letteratura

cos’è?

non c’è clamore nel sentire
nel sentirti nonché
pudore nel guardarti e
prevederti
sostituir al prossimo
volgare sguardo
un guizzo di coda, la zampata
un ciao, bacio, sbavato, malincuore
timore, cattivo(odore),
occhio intrepido
treni; via! è estate
dal caldo
si muore…

è

sticazz.jpg

Annunci

punti di vista interessa(n)ti

"l’alcol è la cura o la causa di tutti i mali?"

ogni volta che rendo pubblico un video su spleendere c’è qualcuno/a che s’affanna, si danna nel chiedere s’è del contemporaneo, mio vivere, o trattasi di riciclaggi.
Il riciclaggio; come la polaroid o, il vhs di famiglia, recano date ed, a volte (a seconda dell’estrazione sociale o dentale), commenti [in]opportuni od al contrario destabilizzanti, ammesso che qualcuno o qualcosa possa più smuovervi dal coacervo mediatico, del quale, figli non siete più in grado di distinguere l’Horror di Cronemberg dall’horror reale: spazzatura di Erba o del quotidiano giornalistico possibile, accettato, esoterico, metabolizzato (cade da un ponteggio e…) morire.
sembra una barzelletta vero?
eppur si muore.
grazie anche, anche, alle X che si mettono nelle caselle elettorali.
finalizzate(illusoriamente) al proprio lavoro, fabbisogno, interesse;
grazie alla costruzione d’imperi di carta che cadono
alle prime scosse di terremoto, dove muoiono centinaia di persone
magari;
quelle stesse che hanno votato tal dei tali per far costruire la nuova scuola
o la cappella  antisismica sulla carta e..
sulle lapidi.

Love Will Tear Us Apart

When the routine bites hard
and ambitions are low
And the resentment rides high
but emotions won’t grow
And we’re changing our ways,
taking different roads
Then love, love will tear us apart again

Why is the bedroom so cold
Turned away on your side?
Is my timing that flawed,
our respect run so dry?
Yet there’s still this appeal
That we’ve kept through our lives
Love, love will tear us apart again

Do you cry out in your sleep
All my failings exposed
Get a taste in my mouth
As desperation takes hold
Is it something so good
Just can’t function no more?
When love, love will tear us apart again


Ian Kevin Curtis

non ho una moglie
una casa

non una cucina
tanto meno una rastrelliera

alla quale "appendermi"
dopo aver ascoltato
quell’idiota di Iggy Pop…
non ho più 24 anni.
ma la leggenda del genio
adolescente di Caroli*?
i 37 sono all’orizzonte
lontani…
l’anno
è appena iniziato.
testa di cazzo!

il piccolo,
il mediocre
cerca, millanta la grandezza
per confutare l’impressione(corretta)
che ha di se,
l’arrendevole pochezza del proprio io profondo,
anzi sprofond(at)o.

Il grande non cerca,
trova.


intimistica(zzi)

ora,
sono così triste che m’ammazzerei


(m’amma)

prima, sono uscito per comprare il giornale, e l’avevano finito, allora ne ho preso un altro, e già è una mezza fregatura, mentre uscivo sono stato "investito" dal vicino mutante(sempre meno di me) che va in giro con la radio inglobata nell’orecchio(non sarebbe più umano se per natale gli regalaste gli auricolari a sto cristo? te li regalo io nonno, anche se sono in mutande!) mi ha talmente "stupefatto", col suo sguardo ipnoinducente, che ho scordato le chiavi a casa, per rientrare ho dovuto far cose molto discutibili che hanno creato dei precedenti, per via dei quali in futuro potrei ricommettere le stesse infauste azioni, magari di notte nelle vesti di sonnambulo funambolo… poi stanotte non ho dormito, questa concatenazione di circostanze mi ha gettato in uno stato catatonico premorte, sono un vivo apparente.

(che devo fare?)

dott-remeron
"Qui giace Remerin, poeta fosco
| di tutti disse mal, anche di Cristo, | scusandosi col dir:
io lo conosco
!".