Paolo Conte

 

 

 

 

 

 

 

 

 
e quando mi sveglierà
il sogno sarà stato lo stesso
ma guidato ad un ritmo più lento.

Annunci

fb reflected

penso al Salento che una volontà politica astorica ha abbandonato nel tacco più estremo di una penisola a forma di stivale chiamata falsamente Italia; Repubblica, rispetto la quale costituzione tutti gli abitanti hanno doveri ma solo alcuni, un nord popolato da barbari bifolchi, ne ricevono i benefici a scapito delle menti, delle sensibilità dei lutti mentali, morali, fisici! che vengono tutti dal sud.
RICCARDO III una visitazione del lavoro shakespeariano condotta da G.Deleuze(filosofo francese poststrutturalista) e Carmelo Bene, ultimo genio partorito in Italia e nel mondo, scarsamente considerato dalla critica d’arte massonica che ha preferito nel tempo; in relazione con filoni politici salvadanai, ormai anacronistici premiare dell’italia un buffone settentrionale schierato politicamente: l’arte che acquista facoltà e pregnanze intellettuali in base al potere che nell’epoca decreta ciò ch’è arte… terribile dare il premio nobel(omaggio molto poco nobile, Sartre lo rifiutò nonostante l’appartenenza politica) ad un fantoccio solo perchè si professa di sinistra, ed io non sono di destra, “io non voglio più essere io”. Hanno steso gli esperti, un raccapricciante cono d’ombra sull’opera e sulla figura di Carmelo Bene, un genio che rinascerà chissà dove tra 3-4000 secoli, una disonorevole conferma dell’inadeguatezza culturale e scientifica made in itali, little italy dove fa soldi l a pancia piena; pizzerie, rosticcerie, macdonald, mercedes, champagne e bmv e l’arte; l’arte che così tanto vendiamo, spacciamo all’estero sotto forma di reliquie di cadaveri putrefatti non esiste:
il Riccardo III di Carmelo Bene

io sono comunista, io fascista.

peccato che la massa non ha occhi, e per trovare uno sguardo si debba sgranare molto s’un soggetto indefinibile, oggetto della massa, questo ragazzo dice delle “cose” sul suo tempo, perchè ha colto l’opportunità di leggere quello che altri(altre civiltà millenarie) hanno detto prima, senza discriminare con l’handicappato occhio scientifico contemporaneo(la scienza moderna non ha neanche 200 anni), perchè è nel passato che è vissuto l’uomo, e più si va indietro più lo s’incontra unito a dio… Uno.

 

 

 

caffè

http://www.boxstr.com/templates/default2/images/icons/player.swf

metri cubi
caffè
chilometri quadrati
caffè
ettolitri quadrangolari
caffè
dimensioni astrali
caffè
non ne posso più
caffè
se non ci sei
caffè
è solo chimica
caffè
è un tutt’uno
caffè
è caffeina
caffè
di sera
caffè
dopo
caffè
prima
caffè
se non è bono
caffè
è un piacere
caffè
è un vizio
caffè
per favore
caffè
il mio onore!
caffè
senza speranza
caffè
no logo
caffè
e sigarette
caffè
mio padre
caffè
vafanculo!
caffè
certamente
caffè
che poi non è..
caffè
la mattina
caffè
sono
caffè
treno
caffè
tremo
caffè
e fluoxetina.

ogni riferimento è puramente casuale

donne di 30 anni (mooolto graziose) con 4 figli a carico sfornati rispettivamente a 23-26-28-29 anni con 4(0?perche mettere limiti alla provvidenza?) padri diversi, tra l’altro anche miracolosamente fidanzate (a distanza per contenere le nascite)(insomma sante con la missione della ripopolazione) siete pregate di contattarmi con cautela, io sono davvero un pericoloso psicopatico, io

Pace e prosperità…

(a 40anni ti faranno cavaliera del lavoro, e potrai allenare una squadra di pallone: donnette prendete esempio da questa matriarca, quella è la vostra vera natura e significato, peccato che ci vorrebbe un altro pianeta per darle sfogo.)

morale della favola: la donna media in salute e di bella presenza cerca un uomo al disotto delle sue facoltà mentali per poter procreare senza troppi intoppi, il femminismo, le pari opportunità il politically correct sono per lei delle deformazioni speculative poco interessanti di fanatiche tarate mentali(poco dotate da madre natura), probabilmente non ha tutti i torti…

al bando speculazioni ipocrite dettate dalla mancanza di grazia

forze della natura, su Remeron Channel

(mai conosciuta una femminista bona…)