minoranze

sto per andare al mare,
nonostante il ferragosto,
non l’ho mai fatto,
le feste comandate mi umiliano,
ma non sono mai coerente,
e per essere coerente
oggi devo andare al mare,
non ci vado,
ci vado,
mi si nota di più se ci vado con le pinne il fucile e gli occhiali
o se non ci vado proprio?

(e se ci vado e poi a metà strada faccio dietro front e me ne ritorno a casa tutto in retromarcia?)
(e se ci vado per perdermi, nel vento d’estate, poi mi aspettate?)
(io vado al mare, voi che fate?)

Santa voglia di vivere e dolce venere di rimmel
come quando fuori pioveva e tu mi domandavi
se per caso avevo ancora quella foto
in cui tu sorridevi e non guardavi,
ed il vento passava sul tuo collo di pelliccia, e sulla tua persona
e quando io senza capire ho detto "si"
hai detto "è tutto quel che hai di me"
è tutto quel che ho di te…

Annunci

vado spesso da un edicolante in via Rizzoli, proprio sotto le torri, gli chiedo il venerdì di Repubblica, di solito è sabato, domenica, o addirittura lunedì, lui la prima volta me l’ha proposto sorridente, la seconda indifferente, la terza, all’ottava m’ha detto:
-scusi sa, ma perché non viene a prenderlo venerdì, il venerdì di Repubblica?
-no sa, è che io sono un artista, ho la testa tra le nuvole e mi dimentico, la prego, me lo tenga, verrò a prenderlo sempre!
-Va bene va bene.
Non ci sono più andato.

vado spesso da un edicolante in via Rizzoli, proprio sotto le torri, gli chiedo il venerdì di Repubblica, di solito è sabato, domenica, o addirittura lunedì, lui la prima volta me l’ha proposto sorridente, la seconda indifferente, la terza, all’ottava m’ha detto:
-scusi sa, ma perché non viene a prenderlo venerdì, il venerdì di Repubblica?
-no sa, è che io sono un artista, ho la testa tra le nuvole e mi dimentico, la prego, me lo tenga, verrò a prenderlo sempre!
-Va bene va bene.
Non ci sono più andato.

alle msn’s girls

vi ho cancellate tutte da msn, alcune da tempo, vogliate fare lo stesso con me, altrimenti non potrò rimuovervi definitivamente, e questo a dire il vero mi disturba, allora, un pò di sana dignità femminile, eliminatemi, non ho veramente intenzione di fare rimpatriate, quindi congediamoci.
Potrete continuare a seguirne le gesta, onanisticamente, in questa sede, e nelle altre che il buon pastore ha voluto dedicarmi, e cioè nelle vostre testoline.
Amorevolmente, mi siete indifferenti.

P.s
per lo zoccolo duro: non è che stranamente non mi collego più, è che vi ho bloccate.

l’uomo più furbo del mondo
conquistatore instancabile e attento
ha avuto donne di tutti i paesi
donne che aspettano il ritorno
l’unica donna che ha tanto amato
gli ha voltato lo sguardo
un incontro all’ultimo bacio
con lei non poteva rifarlo

negli occhi di tutte le donne del mondo
quando le accarezza
cerca lei
che non vuole più l’uomo più furbo

l’uomo più furbo del mondo
fuma tre pacchi di sigari al giorno
gli bruciano gli occhi dal fumo e dal pianto
come il pianto che non scenderà mai
per lei con cui non può più stare
per lei con cui non può parlare
perché lei uccisa dal rancore
gli ha negato per sempre l’amore

negli occhi di tutte le donne del mondo
quando le accarezza
cerca lei
che non vuole più l’uomo più furbo

l’uomo più furbo del mondo
può avere tre o quattro donne al secondo
quella sera torna a casa da solo
scaccia gli sguardi come scaccia le zanzare
e rinuncia al suo amore di sempre
che non potrà mai scordare

negli occhi…

ti voglio bene Max

ho giocato a vivere così bevendo il passato a sorsi brevi
delle poche cose che conosco farò mare pescoso
dove l’esca dei miei ricordi troverà sempre qualcosa
lascerò quello che non conosco alla curiosità degli altri
ora che la mia dignità è del tutto personale
io sono felice di una felicità cresciuta a poco a poco

                                                       Max Gazzè

l’ho incontrato una volta, un anno fa circa, al TPO di Bologna,
nel dopo concerto, gli ho chiesto di adottarmi,
ha detto ridendo che aveva già due figli…