non è la genetica

 

 

 

 

 

 

 

Image for reflex (io, opportunamente io)

 

 

 

 

che mi ha voluto così intenso

fui io a plasmarmi

a determinarmi.

a
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
deteriorarmi.

Annunci

AAA l regia/a questa vita

(sono sempre e per sempre stato)

[un raffinato infiltrato]

overture teatrale, cerco su Bologna, (che non abbia frequentato necessariemente scuole di teatro “locali”) che non mi scambi per matto 2 parole si ed una no(ogni parola o niente), sadico, frocio, eteronomo, eteroisterico, perchè non fumo, Freud, Jung, Lancillotto, Lacan, Gesù, Budda, psicoanalisi, perchè lego il mio cane alla bicicletta(in generale credo che l’uomo dovrebbe frequentare suoi simili e non cani o gatti castrati, i miei cani sono integri e abbaiano affamati, come me!!! son matto sempre, ogni parola io farnetichi(è denaro ho bisogno di un produttore, possibilmente stupido come la massa, per ca[r]pirla), quel che penso è irrilevante, quasi quanto quel che dico, cerco donne e uomini da “utilizzare”; gettare in pasto(c’è aivoi una platea veramente poco erudita e sensibile basta pagare ed esser pagati “ET VOILA'” l’arte… in quel di Bologna… ovunque) io, sono un uomo di teatro sconosciuto(scultore in realtà… una delle tante), leader del quanto tale, mancanza del presupposto, compagnia dello scomposto, non ho soldi, ma ne ho da fare… UUffff…(salentino di natale). Così quale non chiedermi, cosa voglio bere se te ne vuoi andare, ma come non fumi?.. cerco attori; CARNE, e non passanti.

 

 

 

 

 

(non ho una lira!!)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 http://youtu.be/Uvmfl_ouiaQ

piatteza on piano

non – sono ancora iscritto in questa piatta forma proletaria di enigmistica letteraria…rodari

…parente handy del settimanale, più letto, fatto finta di, nella strategia dell’ultima spiaggia(in treno, ombrellone, ambulatorio, prima di mollare il boyfriend)…
Che qualcuno scriva un post che poi a casa con calma unendo i puntini mi esce fuori un concetto ahahah… giornalai compresi.
Ho già ricevuto 1,5 minacce di querela preventiva per stalking (quanti danni che fanno le pubblicità regresso) da una poveretta grafomane che crede io la voglia sottomettere:

slave fai fare il master a tuo marito, ma

in psicanalisi così ti cura, e poi te molla, guarire è troppo equivocabile x voi.

sono stato bannato da 1 blog di satira giornalistica(per carità un controsenso in termini).
ed una (in generale le donne che fanno qualcosa di, non frivolo[etimologia please?], attinente al pragmatismo dell’ossessivo maschio sono… isteriche) mi ha detto che sono un brutto, gay, represso…
…tutti(ed io non sono tale) i gay son repressi(tranne forse qualche trans bellissimo) altrimenti sarebbero normali(e non farebbero alta moda)… ne capisci di psicanalisi?(e non psicoterapia per carità bbastaaa!) e allora che parli a fffà!?

Volkspress… sei una grossa delusione d’altrone… ho sempre sostenuto che i possessori “piloti”(ahahah) della macchi(n)a del popolo tedesco fossero degli “audisti” falliti(non parliamo delle “audiste” meglio buttarsi direttamnete sotto un tram[guidato da un gatto!])… come se poi un giorno magicamente quando da pecora dall’anale predisposto, ti ritrovassi colmo di danari i quali tramutassero nel cazzuto lupo(poco ci vuole, l’argent fait la guerre!) che ti fa il culo frangibile quotidie(a te a tua moglie e a quella del gatto)..
l’approdare ad una delle macchine del Wolf anziche volgare volks, la tua genia cromosomica, sperante(dal concetto di pietas cattocomunista), devierebbe verso la specie superiore cappottandosi o confrontandoti direttamente col platano, cocainimistico SUV, schiacciato inerme dalla forza di gravità che non conosce portafogli, camion ed ammortizzatori.. crisi maniacali(o il contrario depressivo) busta paga dipendenti…eeeee cromosomi.

VolfWaghen sono uno strumento di selezione di massa, così come il Volkspress ed il bourbon.

vi leggo!   😉
(ho notato tra l’altro che c’è un “poster” cioè

addetto a mettere in evidenza… etc etc
senza considerare orario, day etc;
lo pagate.

 

 

 

mi troverò bene!

 

 

 

 

 

 

t’amo

 

 

corpo;

di fatto

menti…

 
tra le gambe un cosmo…

penzola in-sondabile psyché

gocciolante inconsapevolezze che

non meriti

 

ed io..!!?

 

non posso più,

permettermi.

 

 

 

cyberpunk(after shave)

chi fuma è coglione
(quasi quanto un rasta*)

non è una paturnia salutista,
il gesto del fumare è stupido in se
senza necessità alcuna d’aggiungere
significati e giustificazioni
reconditi.

la maggior parte della gente della mia età fuma,
io stesso fumo ogni tanto(raramente).
la maggior parte della gente è cogliona
io stesso sono coglione ogni tanto(raramente).
è umano essere coglioni ogni tanto
ma è coglione essere umani sempre.
Il vizio,
per quanto cervellotico, automatico, automatizzato,
artificiale e,
 più assimilabile ad una macchina
è umano.
l’essere umano dedito al vizio esegue quotidianamente automatismi
gestuali e biochimici ripetitivi, inconsci, alienanti per se e per gli altri
agisce dunque come una macchina, è un automa.
Ricapitolando; il "vizioso" è l’unico organismo organico
che si comporta come un organismo cibernetico.
La macchina è il simulacro orribile dell’uomo creato dallo stesso simulando un essere mitologico superiore, perfetto ed irraggiungibile (dio).
L’uomo vizioso è il simulacro orribile di una macchina.

siete degli stucchevoli
 "aspirapolvere"
umani(coglioni)!
(al massimo "registratori di cassa")

io che non ho vizi
non agisco per automatismi
non sono una "macchina umana"
cioè il simulacro di un simulacro.
Ergo

sono dio.

(veneratemi)

 

sempre diffidare dei blog e blogger che non usano le tag o ne usano poche, sono delle macchine!!
attenta!! tu che cercavi un pisello, dietro la tastiera, ti ritrovi con un "transistor" nella fisarmonica…

L’importante è che sia un "transistor" bello grosso!!

ah be…

non ci sono più gli strumenti a fiato di una volta, ora mettono transistors dappertutto…

Transistors nella fisarmonica
prossimamente su Remeron Channel..


ed ora scusate, vado a fumare una sigaretta

*

madama disperassione(rima baciata prosa sposata)

sto soffrendo moltissimo, circa un metro cubo l’ora(gonfissimo!),
portatemi delle rose, nuove cose, una pianta, un animale, sto male!
portatemi un ospedale, delle sigarette, un’altra nazione, portatemi in televisione!
ma mmamia quanto sto male ma mmamia quanto soffro
e cche ccos’è ccheccosè’ !?
neanche fossi un cane anzi il cane, il mio cane Uccio
che nonostante la prostata ingrossata se l’è spassata
io invece, non tollero più
le mie 10 tazze di caffè, pupù!
dopo la 3rza me la faccio addosso come mi nonno nel fosso
mummificato con la naftalina per evitare la farfallina,
come una lucertola in formalina per evitare che cammina
e mi scagazzi dappe r tutto, sono in lutto!
mamma come soffro è una cosa che non posso, come il rosso,
ma era l’amore, invece col giallo morirò senza assaggiarlo
ma non ho mai capito cosa e con il rosa? che mi succederebbe?
come sto male come soffro davvero non posso
far altro che esternare la mia condizione funesta
sperando che qualcuno m’inviti ad una festa
cosìcche io possa non andare e al telefono rifiutare
con un certo stile o savoir faire
il mio avvenire serale nel party magistrale
dalle parti delle magistrali…
"ma io non posso venire perchè son nato il 4 aprile!
e l’uncinetto non so fare, alle feste non posso andare!
me l’ha detto pure il terapista: se ti vedo sparo a vista!
gli ho detto "come"? no ma solo se muti in un piccione… "
ma sei proprio un coglione
lo sai che questo non avverrà mai
ed allora tu morirai!
fermo li ad aspettare
la metamorfosi fatale, che mai sarà
e mentre 2 pensa 100 la fa,
stai la che io sto qua
a fermentare come la birra quella buona
stravaccato sulla poltrona che non ho
ad ascoltare fiumi di parole scritte male
e cantate peggio da uno di Zocca o di Correggio, scorreggio!
è il caffè te l’ho detto non lo reggo più e(pupù!)
non ci posso fare niente
se ho la mente (intestinale)
e l’intestino (cerebrale) e tutti insieme andiamo
alla festa della magistrale scuola secondaria Mi manca l’aria!
io ho fatto l’artistico liceo statale e mi mandavano a cagare
quando cantavo a squarcia gola le canzoni dei Nirvana
per una settimana!
chiuso dentro al cesso della scuola
a bere coca cola mischiata all’aspirina
e me lo potevate dire prima!
dell’effetto che faceva così dopo non rischiavo
di morire vomitato solo per aver incrementato
l’effetto delle bollicine
sulle mie idee molto carine…
Attenzione! potrebbe esserci una continuazione…

(ho deciso che non mangerò per tre giorni,
solo birra e sigarette
una specie di ramadan euforico maniacale
 dove voi non potete entrare,
un rito sacrificale dove la vittima ancestrale
 è la vostra attenzione,
uno stato di allucinazione,
 una specie di processione
 dove al posto della Madonna iniziale c’è una Matriosca pastorale,
ed in ogni bambolina c’è una goccia di urina,
analizzata e classificata con ogni tipo di droga chimica e naturale,
tutto questo non può durare
all’infinito
ed è per questo che non metto il dito
sul tasto play
perchè tu non ci sei
 ed io mi sento solo
 come un topo in gabbia che si arrabbia
 se non gli dai il formaggio,
 io lo assaggio
ma non ti assicuro niente
 s’è digiuno come posso mangiare il formaggio
 del topo solo che si arrabbia
nella gabbia
 perchè il formaggio l’ho mangiato io
e non perchè non gliel’hai tu dato
ma son io che l’ho (rubato) trovato,
per terra
e l’ho mangiato
  mi ha infettato
 della stessa malattia
 di tua zia
 quella piena di bubboni
la smetto che non ho più coglioni,
cafoni!)


sono un eroe mediocre

(mi faccio le iniezioni da solo,
una chiappa si, una chiappa no)

lo stile che applico in questo blog
obbliga l’utente a ben calibrare l’aspetto cromatico
del monitor.
Ricorda, le parole chiave sono 2:
ASPETTO e
CROMATICO.

grazie nonno (vabbè m’allora?)



assumo regolarmente quantità industriali di
psicofarmaci

droghe sintetiche
medicine equosolidali
anabolizzanti
caffeina come ne piovesse
la mia stabilità umorale è un bluf chimico
lo humor una bugia
vi considero topi
vivo aldilà del bene
o del male (chissà dove)

imbalsamato in un’ampolla di formaldeide
risalente ai ’50

mesmerizzato da mio nonno
in stato fetale
prima d’essere abortito
in stato fatale(!)


Bussare
ed
attendere

1000 anni

io non so se farò mai abbastanza (schifo) per risultare indigesto a qualcuno,
ma più di qualcuno, senza far nulla (troppo) mi è indigesto…

specialmente una persona che ho bloccato ed ha aperto un nuovo indirizzo solo per dirmi l’ennesima patetica puttanata…
ma ce l’hai un po d’amor proprio? donna, benedetta col mio sangue… e neanche mai t’ho vista (dio ci salvi)(che gli farò io a queste bambinette?)

Va ora, fatti esorcizzare da un padre Ralph, troverai anche tu un "uccello" di rovo che s/ti compenetri…
(ma non sono io, compenetrati da sola almeno in questo semplice concetto)ralph+e+maggie

brave/i, dovete fare tutte/i così, guardare ma non toccare, leggermi, avere l’illusione di poter comunicare con me ma alla fine saggiamente scegliere il silenzio eloquente dei vostri disgraziati elucubrare di sesso, di storie finite, altre cominciate, dell’amore, di quello che non avrete mai, della pomiciata con l’ex, di quanto fa male lavorare… vite insomma, insulse, pietose, seriali, sintetiche esistenze banalmente sviscerate su km di fogli elettronici, aperte come rotoli di carta igienica, sarebbe inutile, è chiaro, dirvi quale opportuno uso fare della carta(igienica) di pura cellulosa vergine.

185cl.gif