come sono caduto in basso…

gestisco un gruppo fessbucc
sono stato dal medico e…
mi ha diagnosticato una grave Fakesbucchinvoluscionvinismo, per quanto
possa sembrare una parolaccia è invece una seria e avveduta analisi.
della mia(?) esistenza.

Annunci

asteroidi (speculazioni in orbita)

avevo sogni avevo…
guardavo lo specchio e
sognavo
ti guardavo…
ridevi

vorrei svegliarmi urlando
che fossi tu a farlo
mi baciassi e poi..
E’ solo un brutto sogno
amore…


quell’amore che non c’è più
per uno
che non c’è mai stato
di una
che non mi ha mai
neanche

immaginato.

mentegatto

 

non riesci neanche ad immaginarmi
strooooooooooonza!!!!
remeronfuck
(tarata, mentecatta!
ma dove devi andare…
baffanculo va
che io
almeno…

so sognarti)


non sono pazzo!

igormu0
sono
un tipo

impronte

io ho il coraggio di farmi vedere anche così,

post-coma
post coma.


in questa foto pare che io sorrida, in realtà è l’impronta del cuscino, che mi ha storto la faccia, utile risvolto psico-fisiognomico negli attimi di panico post coma quando guardandosi disperatamente allo specchio si cerca un consenso nell’altro se, che sorride non per solidarietà ma per paresi momentanea dei muscoli facciali. Il colmo dell’ipocrisia. Posso essere così cinico, anche con me stesso?

p.s.
conservo comunque un forte fascino extrasensoriale ed extrapiramidale
che che ne dicano i commenti degli anonimi decerebrati
(nella sezione "vedi altri media")

decerebrati unitevi!!!
siete la maggioranza!!
potreste scendere in campo tutti assieme e formare un nuovo partito delle libertà intellettuali(!)
all’interno del quale rimanere intrappolati dalla vostra gretta ignoranza
e sudditanza intellettuale e "carismatica" verso leader
ancora più posticci di voi,
voi che declamate le virtù del dio denaro
voi che siete figli della cultura trash dell’immagine e del portafoglio
vittime del fashion e della moda made in Italy imposta da un cartello di 4 ricchioni siciliani e non
voi popolo della soap opera e delle isole dei famosi
commentatemi, serve carne da macello
per affilare le mie scuri
ah ah ah ah ah ah ah ah!!!
non saranno mai sazie di tagliare zavorra
dal mio aerostato per volare più in alto
e pisciare sulle vostre teste pelate trapiantate, e
trasfondere, topicamente, un po di sale nelle vostre zucche.

cocco

ma dove sono le palle di Natale?

Babbo Natale è stato adescato, col tranello, (un completino intimo di pizzo rosso appeso ad un pino silvestre) da una comunità di hippies travestiti da "elfi dei boschi"…
Stuprato in ogni modo, nel fisico e nel morale, dalla sodomia indobbuddista, all’accoppiamento coatto con renne cavallo ottenute da embrioni chimera, Natale ha provato, l’estasi dei sensi fumando polvere d’angelo e shilajit, iniettando brown sugar e randaup, il delirium tremens con la visione forzata con divaricatori oculari 24 ore non stop di Tre metri sopra il cielo, la lettura a memoria del medesimo "romanzo",  ha assorbito con uno spinotto cerebrorettale matrix millenni di posizioni del Kamasutra e l’intera stagione elettorale e politica di Forza Italia, dal 94 ai nostri giorni. Ormai completamente "dilatato" è stato catapultato su YouTube mentre giocava, famelico, al dottore con le mammellone delle figlie dei fiori che a loro volta, alla conclusione del filmetto hanno ricambiato macabramente, appendendo le palle di Natale al pino silvestre… (che male c’è?)
Dopo la liberazione da parte dei sette nani polizziotto, Santa Claus (Natalino), ancora zampillante sangue dalle parti basse, avrebbe dichiarato alla piccola folla radunatasi, nello sgomento generale, con voce rotta dal’extasy(mistica) e dalla commozione:
"aaahhh!! lasciatemi naniii!!
ho perso le palle si, ma una protesi di silicone alle poppe ora non me la toglie neanche la ma*onna!!!
voglio una quintaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!
voglio una cocaaaaaaaaa!!!!"

babboballs
nano: portate via questo depravato!!
nano 2: che istinti bassi…
nano 4: perchè tu credevi ancora a babbonatale?
nano 7: io odio babbonataleeeee!!!
nano 5: Brontolo tu sei un nano non un puffo!!
nano 7: no! no! no! io sono il puffo brontoloneee!!!
nano 6: Brontolo sei un mitomane, ora ti do le pastiglie!!
nano 7: no! no! no! no! io odio le pastiglieeeee…
nano: zitto!!! guarda che ti facciamo l’elettroshock!!!!


brontolone

(sono patetico)














(vado a Berlino a farmi chiudere nella Klinik für Psychiatrie und
Psychotherapie
Charité– Universitätsmedizin Berlin
Campus Charité Mitte
Charitéplatz 1
D-10117 Berlin, sapete dove trovarmi…)







(ciao a tutti)

acqua in bocca
altrimenti…

hic-et-nuncti ammazzo!!


una volta una ha letto qualche riga qua e la sul mio blog, poi m’ha contattato e mi ha detto:
ho capito da quel che scrivi che abbiamo fatto gli stessi studi…
Ah! interessante, e tu cos’hai studiato?
Psicologia ovviamente…
Ovviamente…


(si sa che noi psicologi siamo tutti un po svitati..)

(…)


una volta una ha letto qualche riga qua e la sul mio blog, poi m’ha contattato e mi ha detto:
ho capito da quel che scrivi che abbiamo fatto gli stessi studi…
Ah! interessante, e tu cos’hai studiato?
Psicologia ovviamente…
Ovviamente…


(si sa che noi psicologi siamo tutti un po svitati..)

(…)


un sant’uomo

l’inquilina del primo piano è una dinosaura (ne ho già accennato in uno dei miei primi post, agli albori di questo capolavoro tardo-avanguardistico) insieme al resto della sua goffa famiglia mi rompe "le balle" da quando abito in questo lercio "posto"(dal quale non riesco più a scappare…), peserà almeno 100 chili ed è alta 160 cm, ‘na cassapanca, della stessa fattura, marito e figlia. Cammina scalza perché nella sua lipidica mente i neuroni faticano nella trasmissione sinaptica, allora pensa, dopo aver visto una ballerina in tv, che togliendo le scarpe possa avere anche lei lo stesso ferino portamento, leggiadro andante, invece, però anziché muoversi gioiosamente sulle punte, affonda i talloni nel pavimento come per testarne la stabilità,  somigliando tanto ad scrofa gravida che si muove dalla cucina al cesso, insomma na piaga. Ma oggi, ho visto che confabulava con una coppia di cinesi, che in zona stanno comprando tutto, ed un tizio che pareva un intermediario, se questa famiglia se ne andasse o scomparisse, così per caso nel nulla (nessuno se n’accorgerebbe), sarebbe insieme alla morte per impalatura di un altro inquilino, "il ladro" che prima o poi farò saltare in aria con tutta la progenie, un bellissimo regalo per un buon uomo come me.

non dormo…

poi ho pensato; ma se io davvero avessi ormai intrapreso la giusta strada della coerenza e dovessi scrivere questo blog per altri 30nni… ma quando 60enne mi andrò a leggere "Oggi sono Apatico: ne triste e ne felice, Ne." che cosa mi passerà per la testa come sopravviverò a me stesso, cosa avrò in bocca? E in testa! (intendo sul cuoio capelluto!) e in mano? avrò ancora questo portatile? con che razza di oggetto multimediale mi connetterò a questa piattaforma che ormai sarà diventata una multinazionale di droghe sintetiche epidurali, e sovvenzionerà segretamente la prima guerra d’indipendenza dei cloni Berlusca, liberati dalla schiavitù Arcoriana, ma ancora legati alle catene d’ingiuste leggi sul copyright, e sui matrimoni assistiti tra sosia, come sarà lo scenario politico italiano?.. ah ah ah! e l’Italia esisterà ancora? Bo me ne vado a dormire va (per questa volta).

web addiction

sono entrato nella testa di una, certa Enza, dice di essere una web addiction, che cazzo è? devo averne timore? io sono all’antica, non so come prenderla… eppure mi è sembrato di capire che ci fosse molto spazio nella sua cavità cranica, un monolocale sfitto, io voglio cambiare casa, web addiction, mbha, cos’è come le mestruazioni? una deformazione climaterica… io porto solo un divano dell’ikea, mi ospiti? e poi il cane lo mando via, sarò solo, web addiction… che si fa?

Coglione!!!!!!!

amicuccioho sbattuto fuori il cane perchè russa, lui si mette dietro alla porta e russa attaccato come un alien, apro la porta di scatto e cade per terra perchè sta sperimentando la dormita all’impiedi equina, ma in realtà è appoggiato alla porta, sta per toccare il suolo e gli caccio sotto l’anfibio con punta d’acciaio, ci cozza con la tempia, è la buona volta, no si rialza, scodinzola e si mette a cuccia, cerco di picchiarlo ma cado per terra, vicino la scaletta piena di pesi e pesetti di ghisa, cadono e fanno un rumore bestiale, i vicini brontolano, sgrido Uccio dandogli la colpa, un "coglione" vola fuori dalle pareti chissà da dove, come un cuscino di piume mi avvolge e mi porta a letto, mi rimbocca le coperte mi fa addormentare con la bollicina verde al naso, Buodadotte. (lui dietro la porta russa equino)

oggetti

dolce e affabile interlocutore, orecchio attento, assorto nelle tue affascinanti confidenze sensuali, ma anche mentore consigliere silenzioso, pacioso, peluche accomodante, batuffolo di risate e coccole, all’occorrenza oggetto di desiderio sempre pago ed appagante, irraggiungibile ed indomito pensiero proibito, cacciatore e preda dei tuoi umori più inconfessati, tenero cuscino sbavato da sogni d’oro, caffè dolce e amaro, bacio agrodolce dell’addio velato disperato cercato sperato, sparato… Sognato, agognato, ripresentato, nauseato, tarlo-termite, pesce, ospite da tre giorni, regalo di natale, rotto e buttato, ripescato, adulato, vomitato, posseduto, temuto, amato, pisciato, sbrodolato, goduto, spaventato, odiato, cessato, cagato… inscatolato, incontrollato, riformato, deforme, difforme. Enorme…

2 3 4

tra un paio di settimane sarò un bel ricordo… chissà perchè più passa il tempo ed anche la gente a cui ho fatto carognate, incontrandomi mi festeggia, come non fosse successo nulla… sarà il mio fascino? Sarà, però io che vorrei del sano rancore, anzi un ottimale odio nei miei confronti che mi permettesse di girarmi dall’altra parte quando passano e non salutare, mi ritrovo invece obbligato a fare salamelecchi a gente che un mese prima ho investito con la macchina, l’umanità è una bestia selvatica, una volta domata è come un pony, Little Pony, ci sali in groppa e fai la tua pet terapy… Meditate gente, meditate…

 

 

 

uma

 

 

 

 

 meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditatemeditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate meditate meditate meditate meditate  meditate meditate meditate

 

Gomitoli

Una volta stavo con una ragazza "gomitolo", è una tipologia di donna particolare, è sempre raggomitolata come un filo d’Arianna ma non è d’Arianna e tanto meno filo, però è molto sensibile. Mi stava sempre raggomitolata in grembo come un gatto, ma non era un gatto, e non faceva le fusa, puzzava, perchè si lavava poco, poi un giorno decise di cambiare pettinatura, ed adottare quella che più si confaceva al suo lurido stile di vita, la pettinatura Rasta. A quel punto, io non potei più incassare e le dissi che faceva veramente cacare, e che la pettinatura rasta era veramente da sfigati, oltre ad essere veramente puzzolente, e che lei poi non poteva stare tutto il giorno raggomitolata, ed’ora che aveveva raggomitolato anche i luridi capelli poteva andare a raggomitolarsi con un altro fetido gomitolo come lei, si girò e mi disse "ti senti solo perchè sei vuoto!"…

reir_contorsionistareir_contorsionista

Quando guardo fisso nel vuoto so cosa vedo, so cosa c’è!! Io lo soo!! Sei tu, che non hai coscienza, abbi fiducia, dammi la mano e… cadrai in quel vuotoooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!

Omuncolo

Più guardo l’uomo e più mi convinco di fare parte di un’altra specie, indubbiamente appartenente alla categoria dei primati ma… non agli umani. Possiamo dire che la mia stirpe è cresciuta e si è evoluta affianco a quella umana, ne ha assimilato i costumi ne condivide le origini divine, ma non il dna, non la consapevolezza di una vita umana e di una morte altrettanto vana. Io e la mia stirpe, discendiamo dall’uomo di Neanderthal che si credeva estinto od ancora ibridato con l’homo sapiens, ed invece in barba a tutte le teorie darwiniane e mendelsiane, io sono quì, un fossile vivente, che esprime col suo essere la teoria grazie alla quale esiste l’uomo. Egli è frutto della mia mente, senza me, l’uomo non esisterebbe, se ne deduce quindi che io sono Dio ed al di fuori di me nulla è reale, nulla esiste, questi scritti, la mia barba, i tuoi occhi; sono tutte mie speculazioni mentali, io sono dunque tu esisti, fanne ammenda, se io dovessi morire tu sgretoleresti polverizzato nel nulla. L’uomo di Neanderthal (Dio) controlla la tua esistenza Homo Sapiens.

Ah ah ah ah ah ah!

In questo blog io creo una realtà fittizzia a mia immagine e somiglianza che soddisfa esclusivamente miei fabbisogni e criteri itelletualegoistici, cancello ed inserisco commenti, falsi, distorcendo la realtà temporale e semantica. Ho creato 37 blog diversi, tra profili maschili e femminili, commento in questo e in altri 150 blog sotto mentite spoglie, creando una rete di amicizie e relazioni fittizie a mio esclusivo uso e consumo, manipolo le vostre deboli menti e ne traggo profitto con estrema facilità. Il potere che ne deriva è inestimabile a livello demagogico, incalcolabile a livello teorico, effimero a livello pragmatico. Pratico l’onanismo.

La sindrome di Little Pony

Io soffro della sindrome di Little Pony, non sono un nano con buona pace di tutte le mie infinite ed affettuosissime fans, che ringrazio per la sagacia e devozione, ma non sono neanche un gigante, per questo, come Little Pony si proponeva, e tutt’ora sfida lo stomaco di tante casalinghe frustrate, come l’Elvis italiano sui suoi fiammanti stivaletti modificati, io mi propongo, senza protesi, come l’emulo di diciamo un Jack Nicholson? Vogliamo dire un Marlon Brando, non lo so un Christofer Lambert, bah… perchè poi necessariamente questi paragoni d’oltreoceano, un Majakovskij non mi farebbe schifo, e perchè un Tenco? un Sartre? Non ho capito, Hollywood come contenitore unico di parametri di confronto? Perchè? Per non parlare poi dei nuovi attori, co ste facciotte insipide dell’avventizio, ba sarò un cinico ma io sono molto meglio di tutti i vari Brad Pitt, Di Caprio e compagnia bella…

Padre, figlio e spirito santo

sono sveglio da troppo tempo, questa notte è stata popolata dai fantasmi, ricordi assordanti ed ingordi che si appropriano del mio sonno. Sono stato svegliato da un mio urlo. Una donna, è sempre colpa di una donna. Il mio nemico è femmina. Ieri sera ho parlato di quell’anima infelice che si aggira per Bologna, non lo sa quanto è pazza,(o lo sa benissimo) quanto male ha fatto e continua a fare, ed ho paura per questo, di incontrarla ancora col suo falso candore da scolaretta che ne ha viste di cotte e di crude, un mostro, una bambina con appetiti irripetibili, una drogata, un’egoista mostruosa, una violenta, una borderline. Che mio magrado ho amato. Ha distrutto finchè ha potuto, come mio padre, l’altro borderline, manca il terzo, di solito si presentano in tre i demoni divoratori, ma c’è. Il terzo sono io.