2011

la religione permane oppio dei popoli, la psicologia* è ‘na cannetta..

*da non confondersi con la psicanalisi, cose molto, molto diverse… 

Annunci

a(na)tomico

09062009

voglio spro-fondare nel-la malattia.
il patologico è la (mia) dimensione.
non confonderla con una maschera identitaria.
Io non sono,
neanche quel sasso, uguale a mille altri,
lanciato a filo di lago che taglia, "rimbarzando", i due elementi
aria, acqua,
idrogeno e ossigeno.
Sono l’idea biochim(er)ica
di quel
compiersi/scindere/dissolversi.

quando morirò, sarò già
talmente inesistente che
non succederà nniente,
ossia:
l’ennesimo
smile rimbarz nero.gif
espediente.

remeronfuck

Remeron se ne va(follia o artifizio?)

remeron dep art.gif
 Remeron Corporation, Synthetic Organisms Department, model name: Remeron One©

remeron diparte in regalo alla psichiatra che ha salvato la sua mente dopo essersene
perdutamente innamorata ed aver dichiarato, in lacrime (l’ultimo rigurgito della "fu" professionalità),
"sono (più) pazza di te"… buongustaia^^
remeron.. come farò senza di me? mi toccherà rifarmi…

buone clonazioni su Remeron Channel

cyberpunk(after shave)

chi fuma è coglione
(quasi quanto un rasta*)

non è una paturnia salutista,
il gesto del fumare è stupido in se
senza necessità alcuna d’aggiungere
significati e giustificazioni
reconditi.

la maggior parte della gente della mia età fuma,
io stesso fumo ogni tanto(raramente).
la maggior parte della gente è cogliona
io stesso sono coglione ogni tanto(raramente).
è umano essere coglioni ogni tanto
ma è coglione essere umani sempre.
Il vizio,
per quanto cervellotico, automatico, automatizzato,
artificiale e,
 più assimilabile ad una macchina
è umano.
l’essere umano dedito al vizio esegue quotidianamente automatismi
gestuali e biochimici ripetitivi, inconsci, alienanti per se e per gli altri
agisce dunque come una macchina, è un automa.
Ricapitolando; il "vizioso" è l’unico organismo organico
che si comporta come un organismo cibernetico.
La macchina è il simulacro orribile dell’uomo creato dallo stesso simulando un essere mitologico superiore, perfetto ed irraggiungibile (dio).
L’uomo vizioso è il simulacro orribile di una macchina.

siete degli stucchevoli
 "aspirapolvere"
umani(coglioni)!
(al massimo "registratori di cassa")

io che non ho vizi
non agisco per automatismi
non sono una "macchina umana"
cioè il simulacro di un simulacro.
Ergo

sono dio.

(veneratemi)

 

sempre diffidare dei blog e blogger che non usano le tag o ne usano poche, sono delle macchine!!
attenta!! tu che cercavi un pisello, dietro la tastiera, ti ritrovi con un "transistor" nella fisarmonica…

L’importante è che sia un "transistor" bello grosso!!

ah be…

non ci sono più gli strumenti a fiato di una volta, ora mettono transistors dappertutto…

Transistors nella fisarmonica
prossimamente su Remeron Channel..


ed ora scusate, vado a fumare una sigaretta

*

grazie nonno (vabbè m’allora?)



assumo regolarmente quantità industriali di
psicofarmaci

droghe sintetiche
medicine equosolidali
anabolizzanti
caffeina come ne piovesse
la mia stabilità umorale è un bluf chimico
lo humor una bugia
vi considero topi
vivo aldilà del bene
o del male (chissà dove)

imbalsamato in un’ampolla di formaldeide
risalente ai ’50

mesmerizzato da mio nonno
in stato fetale
prima d’essere abortito
in stato fatale(!)


Bussare
ed
attendere

1000 anni

laroxyl + prozac (il vuoto intorno)

non ti vengo a cercare
ne per vederti ne per parlare
in te non vedo le mie radici
non ho un’essenza ma un’assenza
data dalla tua presenza
non è un sentimento popolare nato da meccaniche divine
non ho volontà
non sono migliore per te
non cerco l’uno al di sopra del bene e del male
io non sto bene con te
non ho bisogno della tua presenza
per capire meglio la mia essenza
non ho sentimenti popolari nati da meccaniche divine
mistiche e sensuali
non sei l’oggetto dei miei desideri
non mi accontento di piccole gioie quotidiane
faccio come l’eremita ma non rinuncio completamente a me
non mi piace ciò che pensi e che dici
anzi mi fa cagare
sono un parassita senza dignità
il migliore
succube delle passioni
convinto d’essere l’uno al di sopra del bene e del male
d’essere un’immagine divina di questa realtà
non verrò a cercarti
mai
ho bisogno della tua assenza
per capire meglio la mia essenza
se tu verrai, io me ne andrò
lontano
sempre più lontano
fino a diventare un puntino,
un santino!
pixel sul monitor
che saluta con la mano…

fanc2

me ne andrò a Nuyorku!!
anzi Birlino!!

per essere lontano sia con la mente che con la mano
da chi voglio e non mi vuole, da chi mi vuole e non voglio

vedi la pagliuzza nel mio occhio

mi trovo bene solo con persone cerebrali, intellettuali, maniacali, che interagiscono, che mi percepiscono e m’idolatrano, che comprendono quanto sia imponderabile ed eccezionale cooperare con me, guardarmi negli occhi, ed aspettare che apra bocca per biascicare cose che nessun uomo ha pensato mai. Concetti autonomi di senso compiuto. Chi è distratto da un ingombrate e infantile se stesso non reagirà all’imput magistrale somministrato dal mio ego, perchè non solo è manovrato dal piccolo individuccio che lo governa ma non è in grado di recepire la ciclopica trave che dal mio occhio sporge investendo il suo ed il tutto, come un fungo atomico veste di fuoco ed investe delle sue reazioni chimico-fisiche lo spazio ed il tempo circostante. La mia è una presenza nucleare, un fare esiziale, una coscienza sismica. Voi che vi prendete e vi perdete dietro insignificanti e plebee esistenze, avete ancora un’ultima ratio per non cestinare definitivamente l’occasione di vita che vi è stata porta. Innamoratevi,

di me.


principi
affondanti:

1)
L’intelligenza e’ invisibile per l’uomo che non ne possiede

2) La solitudine è la sorte degli spiriti grandi

3)
Il gloriarsi di una qualità è un confessare che non la si possiede

(Arthur Schopenhauer)

la mia casa è di nuovo una discarica… la mamma…

chi viene a cambiarmi il pannolino?

pago in natura…
(non so se rendo…)

(devo trovare una sguattera a tutti i costi)

sguatteraaaaaaaa!!!!!!!!!!
(non c’è!)

(ho un naso così fino, un olfatto così sottile che riesco a sentire tutti gli odori, tutte le puzze, è incredibile è incredibile!!!)

ho messo il monitor (del desktop!) alla risoluzione massima che ci entrano dentro tranquillamente due A4 e le lettere, così piccole da leggere, sembrano il bugiardino delle medicine (o il pinocchiello) ogni volta che devo scrivere abbasso la risoluzione a 1024 x 768 con caratteri cubitali, poi posto e prima di rileggere mi prendo una pasticchetta viola, alzo al massimo la risoluzione e cerco di leggere con lenti a contatto ed occhiali insieme, poi ho un orgasmo.

poi diventa tutto blu

(bruno lauzi è un incubo!)

per restare giovane non fumo
in periodi di particolare dissolutezza un pacchetto al giorno
poi smetto di botto ed assumo delle pasticcone alla nicotina che
la notte non mi fanno dormire
il giorno dopo mi "sveglio" alle 6 mi calo 20 gocce di una cosa qualsiasi e mi risveglio alle 12
mi calo una caffettiera da 6 tazze di caffè, una banana, 50 grammi di bresaola, Lemon degli U2
una compressa e mezza di Prozac, un altro caffè, una pastigliona di nicotina, poi telefono a mio padre
gli dico che la casa è in disordine apocalittico, il lavandino è la fogna di Calcutta, lo autorizzo a cominciare il sermone,
lui parla ed io rido io rido e lui parla, mi racconta episodi salienti della sua infanzia e di tutti
i disordinati cronici che sono andati a finire o malissimo o morti ammazzati o matrimoni sbagliati, io rido, poi mi dice hai capito, no, che se quando parlo ridi che cazzo devi capire, grazie papà, la casa è una merda sto per intossicarmi da batteri alimentari, tra 4-5 gg facciamo il cambio io vado a casa loro in puglia per metterla a soqquadro, loro vengono qui per ordinare la mia, è una condanna, hai voluto il figlio genio? no, be ce l’hai cazzi tuoi, ah
ah
ah
ah
ah
ah
ah
ah

pulisci!!
puliscimiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii il culo fino a quando avrò 37 anni, poi morirò
lo sai
lo sai ti voglio bene
che ti voglio bene
lo sai
che non combinerò mai nulla di buono
lo sai che non sarò mai nulla di buono

lo sai che per questo mi ami
mi ami tanto
ti voglio bene babbo.

ma non laverò mai i piatti
anche s’è terapeutico
anche se…

l’Italia è tutta qui,
in queste stanze.
tra queste dita sante.

il buddha della borgata

i vicini, lillipuziani, villici, mi guardano di sottecchi, in cagnesco, mi odiano preventivamente, senza conoscermi, non si sa mai, è un sentimento che scaturisce dall’incomprensione che sottace un’ignoranza che non ha fondo, chi sono io? cosa sono? non sono….
Semplicemente, pigmei della foresta equatoriale, stronzetti cagati, tra i pianti, da culi stitici,
io son tutto ciò che voi non potrete essere mai, io…paragonato a voi sono Dio.
Personcine, insomma, veramente di poco conto, mi squadrano, analizzano, ora un po’ meno perché da grasso ho assunto la fisionomia rassicurante del 30 enne medio con la pancia e la faccia gonfiate dal vino, dalle levatacce e dalle mazzate di una vita vissuta senza cognizione di causa… Ho messo la maschera del grasso che confonde, uniforma e azzera i tratti fisiognomici, ingoiando l’identità in un piatto di "turtelen*".
Ogni chilo che perdo, ogni angolo acuto ch’ emerge dal mio spigoloso e antico volto, ogni traccia visibile dei miei tratti nobili, incontra gli interrogativi terrorizzati di quei vermi striscianti,
gli ominidi bastonati…
Non mi stancherò mai di ripeterlo, l’evoluzione non è per tutti.

Fatti non foste a viver come bruti ma per seguire virtude e conoscenza…

*i tortellini

pisellini divini

foto_piselli

 

oggi facevo uno zapping tra gli utenti on line di splinder e sono incappato niente popò di meno che per bacco in Dio, dio mi si è manifestato sottoforma di una ragazzina che scrive Viaggio di Bordo invece di Diario di Bordo, come in una sorta di videogame apocalittico dio, tende tranelli all’ignaro viaggiatore grafomane, che pur di difendere feticisticamente la lingua patria è in grado di degradarsi a livelli di Libro Cuore, con la penna rossa a segnalare tutti gli orrori grammaticali e logici che incontra nei vari diariucci… mio e dell’amica mia… dio quindi mi si è svelato in rappresaglia dopo la mia analisi logica del testo Viaggio-Diario, e mi ha confessato le sue spoglie divine con un linguaggio grammaticamente scorretto, mi ha offeso ingiuriandomi con cazzi camuffati da fischi, e poi dopo avergli dichiarato la mia laicità, dio è scomparso…

dio, la prossima volta, invece di chattare in cerca di pisellini!! studiati un pò di grammatica ed analisi logica, addirittura Ratzinger parla meglio di te… ed è tedesco!!!!!!! Amen.

dio è Simone Cristicchi

cristicchi1

 

 

 

 

 

 

 

 aaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! si è mosso!!!!!!!!!!!!!!! cristo santo cosa sei!!?? ecchecosa? mamma li cristicchiiiii!!!!!!!!

dio è Simone Cristicchi

cristicchi1

 

 

 

 

 

 

 

 aaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! si è mosso!!!!!!!!!!!!!!! cristo santo cosa sei!!?? ecchecosa? mamma li cristicchiiiii!!!!!!!!