l’essere è il nulla II

(nessuno mi può giudicare nemmeno tu)

Se la grandezza di un individuo fosse commisurata alla grandezza delle sue azioni, chi dovesse compiere solo "piccole" azioni sarebbe considerato un "piccolo" individuo(un puffo).
Ma noi siamo figli dell’elettromagnetismo, dunque della teoria della relatività…
dunque di Einstein, cioè la bomba H; siamo la(e) generazione(i) H e non la X-Generation, come qualche fesso ha avanzato…
Dunque ritornando alle "dimensioni" dell’individuo; il "grande" che però non riuscisse a compiere anche le "piccole azioni" sarebbe cosa? un cortocicuito? un handicappato? o un genio? che altro non è che un "deficiente" che eccelle, per compensazione ai deficit, in una sola delle mille e più manifestazioni umane…
"Noi", filosoficamente, dovremmo considerare, l’uomo, l’individuo, rappresentante e responsabile in piccolo della totalità del genere umano (come avrebbe detto Jean-Paul Sartre); come un organismo organicamente evoluto dal punto di vista intellettuale e, perchè no, fisico, in grado di compiere con la stessa efficienza qualsiasi "azione" piccola o grande che sia. Dunque l’individuo, il genio, è uguale a dio… ma siccome la scimmia umana smentisce con (o)errori madornali, quotidianamente questa ipotesi; l’uomo si prefigura come un dio mancato(sempre come disse Sartre) (abortito direbbi io), ma, in un ipotetico consesso, Mcluhan avrebbe detto, suppongo anche Renato Barilli, molto più pragmaticamente: "l’uomo moderno(e contemporaneo) è figlio della specializzazione". Quindi allevato, istruito, disciplinato ed introiettato nello scibile come un’orribile "monade" leibniziana, la quale presunta individualità, madre del "pensiero", della filosofia etc, qualunque compito egli svolga, non è altro che l’operosa(onerosa), anestetica interdipendenza (quindi un’autonomia "individuale" fallace, un ossimoro) dell’ape operaia, autonomo suddito molecolare di un’ape regina, suscettibile anch’essa della dipendenza tribale, dallo sciame, che la nutre, in quanto specializzata-capace "solo" nel produrre uova… da qui, anche il grande uomo, o(ancor di più!) il genio, come l’operaio, sono degli esimi rappresentanti(molecole strutturali) della società specialistica interdipendente: non esiste l’isola autarchica(U.S.A. docet), non esiste l’Individuo, non esiste l’Uomo, ne grande, ne piccolo, esiste l’umanità.

sordi vaffa..

Annunci

tu non sei

                                                                      http://www.boxstr.com/templates/default2/images/icons/player.swf


tu non sei l’amore mio
l’amore mio mi brama
tu non sei l’amore mio
l’amore mio mi chiama
la notte nel sonno
tu non sei l’amore mio
l’amore mio mi sbrana
se da lei non torno
tu non sei l’amore mio
l’amore mio è una voce
tu non sei l’amore mio
l’amore mio è una croce
tu non sei l’amore mio
l’amore mio è lontana
tu non sei l’amore mio 
l’amore mio mi ama…