero nel cazzuto lupo(poco ci vuole, l’argent fait la guerre!) che ti fa il culo frangibile quotidie(a te a tua moglie e a quella del gatto)..
l’approdare ad una delle macchine del Wolf anziche volgare volks, la tua genia cromosomica, sperante(dal concetto di pietas cattocomunista), devierebbe verso la specie superiore cappottandosi o confrontandoti direttamente col platano, cocainimistico SUV, schiacciato inerme dalla forza di gravità che non conosce portafogli, camion ed ammortizzatori.. crisi maniacali(o il contrario depressivo) busta paga dipendenti…eeeee cromosomi.

VolfWaghen sono uno strumento di selezione di massa, così come il Volkspress ed il bourbon.

vi leggo!   😉
(ho notato tra l’altro che c’è un “poster” cioè

addetto a mettere in evidenza… etc etc
senza considerare orario, day etc;
lo pagate.

 

 

 

mi troverò bene!

 

 

 

 

 

 

t’amo

 

 

corpo;

di fatto

menti…

 
tra le gambe un cosmo…

penzola in-sondabile psyché

gocciolante inconsapevolezze che

non meriti

 

ed io..!!?

 

non posso più,

permettermi.

 

 

 

transitorieta della vita

questo blog è morto, così come splinder la piattaforma che lo ospitava, continuare oggi a scriverci o scriverne è un nonsense senza fascino alcuno, così come tutti gli altri cadaveri traslati sulle altre piattaforme pro-muoveranno, continueranno la loro attività di comarato(le comari) s’un altro balcone, barcone, baraccone di contenuti esuli di forma e significato, benchè significanti la pochezza del nulla cosmico che ci assale quando di fronte ad una rigida tastiera ci sentiamo nevroticamente  “autori”, copywriter, nevrasteniche comparse di una commedia avvilita consumata tutta nell’infradita della pantofola scalcagnata di una vita aimè troppo trita e ritrita, immaginarsi sul palco a fronte dell’orchestra sembra terapeutico per la maestra, la signorina, l’ostetrica, la barista, la ciofecona menefreghista il baldo giovane e l’artista di un’arte sopraffina ma così fina che non s’è vista. Così parlò BellaVista.

spleender

ho letto tra i blogs… laconica perla(una delle tante) lanciata nel firmamento dell'etere(etilico!):
"l'assenza presuppone presenza" che in "volgare" vorrebbe, pare, esprimere una dietrologia intelletualistica inaspettata, ordita dall'autore(trice!) in anni passati, nello sforzo escretorio a 45°, in toilette, nell'intento fisiologico-filosofico di produrre una di quelle, veramente grosse, tracce da un'intuizione sulla vita terrena e, perchè no, ultra-terrena, con fare aristotelico peripatetico(dal cesso alla tastiera sgocciolante), sempre nella medesima posa defecatoria a 45, consona ai più come culla d'ottime letture, nella fattispecie, invece gravida d'avvistamenti lucidi sul modus vivendi e agendi che svelano all'inerme e naufrago net-surfer la retta via:

Aho!
Se n'annato…

saludos1if8.gif
(ma prima c'era)
('hovvisto io!!)

che orà è?

più ermetica è la prosa
più silente il dolore
più si scalda la mano
più..


a si?
vado a coricarni
bafanculo..

(scus'mi mangano 60anda euro pe ffarmi una pera m li presti?)
(si tieni )
(posso pungerti se t fa sendire bbiù prodetto, motivato!)
(eppungimi va)
(non ho la pungia)
(mi prest 650.000euro? s'i tieni..)
(ma qust e dutto un sogno?O)
(no è la verità)
(siamo nei cessi della stazione di Milano e mi hai trovato anche quà)
(ghe bello)
(e caccia sti suord muovt!!!)
(si, un att.)
(e chista ccosa cuss'è?)
(una mitraglietta Antò)
(lo sai, mi scappano le lacrime, il ricordino che mammà ci fece in punto di morte)
(ma avevi detto ch'era tuttu reale?)
(perchè Antò, stu gingillo falsa ti pare?)
(ma e tutti li suordi che mi dovevi dare per farmi una pera?)
(mo prima ti do le fiches, come al casinò, cu sta slot machine Antò! ah ah ah ah ah!
ah ah ah ah ah ah ah ah ah!)
(nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!)

(incubi all'ingontrario
non si sa mango chi li ha fatti)

Antò
eh…
fa caldo…
ma vattinne va!

m'ha fattu male cu chilla mitragliett…
Andò
eh!!!

E cerca 'e me capì'
è tanto tempo che non ti vedevo
eppure so' cuntento
'o ssaje m'hanno fottuto 'e viaggi e
l'autostrada
tutto chello c'aggio passato e mo' nun
credo cchiù
nun credo cchiù.
E torno a casa stanco muorto e nun
voglio fà' niente
sto cu ll'uocchie apierte e sento 'e
sunà'.
E pruove a vedè' cu dint'a ll'uocchie
'o sole
e c'o cazone rutto a parlà' 'e
Rivoluzione
e cride ancora cride ancora
e pruove a vedè' chi t'ha attaccato 'e
'mmane
e nun te può girà' pecchè te fanno male
e cride ancora cride ancora…
E cerca e me capì'
vorrei strappare mille occasioni
e poi fuggir lontano
me so' scucciato 'e parlà' e dire ogni
volta
quel che ho dentro e poi star male e
poi suonare
Ma torno a casa stanco muorto e nun
voglio fà' niente
sto cu ll'uocchie apierte e sento 'e
cantà'
E pruove a vedè' cu dint'a
ll'uocchie 'o
sole
e c'o cazone rutto a parlà e Rivoluzione
e cride ancora cride ancora
e pruove a vedè' chi t'ha attaccato 'e
'mmane
e nun te può girà' pecchè te fanno male
e sona ancora sona ancora.

(Pino Daniele)

cry sfondo nero.gif
(melanconia a sfumare tridimensionale)
non si vede se non hai gli occhiali
de(i)l Camerun.
Miopia Etnica stereoscopica
su Remeron Channel

vergognati

macabri artifizi:
espedienti
pecorini
/pecorecci:
(se nu mme sienti è percè
nu sta ddicu nienti…)

espenienti

ImagoNientis
(ribattezziamolo sto poste(r) e baffaculo)

fotografare nel momento esatto in cui la modella/o/i/u(manichino) è morta di noia aspettando il fatidico "click" corredato(ad uopo)(la fotografia, forma d'arte nana ha l'unico mezzo e fine del marpionaggio visto che tutto il lavoro lo fa la macchinetta propaggine pel pene o voraggine nella fica di tutti questi nostri bravi artristi sfornati con lo stampino dei biscotti d'a domenica d'a nonna) dalla falsa testimonianza logorroiga egocida nell'interpretazione cialtronesca, parodistica e povera in mezzi e carisma scemico… da qui il ditone elettromagnetico dietro al quale nascondersi(a machinetta fosse del caffè e fanne stu cafè strunz!) dicevo; di un se stessi trasposto mbriaco dalle pagine d'un fumetto conservato come una reliquia pagato 1500 euro, Dylan Dog di 20 anni prima; imprinting caratteriale, metafisico, egofisico, mentore spirituale, guru lineare, esemplare, stereotipo del va' a cacare, ha rotto li cojoni ma nun m'a fatto male, sei un fantasma è (para)normale….

conigliaccio
(a bassa voce, 'na vocicchia!)

c'è uno co 'nna machinetta fotografica, grossa quant'a lui, nascosto
arreto che si chiama "ricotta schiante tra i post" è foco.
domani vado a vedermi The Wolfman, dopo andrò all'osteria
troverò uno della sua specie che serve ai tavoli, con un savoire
faire cha lascia immaginaire altro oltre al forte odore di gavoi OGM prensile che emana da dietro le orecchie,
e alla ricotta schiante(ricotta forte pugliese) in genere esalata ferormonica come nebbia; poi insieme brinderemo
a fine serata ad un nuovo giorno ricco d'idee inerti, creatività ed insulti, per lui,
per me di sano sonno a fondo perduto, aggiungerebbe, ad uopo, la pipparella crepuscolare visto
che poveretto è a stecchetto, vittima di un sesso immaginifico, fotografico, filmico, accoppiamenti equini, stallatici, monte equestri, incesti e acrobazie da baraccone d'ogni sorta, da li, ahinoi, la passione per il mezzo, foto, film, pellicola… eppure…
tutto quel visionario sognare nonostante disponga, esponga (in foto il che è tutto un dire) una spalla,
niente male per caricare quarti di bue squartato di baconiana(rembrandtiana!) memoria, d'appendere/si nel congelatore…
il tuo lavoro consono, sincero, sarebbe; er macellaro, coll'hobby d'oro
della foto fatta male, dell'oltre mare; solo
per poter chiedere pietà al fruitore,
magari grazia, accoglienza e, punizione
all'abbiente padrona 70enne in pensione
c'ha imparato de splinde' la lezione: se tromba
pure con un piede nell'oltre tomba!!

conigliaccioniende di personale fotografari…

menomale ch'esistono anche i…

conigliaccio
mi dispiace ieri Robert Plant che abita di fianco qua a casa mia, siccome nun i'è mai andata giù l'orchidea che sfocia rigogliosa dal mio sur suo balcone quasi a ricordaie i suoi ridenti boccoli ed il suo volto angelico mo; che sembra un cocker, ecco perchè morivano tutti a 30 anni, e quinni ha chiamato li vigggili e me l'ha fatto tojere ha detto "nu mme piace che sse usi l'idea mia senza che mme chiedino 'r permesso" e c'hà raggione c'hà!, c'hai raggione Robbetto scuseme, non lo rifarò una seconda vorta mo annamosene a collatino undergraur, offre Gimmi, che c'ha l'artrite alle dite (ma nun jelo dite che s'encazza!)…

(p.s. mo funziona bob!)

chienmdrbg31.gif

coppia

se stai bene, io sto bene; stiamo bene insieme.
se stai male, io sto male; stiamo male insieme:
se stai trombando nel parcheggio dell’ipercoop con uno
dopo 15 anni che stiamo insieme; io
lo faccio in quello dell’esselunga…
stiamo trombando assieme, e
magari verremo anche insieme!
sincroniziamoci!!
che ora è?

che anno…

e che senso ha telefonare alla radio(rai 2) per dire che sei single e che la tua storia è finita?
che prendi molti psicofarmaci,
parli, ti sfoghi
con una psicologa che si fa chiamare pedagoga,
solo per fotterti un sacco di soldi:
fottere, questo ha insegnato la nutrice, l’ape regina, fottere e farsi mettere incinta.
Bo
e poi?
anche se verrà riconosciuto sto povero cristo,
cosa potrà "costruire" in se stesso e fuori,
se ha una madre che è una slot machine ed
un padre che è ormai una moneta obsoleta…
si, è in questa cloaca che esplode l’immaginazione…

e perchè dovrei immaginare, sperare, anelare il vivere al fianco ad una "te stessa" per il resto dell’esistenza?
perchè questo tacito accordo,
bastoni entrambi nella vecchiaia dell’altro,
perchè vivere la vecchiaia…
per essere Altro?

Altro… non c’è
è alla Lidl per
comprare il
parafulmine
a batterie ricaricabili con

la coscienza.

(energia solare; da solitudine
tipico avamposto
energetico di chi è singolare,
che col sole ha poco a che fare)

tu, sei in/significante

potenze di fuoco

l’uomo s’è sempre preoccupato di misurare i confini
della propria intelligenza, anteponendola come stendardo, e
standard inter-intraspecifico; attraverso il Q.I. metro di valutazione(obsoleto)
adottato/usato per valutare l’efficacia ed il livello d’intelletto di qualsiasi essere vivente
("usato" dunque cavia; dunque parametro di confronto),

dell’emancipazione dalla bestia, lo stesso non ha
fatto
per il contraltare noumenico: la stupidità, che in alcuni casi
storici ha raggiunto vette fenomeniche vertiginose appropriandosi a pieno titolo dello standard,
della facoltà e stendardo, di "genio".

Sfuggono dunque i mezzi, gli strumenti per valutare l’empità che sta nel mezzo
di una vetta e l’altra; ragione e torto,
fosca follia e abbagliante lucidità.
"oblio" è una parola;
un significante senza
significato.

bassotto-nano.jpg