Annunci

ogni riferimento è puramente casuale

donne di 30 anni (mooolto graziose) con 4 figli a carico sfornati rispettivamente a 23-26-28-29 anni con 4(0?perche mettere limiti alla provvidenza?) padri diversi, tra l’altro anche miracolosamente fidanzate (a distanza per contenere le nascite)(insomma sante con la missione della ripopolazione) siete pregate di contattarmi con cautela, io sono davvero un pericoloso psicopatico, io

Pace e prosperità…

(a 40anni ti faranno cavaliera del lavoro, e potrai allenare una squadra di pallone: donnette prendete esempio da questa matriarca, quella è la vostra vera natura e significato, peccato che ci vorrebbe un altro pianeta per darle sfogo.)

morale della favola: la donna media in salute e di bella presenza cerca un uomo al disotto delle sue facoltà mentali per poter procreare senza troppi intoppi, il femminismo, le pari opportunità il politically correct sono per lei delle deformazioni speculative poco interessanti di fanatiche tarate mentali(poco dotate da madre natura), probabilmente non ha tutti i torti…

al bando speculazioni ipocrite dettate dalla mancanza di grazia

forze della natura, su Remeron Channel

(mai conosciuta una femminista bona…)

per restare giovane non fumo
in periodi di particolare dissolutezza un pacchetto al giorno
poi smetto di botto ed assumo delle pasticcone alla nicotina che
la notte non mi fanno dormire
il giorno dopo mi "sveglio" alle 6 mi calo 20 gocce di una cosa qualsiasi e mi risveglio alle 12
mi calo una caffettiera da 6 tazze di caffè, una banana, 50 grammi di bresaola, Lemon degli U2
una compressa e mezza di Prozac, un altro caffè, una pastigliona di nicotina, poi telefono a mio padre
gli dico che la casa è in disordine apocalittico, il lavandino è la fogna di Calcutta, lo autorizzo a cominciare il sermone,
lui parla ed io rido io rido e lui parla, mi racconta episodi salienti della sua infanzia e di tutti
i disordinati cronici che sono andati a finire o malissimo o morti ammazzati o matrimoni sbagliati, io rido, poi mi dice hai capito, no, che se quando parlo ridi che cazzo devi capire, grazie papà, la casa è una merda sto per intossicarmi da batteri alimentari, tra 4-5 gg facciamo il cambio io vado a casa loro in puglia per metterla a soqquadro, loro vengono qui per ordinare la mia, è una condanna, hai voluto il figlio genio? no, be ce l’hai cazzi tuoi, ah
ah
ah
ah
ah
ah
ah
ah

pulisci!!
puliscimiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii il culo fino a quando avrò 37 anni, poi morirò
lo sai
lo sai ti voglio bene
che ti voglio bene
lo sai
che non combinerò mai nulla di buono
lo sai che non sarò mai nulla di buono

lo sai che per questo mi ami
mi ami tanto
ti voglio bene babbo.

ma non laverò mai i piatti
anche s’è terapeutico
anche se…

l’Italia è tutta qui,
in queste stanze.
tra queste dita sante.

rapporti

mi travestirò da letturista coi baffoni e verrò a leggere il contatore a casa tua. Non mi riconoscerai minimamente, osserverò attento le tue reazioni, appuntandole subito sul taccuino, con parole adatte, racconterò tutti i tuoi cambiamenti, le armoniose evoluzioni, la tua voce, il tuo odore, farò uno schizzo dei tuoi occhi, il nasino, i fianchi, il tuo sorriso, ne conserverò morboso i ricordi e una volta tornato a casa guardandoti nell’ affettuoso collage, meticolosamente composto, dirò:
tatoo1vammorìammazzata!

che cos’è sta novità?

potevo illudermi d’essere felice per un secondo*, potevo,
ma ero troppo preso a guardare me, invece di sentirti e
t’ho mandata, via…
ma via, da me,
non lo sei sempre stata?

*poteva davvero servirmi essere felice per un secondo?
poteva!!!!!!!!?????