rastaman ciclista vuole un cane corso non prognato!!(a 300 euro!)

976768_392533414189299_2110930522_o

scusa permetti?

mi dica prego!

ma tu sli vendi sti cani?

al massimo i cuccioli,,,

e a quanto’?

1500 euro

ammazza maguarda che a me non me ‘teressa r pedigree

allora 1600

ma che razza erano?

Cane Corso furono.(da quale nazione idiomatica interviene il tuo linguaggio/lignaggio?)

Guarda che se vado al canile ci hanno 300 cucciolate pronte

ottimo allora vai al canile rastamen

si ma solo pitbbull

e quello te tocca a uno come te.

anzi a lui\lei gli tocca uno come te…

pure bullterri! li accoppiano proprio ne canile

e lo so putroppo, allevamento clandestino si chiama

anzi “nascite inaspettate”…

si ma i corsi che ci sono non sono come i tuoi

2000 euro.

non me li posso permettere.

meglio per loro.

per ch?

per i cani miei, secondo te ti do un corso

da guerra che dopo 10 mesi me lo riporti indietro?

pedala, fino al canile, fatti adottare, rastaman.

guarda che l’ho trovati a 300 euro

e prendili Bob, sicuro che so cani corso

vabbè ciao ma nun se tajano le orecche ai cani

manco li cojoni ai rastamen.

che cosa vorresti insinuare

no scusami è vero che voi rasta studentessi

uscite direttamente senza palle, troppe audi in

famiglia vedi il logo della macchina, scogliona.

 

 

 

 

 mo devo andare anche se non ho capito quelo che ha detto

 

 

 

 

 

 

 si tanto io sono sempre qui a raccogliere stronzi…

 

 

 

 

 

 

 a okkei allora ppresto!

 

 

 

 

 

 

 

 

 anche se sei miliardario, tu credi io ti dia un monumento nazionale per portarlo al parco sempione mentre fai lo sbruffone?

 

 

 

 

 

 

 

 

 il punkabbestia de noiatri che vuole il cane corso, così come la chioma cotonata che puzza di letame e la ragazzetta
colle tette grosse che se stai al cinema dietro di loro ti devi mettere la maschera antigas, vuole il Corso ahahahah forse non
sai bene di cosa parli; in genere credo tu non sappia di cosa parli, prendi piuttosto il bullterrier del canile, un cane senza espressione
senza spessore zootecnico; un giocattolo sony è uguale, roba fatua per gente fatua, tre 5 anni farai l’agente immobiliare ed io dovrei darti un mio cane
famme ride famme sognà, famme immaginare che non sono tutti come te, e come la tua ragazza che non si lava i capelli da 4 anni.. puzza di morto.

 

Annunci

è domenica

e sti cazzi?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

t’amo

 

 

corpo;

di fatto

menti…

 
tra le gambe un cosmo…

penzola in-sondabile psyché

gocciolante inconsapevolezze che

non meriti

 

ed io..!!?

 

non posso più,

permettermi.

 

 

 

me so fatto la barba(ra)

ho lavorato stanotte, troppo! nella mia officina onirica ho sognato d’un posto, un paesino bellissimo nel centro nord, un luogo che non esiste, tante donne, amici, gente che minacciava d’ammazzarmi, ho addirittura sognato d’aver smarrito i miei nuovi anfibi antinfortunistici, dopo aver legato con le manette ad una panchina uno dei miei aguzzini che m’aveva invitato alla festa tranello; bordello dove poi son successe cose che nessun uomo ha vissuto prima, liberatosi dalle manette, provvidenzialmente l’Aguzzino ha trovato le mie scarpe con la punta d’acciaio, io camminavo scalzo per evitare mine e non inciampare in culi di donne che veneravano aprioristicamente la mia assenza(quando si dice: ma è possibile che non ci sia uno decente?) tra i quali si nascondeva subdolo(la mina)anche il sedere della mia ex a-storica, divenuta bionda boccoluta per l’occasione, nel frattempo l’abbietto individuo di cui sopra sul quale mi dilungo involontariamente, ma che occupava solo la comparsata di pochi secondi luce nel sogno, indossava le mie splendide scarpe anfibie comperate per assestare dolorosissimi ma pedagogici calci ne sederetto di Carmelo(cane in bianco e nero, terapia a 4 zampe sinergica agli SSRI), dunque appurata la bontà dell’occasione, l’indulgenza del destino che gli regalava, così a torto ed a ragione, un paio d’anfibi only UK – US  taglia 41 calzati magnificamente decideva, lo stolido, stoico cecchino di buttarli nel cassonetto solo per fare un dispetto e per non dar soddisfazione al signore che dall’alto già pregustava uno scacco matto, ora sono stanco, molto stanco, l’altro ieri sono stato tra l’altro anche ammesso all’iscrizione presso la blasonata facoltà magistrale di arti visive(unica in Italia per materie, laboratori, seminari e personale docente!!! "questo non è il Dams precisiamo"), nei confronti della quale debiti formativi dei miei trascorsi accademici mi portarono giorno 11 ad un faccia a faccia (rischiando la figuraccia) con il direttore della facoltà, od uno che cagava al suo posto giustamente(?) impettito dalla s-carica, insieme ad altre 2 professioresse che si raccomandavano sul mio futuro accademico, l’impegno, il preteso profitto, quando parlo stia zitto, ma io cercavo e, mentre rincasavo ho incontrato il Prof, relatore nella mia tesi del novantanove, che si è puntualmente nascosto dietro una colonna… dopo la tortura egorettica una collaterale narcolessia mi coglie esamine(privo d’esame) nell’oggi che rimembra ancor la pargoletta mano… si son rotti gli occhiali!! indosso coattamente lenti a contatto ma non sono soddisfatto, albeggia una certa coerenza negl’atti che non m’appartiene ma alla quale…

"appartengo".

a(na)tomico

09062009

voglio spro-fondare nel-la malattia.
il patologico è la (mia) dimensione.
non confonderla con una maschera identitaria.
Io non sono,
neanche quel sasso, uguale a mille altri,
lanciato a filo di lago che taglia, "rimbarzando", i due elementi
aria, acqua,
idrogeno e ossigeno.
Sono l’idea biochim(er)ica
di quel
compiersi/scindere/dissolversi.

quando morirò, sarò già
talmente inesistente che
non succederà nniente,
ossia:
l’ennesimo
smile rimbarz nero.gif
espediente.

remeronfuck

Remeron

ATTENZIONE: Per l’uso leggere
attentamente l’istruzione interna.
Da vendersi dietro
presentazione di
ricetta medica.

graurrrr

Speciali avvertenze e precauzioni per l’uso

Durante il trattamento con la maggior parte degli antidepressivi, è stata segnalata depressione midollare, che si manifesta, di solito, sotto forma di granulocitopenia o agranulocitosi; essa compare per lo più dopo 4-6 settimane di terapia ed è in genere reversibile una volta sospeso il trattamento.Agranulocitosi reversibile è stata segnalata, raramente, anche nel corso degli studi clinici con Remeron.
Il medico deve prestare particolare attenzione a sintomi quali febbre, mal di gola, stomatite od altri segni di infezione; quando questi si presentano, il trattamento deve essere interrotto e deve essere eseguito un esame emocromocitometrico completo.E’ necessario dosare accuratamente il farmaco e porre sotto stretto controllo i pazienti con:epilessia e sindrome cerebrale organica; l’esperienza clinica evidenzia che raramente si verificano attacchi nei pazienti trattati con Remeron;insufficienza epatica o renale;malattie cardiache quali difetti della conduzione, angina pectoris, infarto del miocardio recente; in questi casi debbono essere prese le normali precauzioni e la terapia concomitante deve essere attuata con accortezza;ipotensione.Come con altri antidepressivi, vanno seguiti con attenzione pazienti con:disturbi della minzione da ipertrofia prostatica (sebbene non si prevedano problemi con Remeron, poiché esso possiede un’attività anticolinergica molto debole);glaucoma acuto ad angolo chiuso ed ipertensione oculare (anche in questi casi la possibilità che si evidenzino problemi con Remeron è scarsa, poiché esso è dotato di un’attività anticolinergica molto debole);diabete mellito.Il trattamento deve essere interrotto se compare ittero.Inoltre, come con altri antidepressivi, si deve tenere conto che:quando gli antidepressivi sono somministrati a pazienti con schizofrenia o altri disturbi psicotici, si può verificare un peggioramento dei sintomi psicotici; l’ideazione paranoide si può intensificare;quando viene trattata la fase depressiva di una psicosi maniaco-depressiva, essa si può trasformare in fase maniacale;per quanto riguarda la possibilità di suicidio, specie all’inizio del trattamento, è bene fornire al paziente solo un ridotto numero di compresse di Remeron;sebbene gli antidepressivi non provochino dipendenza, la brusca sospensione della somministrazione, dopo un lungo periodo di trattamento, può provocare nausea, mal di testa, malessere;i pazienti anziani sono spesso più sensibili, soprattutto nei confronti degli effetti indesiderati degli antidepressivi.
Durante gli studi clinici condotti con Remeron non sono stati segnalati effetti indesiderati più frequenti negli anziani rispetto ai pazienti appartenenti alle altre classi di età; tuttavia, l’esperienza finora acquisita è limitata.

p.s. giovedì 5 marzo
questa foto è di circa tre mesi fa; nel frattempo ho smesso di fare palestra, ho iniziato, e continuo, a bere molto vino, mi è venuta su una discreta panza sulla quale potete solo rimbarzare, non sono in forma, continuerò a bere e a devastarmi, per scopare andrò a mignotte.

ho una zip sulla schiena, perchè no? aprila!

crudo crudo-pansa crudo-back
voglio uscire per comprare un pacchetto di camel lights e buttarlo dal finestrino in corsa… nessun senso di colpa!!!!!!!!!! (sono guardato a vista da mamy) da

maaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaamy


chi può far lo faccia, lo faccia..


(il mio cane morirà prima di me)

(che poi sta storia che siccome uno è malato gravemente o mediamente o è morto possa dire qualsiasi puttanata rasentando la poesia o una qualsivoglia pregnanza enfatica patetica (nel senso di pathos), eroica e baffanculo, è una bufala abnorme:
io scrivo cazzate, da sempre.)

e sono malato

non gravemente(?)

è solo chimica, semplice scontata e bana(n)le.

grazie nonno (vabbè m’allora?)



assumo regolarmente quantità industriali di
psicofarmaci

droghe sintetiche
medicine equosolidali
anabolizzanti
caffeina come ne piovesse
la mia stabilità umorale è un bluf chimico
lo humor una bugia
vi considero topi
vivo aldilà del bene
o del male (chissà dove)

imbalsamato in un’ampolla di formaldeide
risalente ai ’50

mesmerizzato da mio nonno
in stato fetale
prima d’essere abortito
in stato fatale(!)


Bussare
ed
attendere

1000 anni

laroxyl + prozac (il vuoto intorno)

non ti vengo a cercare
ne per vederti ne per parlare
in te non vedo le mie radici
non ho un’essenza ma un’assenza
data dalla tua presenza
non è un sentimento popolare nato da meccaniche divine
non ho volontà
non sono migliore per te
non cerco l’uno al di sopra del bene e del male
io non sto bene con te
non ho bisogno della tua presenza
per capire meglio la mia essenza
non ho sentimenti popolari nati da meccaniche divine
mistiche e sensuali
non sei l’oggetto dei miei desideri
non mi accontento di piccole gioie quotidiane
faccio come l’eremita ma non rinuncio completamente a me
non mi piace ciò che pensi e che dici
anzi mi fa cagare
sono un parassita senza dignità
il migliore
succube delle passioni
convinto d’essere l’uno al di sopra del bene e del male
d’essere un’immagine divina di questa realtà
non verrò a cercarti
mai
ho bisogno della tua assenza
per capire meglio la mia essenza
se tu verrai, io me ne andrò
lontano
sempre più lontano
fino a diventare un puntino,
un santino!
pixel sul monitor
che saluta con la mano…

fanc2

me ne andrò a Nuyorku!!
anzi Birlino!!

per essere lontano sia con la mente che con la mano
da chi voglio e non mi vuole, da chi mi vuole e non voglio

sabbie nobili – come Paul

sto cercando una persona bellissima, ma deforme, che gli manchi una gamba, una mano o un braccio, che abbia un piede equino o che sia leggermente claudicante, che abbia qualche ustione, che sia orba, cerco una persona che abbia una ferita, che soffra di un handicap, conosca il martirio, abbia una storia da raccontare, una persona perfetta perchè imperfetta. E’ nella mortificazione della carne che lo spirito si eleva e si esprime il massimo in termini dell’io, e ci si avvicina a dio, per vie traverse. Per riuscire ad emettere emozioni coinvolgenti, verosimili, bisogna conoscerle a fondo, per esprimere intensità, collera, ira, gioia, ebrezza, passione, bisogna averle provate a fondo, bisogna crearsi un handicap per trascendere a fondo. Sono difforme cerco la difformità a fondo, handicappati!!! (affondoooooo!)

Graurrrrrrrrrrrr (capacità cranica limitata)

io parlo spesso della donna, sul mio "enorme" blog psicosociale (e non sono uno psicologo!!), ma non perché me la voglia fare, non proprio, l’accoppiamento carnale, immaginato, sublimato o consumato alla fine è sempre un propulsore dialettico tra i sessi, se poi vogliamo fare i bacchettoni moralisti femministi, o non vogliamo ridurre come dei cavernicoli tutto al sesso, si può dire che gl’istinti sono la voce dell’ego, e che con l’evoluzione e la civiltà abbiamo imparato ad usarli strumentalizzarli, incanalarli, scipparli alle grinfie della brutalità ed arricchirli d’infrastrutture psicologiche e culturali, insomma l’uomo è una scimmia in giacca e cravatta. L’Homo Sapiens Sapiens, sa quali sono i suoi impulsi e le sue origini, invece di usare una clava per abbattere la preda sessuale, usa il verbo ed altre strategie più raffinate, da qui, ora, a pensare che l’amicizia tra uomo e donna debba sempre essere inficiata dallo zoccolo duro degli impulsi e delle attrazioni peccaminose, la strada è breve, le amicizie che funzionano, tra uomo e donna nascondono spesso degli altarini più o meno confessati, spesso un’amicizia è un amore fallito, o un ripiego alla solitudine, come si dice, con te faccio l’amore e con quello vado al cinema, tu sei bravo a letto, ma lui è simpatico. E’ chiaro che a 15 anni in una full immersion di confusione ormonale e neuronale simili atteggiamenti possono passare in secondo piano, ma incontrare donne che intorno alla trentina propinano ancora questo genere di rapporti, questa suddivisione di ruoli, mi fa pensare ad una rarefazione delle facoltà mentali e caratteriali, al consumismo più sfrenato, e che emancipazione mentale e fisica non significa promiscuità.
Per questo, sapere ciò che si vuole fin da subito è un ottimo approccio alla partenza per arrivare li dove nessun uomo è giunto mai… il cosmo ciclopico della mia mente.
Per tanto, se uso la tua vagina per entrarti dentro è solo un ripiego, poiché, più su, dove hai la testa non sei abbastanza fornita per darmi la possibilità di sublimarti, idealizzarti.
Aridah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!!

creo amore

ma…
ho mai amato veramente qualcuno?o solo la mia immagine riflessa nella di loro speculare aridità?

cos’è amare?
perché?
costa?
si può mettere nel freezer?
prima o dopo i pasti?
si ma…
posso amare una pietra?
voglio amare un essere inanimato
ho mai creato veramente?

House Breaker
House breaker

questo sono io

è un metallo


inanimato

lo amo.

ogni tanto mi contatta qualcuna convinta che io sia un pazzo, e cerca di assecondarmi, comprendermi, capirmi, col fare di una primordiale infermiera di corsia del traumatologico alle 3 di sabato notte…

Qualcuna, se tu potessi capirmi, non mi contatteresti, perché sapresti che ti disprezzo.
La mia follia è ciò che altri ha definito arte, furia creativa, amore, genio, talento… la tua "follia" potrebbe essere al più una povera anima con la bava alla bocca e lo sguardo fisso nel vuoto con due o tre omoni in camice bianco che la bastonano periodicamente, non hai fantasia, la possibilità anche d’immaginare quel che potrebbe e  creare quel che non esiste è dominio della mia mente, non mi confondere con te e con gli esseri troppo umani con cui condividi la tua "esistenza", non siete parametri di confronto, per così dire, adatti, non osare idealizzarmi qualcuna! non hai gli strumenti, creeresti un aborto, e non mi merito un simile trattamento, neanche nella tua mente piccola piccola

il buddha della borgata

i vicini, lillipuziani, villici, mi guardano di sottecchi, in cagnesco, mi odiano preventivamente, senza conoscermi, non si sa mai, è un sentimento che scaturisce dall’incomprensione che sottace un’ignoranza che non ha fondo, chi sono io? cosa sono? non sono….
Semplicemente, pigmei della foresta equatoriale, stronzetti cagati, tra i pianti, da culi stitici,
io son tutto ciò che voi non potrete essere mai, io…paragonato a voi sono Dio.
Personcine, insomma, veramente di poco conto, mi squadrano, analizzano, ora un po’ meno perché da grasso ho assunto la fisionomia rassicurante del 30 enne medio con la pancia e la faccia gonfiate dal vino, dalle levatacce e dalle mazzate di una vita vissuta senza cognizione di causa… Ho messo la maschera del grasso che confonde, uniforma e azzera i tratti fisiognomici, ingoiando l’identità in un piatto di "turtelen*".
Ogni chilo che perdo, ogni angolo acuto ch’ emerge dal mio spigoloso e antico volto, ogni traccia visibile dei miei tratti nobili, incontra gli interrogativi terrorizzati di quei vermi striscianti,
gli ominidi bastonati…
Non mi stancherò mai di ripeterlo, l’evoluzione non è per tutti.

Fatti non foste a viver come bruti ma per seguire virtude e conoscenza…

*i tortellini

alle msn’s girls

vi ho cancellate tutte da msn, alcune da tempo, vogliate fare lo stesso con me, altrimenti non potrò rimuovervi definitivamente, e questo a dire il vero mi disturba, allora, un pò di sana dignità femminile, eliminatemi, non ho veramente intenzione di fare rimpatriate, quindi congediamoci.
Potrete continuare a seguirne le gesta, onanisticamente, in questa sede, e nelle altre che il buon pastore ha voluto dedicarmi, e cioè nelle vostre testoline.
Amorevolmente, mi siete indifferenti.

P.s
per lo zoccolo duro: non è che stranamente non mi collego più, è che vi ho bloccate.

mamma!!

ombelico
mi pareva utile, alla luce dell’interesse destato dal mio addome prominente nel post "Stagioni", comunicarvi che: il mio ombelico è un organismo geneticamente modificato, assume, tra l’altro, funzioni di seconda bocca, cioè mentre parlo al telefono posso contemporaneamente bere orzobimbo dal cordone ombelicale bluetooth (opzionale), posso anche intrattenere conversazioni simultanee multilingue, non che ridere mentre piango(cantare mentre vomito!) e non per ultimo farmi implacentare ed inserire nell’utero di una donatrice disposta a comperarmi dopo 9 mesi, già fornito di una cultura avanzata, concetti molto belli,  maturità sessuale, fissazioni, pantaloni e stivaletti in pelle D&G.
Ci sono volontarie?

brain

ho metà cervello paralizzato, da quando a 23 anni una donna mi disse:
si sei molto interessante, quando avrai 30anni sarai maturo, ma…

ma?

ma!!?

ma!!!?

ma!!!!!!!????????

eppure con l’altra metà riesco a formulare concetti come questo…

brain

ho metà cervello paralizzato, da quando a 23 anni una donna mi disse:
si sei molto interessante, quando avrai 30anni sarai maturo, ma…

ma?

ma!!?

ma!!!?

ma!!!!!!!????????

eppure con l’altra metà riesco a formulare concetti come questo…

la posta di Uccio

anticameraoggi una ha detto al babbo:

"perchè non ammetti di essere solo uno sfigato?"

(solo? ma ti sembra poco?..)

tutto questo perchè?

perchè gl’ha detto che stava male, aveva bisogno di ridere e di coccole, che lui la metteva di buon umore (lo sfigato), e tutto ciò perchè stamane il cucciolotto si era svegliato tutto paralizzato che non riusciva a muoversi, poi la mamma l’ha portato al veterano, che gli ha fatto una flebo… forse è la cervicale…

scusa ma quanti anni ha il cucciolotto?

17

ah ah ah ah!! accoppaloooooooo!!!! gli ha detto (quell’insensibile del mi’ babbo), quel povero cristo vuole crepare ed ormai le prova tutte per andarsene e loro ostinati ogni volta con le flebo etc etc…

da quel momento in poi il babbino è diventato sfigato, bastardo e vaffanculo

ah ah ah, nella flebo fategli mettere un pò di quel liquido verdognolo, il "cucciolotto" vi ringrazierà dall’altro mondo. E nella tua fatti mettere un po di Prozac, magari ritrovi un po di humor. Pazza!!!!!!!

parola di ex lupo

20051120093835-gnomo-cabron

nostalgia è il tuo nemico

la regola era: "non bisogna mai voltarsi indietro", te la ricordi? è per questo che poi non funzionano le cose, se l’hai chiusa una "storia" ci sarà stato un motivo, non è che prima eri coglione ed ora sei illuminato dall’arcangelo, semmai è il contrario, allora ovvìa, elimina quest’ incerto incedere, perchè, l’avevi già fatto, perchè sei virile, perchè devi morire.

odio

i casi umani, chi si piange addosso, chi non ammette d’essere malato, chi ammette d’esserlo, chi ama alla follia, chi non ha un’individualità, chi non sa stare da solo, chi per non stare da solo è disposto/a a farsi sottoporre alle peggiori torture fisiche e psicologiche ed a frequentare persone insulse ed amorfe, la stupidità, l’ingenuità, la furbizia, il branco, la moltitudine, l’arrampicatore sociale, i furbetti del quartiere, i numeri 1, 2, 3, 4, i numeri, la matematica, le persone che credono al fato, il fato, il destino, le rockstar, le star, le rock, i black sabbath, i rolling stones, i beatles, un ragazzo che come me, lucio dalla, gianni morandi, cristicchi, gli americani, gli europei, gli italiani, i miei vicini, i lontani, la gente, tutti i politici italiani tranne D’Alema, l’acqua santa, l’acqua salata, il precariato, la guerra, i tradimenti, le donne che tradiscono, le donne che non tradirebbero mai, le donne, gl’imprenditorucoli ignoranti e cafoni settentrionali, gl’imprenditorucoli ignoranti e cafoni meridionali, il centro non lo conosco, gl’intellettuali di provincia, i provinciati cronici, i sinistrorsi, i sinistrati, i militanti(ah ah ah ah), li mortacci tua, li sua, gli psicofarmaci, le benzodiazepine, il sedivitax, chi prende psicofarmaci e si ubriaca a fezza, chi sta con persone che soffrono di crisi maniaco depressive e non capisce un cazzo ed è travolto dagli eventi, chi ti chiede "che razza è?", chi ti chiede il venerdì "che fai stasera?", chi ti chiede il sabato "che fai stasera?" e va ad appiccicarsi s’un platano la stessa sera che tu non stai facendo un cazzo(aaaaahhhh!!!)!! il liquore strega pieno di formiche aaaahhh!!!, le blatte aaahhh!!!, le sigarette spente, le sigarette accese, chi fuma, chi fuma a casa mia, chi fuma nella mia auto, la mia auto, la mia auto che fuma, il tubo di scappamento, il tubo di scappamento che fuma nel tubo di plastica che entra dal finestrino nella mia auto dove io sono stato legato al sedile e chiuso nel garage col motore acceso, la donna che, dopo avermi letto, mi facesse ciò, l’amerei alla follia!!!!!!!! la follia.

p.s.

chi l’ha visto?(!),Uccio, mio padre, la mia ex, i miei ex, l(ex) lutor, il bar, l’aperitivo, l’hashish, chi fuma l’hashish, chi lo spaccia, la marijuana, chi la fuma, chi la spaccia, chi la coltiva, chi ne fa una cultura, i rasta (occidentali) con i coppoloni giamaicani fetenti e pieni di pidocchi, chi va ad Amsterdam nei coffeeshop ed a puttane, e non va a visitare Van Ghogh e Rembrandt (continua)

se fossi

mi piacerebbe essere un coglione, riderei alle battute di Panariello, ascolterei con piacere D’Alessio, occuperei la mia mente con i pettegolezzi del grande fratello, mi accontenterei di guardare la tv ed i programmi nazional popolari della De Filippi, mi farei una pippa ed orgasmerei subito, soffrendo d’eiaculazione precoce (da buon coglione…), avrei di che lamentarmi con l’andrologo, per le dimensioni spropositatamente grandi del mio uccello, o infinitamente piccole, dipende da che lente si usa per i primi piani, mi accontenterei di trombicchiare con la prima che mi capita senza dover forzare ogni volta il mio vendicativo narcisismo prospettico, mangerei il nocciolato novi invece del Lindt Latte e Nocciole, farei l’imbianchino invece d’accecare i miei occhi ed il mio amor proprio dipingendo tele mai finite, sarei calvo, sarei obeso, avrei un incrocio tra uno spinone e un volpino, avrei una fiesta, o una golf!! sarei un uomo felice, lavorerei ed avrei dei figli, oppure sarei figlio di una puttana in pensione, sposata con un pornografico ricchissimo, che… no ma questa è un’altra storia.