ordine predestituito

non aggiungetemi come amico, io vi disprezzo, fatelo invece come nemico; non è possibile: allora disinteressatevi; indifferenza, la miglior arma. Io sono autonomo, ho escogitato ormai il modo di giocare a calciobalilla da solo; tentacoli! fiffi nero ah ah ha!
omuncolo sei superato, mi muovo nello spazio tempo, dimensioni astrali, unità di misura variabili, opinioni inesistenti, 3/4 di litro ribollenti.. sull’attenti!!!
riposo, riposo.. tirati sù… è sabato… vai a schiantarti sul platano col BMW
anche se a casa non ha il CW per cacare.
note solitarie….
(quando arriva la cambiale)
(lo so lo so; sono compenetrato
nello scorticato domestico del
medio homo sapiens italicus)
(non posso dunque
fare a meno di vomitare
sulle vostre, agre, vite amare)

omo ridenz

Annunci

punti di vista interessa(n)ti

"l’alcol è la cura o la causa di tutti i mali?"

ogni volta che rendo pubblico un video su spleendere c’è qualcuno/a che s’affanna, si danna nel chiedere s’è del contemporaneo, mio vivere, o trattasi di riciclaggi.
Il riciclaggio; come la polaroid o, il vhs di famiglia, recano date ed, a volte (a seconda dell’estrazione sociale o dentale), commenti [in]opportuni od al contrario destabilizzanti, ammesso che qualcuno o qualcosa possa più smuovervi dal coacervo mediatico, del quale, figli non siete più in grado di distinguere l’Horror di Cronemberg dall’horror reale: spazzatura di Erba o del quotidiano giornalistico possibile, accettato, esoterico, metabolizzato (cade da un ponteggio e…) morire.
sembra una barzelletta vero?
eppur si muore.
grazie anche, anche, alle X che si mettono nelle caselle elettorali.
finalizzate(illusoriamente) al proprio lavoro, fabbisogno, interesse;
grazie alla costruzione d’imperi di carta che cadono
alle prime scosse di terremoto, dove muoiono centinaia di persone
magari;
quelle stesse che hanno votato tal dei tali per far costruire la nuova scuola
o la cappella  antisismica sulla carta e..
sulle lapidi.

morale della favola [copula e(r)metica]

biba –mi piaci molto

filippa –t’ho amato infinitamente

giovannina –oggi dopo tanto tempo ho pensato a te

miranda –
stavo bene con te


gremisolda –avevo solo voglia di parlarti


liboria –t’amo!
ma rimango in disparte (così sembra un fotoromanzo)(o un romanzetto Harmony!
 scritto da qualcuno/a che poi è morto con i funghi da giovane)(fa così fico)

vomito nero  

viola –è finita(?)


serafina –
ti dico addio
(dopo 3 mesi che non ci sentiamo) [che senso ha?] (e perché io che senso ho?..)
(ndr giusta riflessione… aggiungerei e perché tutti gli altri?
avete il senso che vi meritate: un senso unico che muore in vicolo cieco.)

me-rimbarzi



(con e/affetto)

cry sfondo nero.gif
e con un rimpianto:
 il tempo che t’ho regalato
non è servito a niente.
vomito nero

 


in parole povere
(my plug in babies):
il paradigma del rapporto di coppia

   (quello dietro sono io.)

igormu0

come eliminare definitivamente un contatto in msn messenger…

care ragazze sto per postare on line i nomi delle nominate che da oltre un mese(anche un anno) sono state cancellate dal mio msn (anche quelle 2 o 3 "illuminate" che mi hanno bloccato, cercate d’avere un po di stile e portate a termine quel che avete iniziato) onde evitare questa magra figura siete pregate di cancellarmi anche voi definitivamente (ed anche perchè vi considero meno della cacca del mio cane).
Ecco perchè la nostra civiltà si basa sul maschio, voi femmine non siete in grado di prendere decisioni univoche e definitive siete contorte per natura, da un lato bla bla bla dall’altro un eterno girare a vuoto, in mezzo l’oblio. Carattere smidollate!! Grazie.

occhio

occhio, abbaio e mordo!

ora posso bere la mia moka da tre tazze.

(buona pasquetta)

nota per le impedite che si fossero approcciate al mondo dell’informatica da poco con l’unico intento di trovare un calesse, vi rimando a questo link con le spiegazioni su come fare ad eliminare un contatto da msn messenger, in futuro se me ne farete espressa richiesta potrei fornirvi un link con le istruzioni su come fare a trovarvi un maschietto al vostro livello (macropene, macroportafoglio e microcefalo,) a disposizione (io purtroppo per voi sono macro in ogni mia manifestazione):

intelligenza alimentare

banane confezionate della coop, fuori sono buone, dentro sono marce, ora per via della mia coerente morale economica coercitiva sono costretto a mangiarle, mi viene da vomitare ma al contempo riesco a distinguere i diversi livelli di gusto con le mie allenate papille, il dolce, l’amaro, l’acido, l’alcalino, il rancido, il corrosivo, dovrei quindi essere fornito di una quantità eccedente, il necessario, di neuroni per poter interagire in questo contenitore. Se così non fosse puoi pensare al compostaggio organico…

(poverina però che insana fine, mi piacevano le ultime cose che stava scrivendo… perchè ti fanno quelle cose in bocca?)

a tutti coloro che mi hanno scelto come amico, chiedo: perchè non pensate al compostaggio organico?

a tutte le donne* che ho conosciuto qui su splinder: vi disprezzo.
a tutte quelle che conoscerò: vi vorrò bene ūüôā
a tutte le donne che non si sa mai: potrei disprezzarvi amandov(m)i(mentre guardo il culo di un’altra) (che magari ha anche un po di carattere) ūüėź


c’è una che in pvt ha esordito con: mi piace la prepotenza che sbuca dalle cose che scrivi…(attenzione!! gli piace la  prepotenza, che sbuca!!) (non chiedetemi chi fosse ho dovuto cancellare il messaggio per smettere di masturbarmi rileggendolo più e più volte cosparso di miele e canfora dopo aver acceso incensi all’oppio e citronella in tutta la casa.)

*mi riferisco alla donna non in quanto bersaglio prediletto di misoginia,
ma in quanto (casualmente) unica forma di intelligenza "umana" frequentata dal sottoscritto su questa piattaforma.

pecore zoppe

ora non è che sia lecito pensare che tutti i malati di mente aprano un blog e sparino cazzate a raffica, è molto più onesto credere che chi spara cazzate a raffica su un blog, debba pagare l’affitto, sono pienamente d’accordo, si ha bisogno di un organo istituzionale che faccia pagare il dazio agli idioti, così, come sempre è stato, gli stolti, potranno avere la facoltà di tacere per sempre all’insegna di una sana purga mediatica e di un ordine eterogeneo anche nel web. Io che compro fior di riviste e quotidiani sperperando fior di quattrini, per arricchire ed aggiornare il mio lessico con sempre nuovi e sfavillanti neologismi e contenuti aristocratici, devo avere la stessa libertà di una pecora zoppa che ha imparato ad usare la tastiera… la democrazia è un male necessario per tutelare le libertà, la censura ne è naturale conseguenza… censuratemiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!

(se vuoi fare la frittata devi rompere qualche uovo
mi pareva bello concludere con una banalità! in perfetto stile splinder)

p.s.

…la follia isterica del web, permette alla pecora zoppa di scrivere le sue abominevoli castronerie anche dalle Bahamas, da Milano Marittima, dalla vacanza in Marocco, dal safari in Africa, dal ritiro spirituale in Israele quando in un impeto mistico estivo è andata a battezzarsi nelle acque del Giordano o a farsi saltare le budella da un kamikaze…
Si potrebbe obbligare questi erbivori, a scrivere esclusivamente solo dalla propria dimora stallatica, onde limitare la mole di cazzate vaganti nell’etere e meglio monitorare tramite l’IP dove scaricare lo strale elettromagnetico a 2000 watt per spegnere ogni impulso velleitario alla "scrittura" ed accendere un fuocherello salvifico, ricavandone un bel cosciotto arrosto da sgranocchiare in santa pace senza l’incubo quotidiano della responsabilità morale del condominio, andare ogni santo giorno a controllare e criticare "costruttivamente" migliaia di blog di pecorelle zoppe, il mio destino messianico costretto nello spazio angusto di una piattaforma informatica, il mio cosmo svilito dall’impellenza di dare forma alla deformità del pensiero pecoreccio ospitato nel mio stesso condominio, ho il dovere intellettuale di difendere la purezza dei miei concetti dall’inquinamento semantico-lessicale-grammaticale che mi circonda,
Schopenhauer avrebbe detto: 
In genere è meglio palesare la propria intelligenza con quello che si tace piuttosto che con quello che si dice. La prima alternativa è la saggezza, la seconda vanità.

meditate pecorelle (zoppe!), meditate!!!!
un giorno verrà il mio giudizioooooo!!!!!!!!!!!

cattiverio

niente da dire,
senza i miei illuminanti interventi scendete la china,
c’è chi addirittura si spacciava per mente,
plagiandomi completamente,
sia nel corpo che nella mente (scusate la rima baciata)
e dopo un mio sofferto forfait chiude baracca, pace all’anima sua.
e le intossicanti ridicole finestrelle sulla vita privata delle "nere neo autrici" in cerca di "cazzo" ma con l’ipocrita e inconsistente paravento della blogger radical chic de noiatri, del saper scrivere e dialogare pecoreccio che di nulla sa quando, se non di costruzione posticcia, barcollante catastroficamente lucida mbriaca, in diretta su un filo telefonico, racconta le sembianze di un manichino imbellettato in una vetrina del centro di Milano? Roma? Bologna? Stai a fa li saldi(mordali)(pe racimolà n pisello?)? Il passepartout per giungere alle menti(e i cazzi)(cioè il sottoscritto), di questa piattaforma non è "lo leggere e lo scrivere", asinelli/e, ma accendere il chip che avete spento, se non alla nascita, 5-10 anni fa quando, dopo aver "discusso" la tesi, una mediocre università italiana vi ha laureati "teste di cazzo".
Provate a credere.
Chiunque voi siate scrittori, giornalisti, musicisti, artisti più o meno affermati, siete delle cacchette di fronte all’universo imponderabile del mio genio.
Io sono Dio.

msn victims

a rischio di ripetermi all’infinito vi ribadisco che:
chi non è contattata da tempo è perché è stata cancellata-bloccata e non perché mi hanno ibernato o casualmente non entro più in msn, siete per cui pregate, nel rispetto della vostra dignità ed in generale della donna che vostro malgrado rappresentate, di cancellarmi, sono stato chiaro?
insicurezza (ottusità?) fino all’osso, anche di fronte all’evidenza… no, non ci posso credere.

x te il pensierino della domenica :)

ci sono delle ragazze/i (cosiddette sacerbirresse) che hanno subito, causa esposizione ad interminabili sedute televisive, un regresso evolutivo, questo trattamento ha bloccato la progressione cerebrale, di queste piccole donne, ai 14 anni d’età, quando la mente è facilmente plagiabile dalla pubblicità e dalla civiltà fallocrate della quale tristemente fanno parte ed alimentano senza neanche rendersene conto, purtroppo gli adulti che circondano queste vecchie ragazzine hanno subito lo stesso trattamento, e se ci si aspettava quindi che qualcuno le facesse rinsavire riportandole in maniera critica alla realtà ci si perde in alto mare, vedendole naufragare tra luoghi comuni estremamente massificanti e azzeranti quel minimo di personalità che una bambina di 14 anni può avere. La noia è il cavallo di battaglia di queste generazioni (anche delle altre non vi spaventate). La noia è quel mostro sociale che ingoia la spiritualità dell’individuo, che non ha un individualità a causa di un ignoranza colossale e per sentirsi vivo e partecipe dello scorrere si aggrega ad una tribù esternando come un automa, un clone, le stesse idiozie spersonalizzanti che la tribù ha coniato, anzi che la tribù ha adottato dal profeta(TV), veicolo della cultura orale contemporanea, che non è tristemente un brano di Omero, ma una banalità di MTV o di altre reti giovanilistiche che spacciano concetti a buon mercato per menti clonate. La differenza tra un film con Franca Valeri*, ed un concerto con un dj muscoloso tatuato è che il film (Le luci del Varietà nella fattispecie) era firmato da Federico Fellini, il concertino è organizzato da 4 papponi che per cultura, che è quella cosa che insieme alla civiltà ci eleva dal resto delle scimmie, intendono quella d’intascare soldi, impacchettarti un serata mediocre con un personaggio improbabile, farti pagare fior di quattrini le tue consumazioni, imbottirti di alcol  e sistemarti nella tua automobile, premere l’acceleratore e spedirti al campo santo.
Ogni sabato c’è una triste statistica, di quelli che vanno al concertino e di quelli che si "annoiano" a casa  masturbandosi con Franca Valeri, cos’è selezione naturale o dobbiamo parlare d’idiozia? di divertimento, o di noia? Peraltro, dopo i travestimenti e i bagordi forzati del sabato, ammesso che sopravvivi, ti aspetta la depressione profonda della domenica(la tua condizione base), e la cruda realtà del lunedì, se questo è divertimento…
Vi hanno impacchettato e venduto qualsiasi cosa, anche il cervello.
La tribù globale, è un regresso evolutivo, è indubbiamente più facile pensare la stessa cosa di altri 1000, ma non c’è progresso nella spersonalizzazione e nell’idiozia.

In effetti tu non sapresti cosa fartene del progresso fossi nata un secolo fa sarebbe stato uguale, avresti sempre fatto parte di un branco, da brava  pecorella. Magari con qualche sms in meno e qualche libro in più.
Sono gli uomini a fare le epoche, non solo il contrario…

*cito la Valeri non perchè ne sia un fans, più che altro perchè una di queste "sacerbirresse" autodefinitesi, credendo di fare dell’umorismo, mi ha apostrofato come un feticista che si eccita guardando la Franca… in verità, sono un feticista, ma non puoi immaginare di cosa… cara piccola sacerbirressa che altro non potresti essere…

 

p.s.
in realtà, l’accostamento alla Valeri aveva una valenza sessuale, per via del fatto che io ho preso un po in giro una ragazza che affermava, in un post, di essere affascinata dalle fattezze di un suo vicino energumeno, che a differenza del fidanzato sifilitico aveva il diametro del braccio quanto un tubo dell’acquedotto(nella sua mente braccio = pisello) (insomma Mazinga), e l’espressione di un lobotomizzato, col quale si sarebbe accoppiata immediatamente non appena il fidanzato fosse entrato nel supermercato a far la spesa, se non fosse che il vicino era solo frutto della sua mente libidinosa, al che io ho suggerito un luogo dove tipi del genere se ne trovano in quantità, la gabbia dei gorilla(con tutto il rispetto per i primati) allo zoo. A queto punto è intervenuta risentita una donna-bambina anonima (tale Sacerbirressa ancora complimenti) sicuramente assetata, che potrebbe essere una pazza esaurita innamorata di me che per una psicosi devastante non è in grado di accettare questa benedizione ed abbandonarsi al suo destino infausto, oppure la stessa redattrice del post, o tutt’e due insieme e mi hanno detto che: a quanto pare esiste ancora gente (cioè io) che si eccita con Franca Valeri (invece di Eva Henger), quasi a giustificare l’indole bestiale di volersi accoppiare con un gorilla come una sana libidine femminile, anzi rincarando la dose ed invitandosi ad un concerto(!) tenuto da un dj! muscoloso simil scaricatore di porto, tatuato e simpatico!!… Ora prima di tutto oltre ad essere primordiali e grette più e quanto i gorilla dai quali volete essere trapanate, non sapete che:

i dj non fanno concerti, ma mettono dischi, quelli sono i musicisti…

i gorilla, di solito hanno il pistolino piccolino piccolino, come quello dei vostri ragazzi, compensano le carenze "interiori" con le dimensioni dei bicipiti.

e per finire è veramente triste che le prime persone a consideravi fallite (almeno dal punto di vista sessuale) siete voi stesse dal momento che il cazzo che avete di fianco non vale appunto il nome che porta, ma siete addirittura costrette ad immaginare accoppiamenti brutali con:

Hulk Hogan, King Kong, Mazinga, a questo punto direi, che è andato tutto a puttane anzi, andate tutte a puttani!!

(sarebbe molto liberatorio, anche per chi vi legge).