forever after

domani m’ammazzo, mi spiace solo per Carmelo e, per quel che resterà di me, le squallide esequie…
senza funerali di stato, senza il presidente della repubblica che dopo solenni lacrime, di circostanza, ripeta, replicante, l’immenso solito, inequivocabile:
era un coglione.


dopo: concerto sinfonico di Amedeo Minghi, con capelli giallo frumentino e riflessi fucsia fluorescente.

evo
(si; è di un anno fa ora sono gonfio di birra, vedi video successivo)

 
Annunci

l’essere è il nulla II

(nessuno mi può giudicare nemmeno tu)

Se la grandezza di un individuo fosse commisurata alla grandezza delle sue azioni, chi dovesse compiere solo "piccole" azioni sarebbe considerato un "piccolo" individuo(un puffo).
Ma noi siamo figli dell’elettromagnetismo, dunque della teoria della relatività…
dunque di Einstein, cioè la bomba H; siamo la(e) generazione(i) H e non la X-Generation, come qualche fesso ha avanzato…
Dunque ritornando alle "dimensioni" dell’individuo; il "grande" che però non riuscisse a compiere anche le "piccole azioni" sarebbe cosa? un cortocicuito? un handicappato? o un genio? che altro non è che un "deficiente" che eccelle, per compensazione ai deficit, in una sola delle mille e più manifestazioni umane…
"Noi", filosoficamente, dovremmo considerare, l’uomo, l’individuo, rappresentante e responsabile in piccolo della totalità del genere umano (come avrebbe detto Jean-Paul Sartre); come un organismo organicamente evoluto dal punto di vista intellettuale e, perchè no, fisico, in grado di compiere con la stessa efficienza qualsiasi "azione" piccola o grande che sia. Dunque l’individuo, il genio, è uguale a dio… ma siccome la scimmia umana smentisce con (o)errori madornali, quotidianamente questa ipotesi; l’uomo si prefigura come un dio mancato(sempre come disse Sartre) (abortito direbbi io), ma, in un ipotetico consesso, Mcluhan avrebbe detto, suppongo anche Renato Barilli, molto più pragmaticamente: "l’uomo moderno(e contemporaneo) è figlio della specializzazione". Quindi allevato, istruito, disciplinato ed introiettato nello scibile come un’orribile "monade" leibniziana, la quale presunta individualità, madre del "pensiero", della filosofia etc, qualunque compito egli svolga, non è altro che l’operosa(onerosa), anestetica interdipendenza (quindi un’autonomia "individuale" fallace, un ossimoro) dell’ape operaia, autonomo suddito molecolare di un’ape regina, suscettibile anch’essa della dipendenza tribale, dallo sciame, che la nutre, in quanto specializzata-capace "solo" nel produrre uova… da qui, anche il grande uomo, o(ancor di più!) il genio, come l’operaio, sono degli esimi rappresentanti(molecole strutturali) della società specialistica interdipendente: non esiste l’isola autarchica(U.S.A. docet), non esiste l’Individuo, non esiste l’Uomo, ne grande, ne piccolo, esiste l’umanità.

sordi vaffa..

morale della favola [copula e(r)metica]

biba –mi piaci molto

filippa –t’ho amato infinitamente

giovannina –oggi dopo tanto tempo ho pensato a te

miranda –
stavo bene con te


gremisolda –avevo solo voglia di parlarti


liboria –t’amo!
ma rimango in disparte (così sembra un fotoromanzo)(o un romanzetto Harmony!
 scritto da qualcuno/a che poi è morto con i funghi da giovane)(fa così fico)

vomito nero  

viola –è finita(?)


serafina –
ti dico addio
(dopo 3 mesi che non ci sentiamo) [che senso ha?] (e perché io che senso ho?..)
(ndr giusta riflessione… aggiungerei e perché tutti gli altri?
avete il senso che vi meritate: un senso unico che muore in vicolo cieco.)

me-rimbarzi



(con e/affetto)

cry sfondo nero.gif
e con un rimpianto:
 il tempo che t’ho regalato
non è servito a niente.
vomito nero

 


in parole povere
(my plug in babies):
il paradigma del rapporto di coppia

   (quello dietro sono io.)

igormu0

la femmiina cazzicefala (i diari di mille gratuite borderline)

blog off-limit per bruttone* e
borderline de noiatri



“cervello cazzicefalo” tipico nella
femmina “borderline” splinderata.
(non c’è bisogno di far la matta
se il tuo unico scopo è la “patta”)
[come nel 100%
[come nel 100%
delle tue colleghe “normali”.. solo
che tu”devi” dar spettacolo con
la trita brodaglia dei disturbi
mentali,
attirando a migliaia “gli eunuchi virtuali”
che commentan i tuoi parti anali,
stronzi con le ali
fan salire lo cherr dei tuoi ideali perianali
peccato che poi tutto si risolva in una
pugnetta per cervelli subnormali
(come il tuo)

(non avete la stoffa per fottervi pugnettari)
ridicoli bla bla a fondo perduto
figli di un dio sordomuto
 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*per la bruttona verace c’è una proroga fino al 30 settembre ’08
no deroghe per le cazzicefale!

Remedon (ha vinto eglia?)

ciao

ho contattato la spiqqquera in privato… mi ha detto "scordatelo!" poi io gli ho detto "vabbè non ti montare la testa, ma, mandami una foto chissà che; anzi no! non voglio darti culo…"* lei mi ha detto che il culo non gli piace perchè preferisce il cazzo! be ma io… comunque ora è uscita, per cui magari non lascerà altri commenti sotto le mie foto "eloquenti" mi ha detto poi che "baci e abbracci" e per rimarcar l’offesa e prendersi una rivincita, cogliendomi come un bimbetto con le dita nella nutella mia ha chiamato: Remedon(storpiando il mio pseudonimo divino come io a mio tempo feci col suo)
se questa è vita… (quanto veleno covava la spiqqquera ed io che volevo solo…) (mi ha teso un tranello ed io ci son cascato dentro come un salamello, e che ne sapevo io, che ne sapevo…io
delle strategie spiqqueritiche)

e per non dimenticare mai
a grande richiesta del fanclub
va ora in onda Armandino Ghezzi
per rimarcar l’onta del Q.I. di spiqquera
che si sfracella
contro il mio sovraumano sapere..